Gestire lo Smart Building attraverso il suo Digital Twin: il progetto Bimaim

In che modo è possibile sfruttare le potenzialità e i vantaggi dell'OPEN BIM per la gestione del patrimonio edilizio? In questo articolo la Minnucci Associati presenta il progetto Bimaim, un'integrazione ad un'app esistente che permette il controllo dei componenti tecnologici direttamente dal modello virtuale dell'edificio.

digitalizzazione-costruzioni_700.jpeg

OPEN BIM per la gestione degli edifici virtuali

La gestione del patrimonio edilizio è da sempre il fulcro di interesse dei proprietari immobiliari. 

Nell’era della digitalizzazione dell’ambiente costruito e dell’innovazione nell’industria delle costruzioni questo diventa ancor più importante. Sfruttando le potenzialità e i vantaggi dell’OPEN BIM si ottimizzano i flussi di lavoro e si migliora la gestione dell’intero ciclo vita del bene che apporta benefici in termini di tempi e costi nel lungo termine.

Attraverso questa metodologia è possibile realizzare il modello virtuale di un edificio, definito “twin model”, che replica fedelmente il manufatto fisico esistente, contenendo tutte le informazioni necessarie, geometriche e non geometriche, per il controllo dell’intero processo edilizio, dal concept alla manutenzione.

Bimaim: Integrazione tra gemello digitale e sistemi di terze parti

Dalla collaborazione tra Minnucci Associati s.r.l. ed Engisis s.r.l. è nato il progetto Bimaim, che ha portato allo sviluppo di un’estensione che permette di integrare l’applicazione BIMx di Graphisoft con sistemi di terze parti, grazie al rilascio delle API 4.0 da parte della software house ungherese.

BIMx è un’applicazione fruibile da dispositivi mobili, come tablet o smartphone, che permette di gestire e interrogare il modello tridimensionale di un’opera e tutti gli elementi che lo compongono.

Il controllo dei componenti tecnologici direttamente dal modello è semplice ed è possibile interfacciarsi con tutti i tipi di BMS e sistemi domotici di un edificio che gestiscono risorse e servizi.

Accendere e spegnere luci, aprire e chiudere le tapparelle o le tende elettriche, visualizzare il flusso video DVR o la singola telecamera, gestire gli impianti di allarme e di accesso (biometrico e tastierini numerici), controllare lo stato degli impianti di riscaldamento. Questi sono solo alcuni esempi delle operazioni che si possono svolgere sui singoli componenti tecnologici.

progetto-bimaim_minnucci-associati-01.jpg
Figura 1. Visualizzazione del flusso video

Il BIMx può anche essere messo in relazione con un sistema di gestione della manutenzione (software di Facility Management), come ad esempio OpenMAINT, che da desktop permette la gestione degli edifici, degli impianti, degli asset mobili e delle relative attività di manutenzione. Sono così agevolate le richieste di manutenzione su specifici componenti dell’edificio, monitorate e validate l’esecuzione delle richieste, tenuta traccia della storia manutentiva del componente e notificati i diversi soggetti coinvolti (utente utilizzatore, gestore, manutentore).

Tramite l’estensione Bimaim è possibile avere il controllo sulle centrali di allarme agevolando l’individuazione di componenti o zone soggette a una situazione di emergenza o pericolo al fine di gestire e risolvere la problematica in maniera puntuale e veloce.

progetto-bimaim_minnucci-associati-02.jpg
Figura 2. Segnalazione e individuazione dell'elemento soggetto a situazione di emergenza

Sono supportate le attività di censimento: navigando il modello, sia che ci si trovi sul campo che da remoto, si possono individuare i nuovi elementi da rilevare, ma anche aggiornare o modificare le informazioni già presenti e in caso di incongruenze o lacune e segnalarle. In tal modo si tengono sempre allineati database e datasheet esterni e mantenendo il twin model sempre allineato all’edificio reale.

progetto-bimaim_minnucci-associati-03.jpg
Figura 3. Censimento e aggiornamento delle informazioni di un oggetto

Il progetto bimaim di Minnucci Associati ed Engisis rappresenta un traguardo pionieristico nel campo dell’OPEN BIM per la gestione degli edifici virtuali.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su