Ponti del Bacino del Po: ecco il decreto del MIT sulla messa in sicurezza

Il decreto del MIT del 3 gennaio 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, dispone l’assegnazione delle risorse a favore delle città metropolitane delle province territorialmente competenti e dell’ANAS per la messa in sicurezza dei ponti esistenti e la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti con problemi strutturali di sicurezza

ponte-controlli.jpg

Il decreto del MIT (di concerto con il MEF) "Messa in sicurezza dei ponti esistenti e realizzazione dei nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti con problemi strutturali di sicurezza nel Bacino del Po", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.65 del 12 marzo 2020, dispone l’assegnazione delle risorse a favore delle città metropolitane delle province territorialmente competenti e dell’ANAS Spa per la messa in sicurezza dei ponti esistenti e la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti con problemi strutturali di sicurezza nel bacino del Po.

Vediamo le principali disposizioni di interesse anche per professionisti tecnici e imprese di costruzioni.

Termini per la progettazione, aggiudicazione degli interventi

  • i soggetti attuatori sono tenuti ad approvare le progettazioni definitive/esecutive, previo parere di cui all'art. 215, comma 3 del Codice Appalti, degli interventi sui ponti esistenti e ad effettuare l'aggiudicazione dei lavori entro e non oltre ventiquattro mesi dalla data di erogazione della prima rata di finanziamento. Per la realizzazione di nuovi ponti tale termine è da intendersi ai fini dell'approvazione del progetto definitivo.

Utilizzo delle risorse

Le risorse sono utilizzate esclusivamente per:

  • a) la progettazione, la direzione lavori, il collaudo, i controlli in corso di esecuzione e finali, nonchè le altre spese tecniche necessarie per la realizzazione dei lavori, indagini e rilievi preliminari alla progettazione, purche' coerenti con i contenuti e le finalità della legge e del presente decreto;
  • b) la realizzazione di nuovi ponti e degli interventi di manutenzione straordinaria e di adeguamento normativo delle diverse componenti dell'opera, l'installazione di sensoristica di controllo dello stato dell'infrastruttura;
  • c) la realizzazione di interventi di miglioramento delle condizioni di sicurezza dell'infrastruttura esistente anche in termini dei dispositivi di sicurezza passiva installati.

IL DECRETO DEL MIT DEL 3 GENNAIO 2020 E' SCARICABILE IN FORMATO PDF


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su