ELEZIONI INARCASSA: c’è qualcuno che vuole arricchirsi con i nostri soldi?

Sono passati diversi giorni dal mio articolo in cui sollecitavo una maggiore informazione sull’elezioni INARCASSA "Si vota per INARCASSA, si vota digitale: troppo silenzio intorno a questa elezione ?" ed, ecco, qualcosa si è mosso.

Questa mattina (15.03.2020) mi è arrivata una informativa sulle elezioni, direttamente a firma del Presidente Giuseppe Santoro.

voto-elettronico-inarcassa-01.jpg

Dunque, chi può farlo, voti.

Il Presidente e collega Giuseppe Santoro ha risposto a un sollecito da parte di alcuni delegati di fare slittare le elezioni. Ecco il testo.


"Il Presidente

Care Colleghe, cari Colleghi,

Vi chiederete perché ci ostiniamo a non fermare le votazioni che si svolgeranno dal 16 al 20 marzo per il rinnovo del Comitato Nazionale dei delegati di Inarcassa.

Perchè il 30 giugno decadrà l'attuale CND.  In questo momento di crisi in cui tutto è prorogato, con il voto elettronico abbiamo gli strumenti per essere artefici della nostra autonomia.

Ogni mese, di ogni anno, vengono impegnati oltre 50 milioni di euro in pensioni di vecchiaia, anticipate ordinarie e posticipate, di invalidità, reversibilità, in sussidi ai figli disabili gravi e non, sussidi straordinari, risorse per calamità naturali, maternità, paternità, inabilità temporanea, assistenza, sostegno alla professione, mutui.

Per consentire tutto questo è necessaria l’operatività che solo un CND ed un CdA rinnovati possono assicurare. Diversamente, con buona pace di molti, altri potrebbero decidere per noi.

Dunque, chi può farlo, voti.

E’ indispensabile eleggere gli organi di governo entro giugno 2020. Si tratta di una pressante necessità - e non di ostinazione - per garantire la continuità amministrativa della nostra Cassa di previdenza.!”


Non avrei voluto commentare. Ma quel "Dunque, chi può farlo, voti." è difficile da digerire.

Cosa significa ?! che Inarcassa si rende conto che ci sono territori, per esempio, gran parte della Lombardia dove sia difficile per i colleghi votare ma vuole andare lo stesso ?! che quindi è consapevole che il voto sarà viziato dal Coronavirus ma non vuole bloccarlo ?!

Mah, non voglio schierarmi. Aggiungo qualche ulteriore considerazione.

Pochi architetti e ingegneri sanno delle elezioni di INARCASSA

Il problema della mancanza di coinvolgimento degli iscritti esiste.

Con INGENIO abbiamo fatto un sondaggio. Solo il 22% delle persone di dichiara informato delle elezioni. Troppo pochi.

La testa dei liberi professionisti oggi è, come quella di tutti quanti, rivolta a problemi più contingenti.

Ma in queste ultime settimane - ad eccezione di una mail fatta di domenica mattina, oggi - non si è fatta informazione.

sondaggio-quanti-sanno-delle-elezioni-inarcassa.jpg

8 professionisti su 10 non sono aggiornati delle elezioni di INARCASSA

Forse è stata una svista.

In mancanza di una campagna istituzionale il pericolo peggiore è che accada quello che è successo con le ultime elezioni: gli Architetti di Milano non hanno avuto un rappresentante non avendo raggiunto il quorum. Il pericolo è quindi che la prossima assemblea dei delegati non abbia la rappresentanza di molti ordini, a cominciare da quelli delle grandi città dove è difficile raggiungere il quorum.

Sarebbe un problema importante e grave.

Il nuovo Consiglio si troverebbe ad avere un potere enorme, senza contraltari, senza una "opposizione", e questo potrebbe consegnare la cassa a chi vuole arricchirsi. Di modi ce ne sono tanti: partecipazione ai consigli di amministrazione dove Inarcassa è socio importante (sarebbe interessante saperlo già degli ultimi 5 anni), affidamento di incarichi professionali su immobili di Inarcassa o appalti finanziati da Inarcassa (anche di questo non sappiamo nulla), ... sono tutti mezzi legali, ma che ovviamente dovrebbero essere pubblicati in trasparenza (forse lo sono, ma non ho trovato dove).

Il problema esiste, non lo dico io: lo ha scritto propro il Presidente Santoro in una recente comunicazione.

DAMMI IL TUO CELLULARE ... c’è qualcuno che vuole arricchirsi con i nostri soldi

La comunicazione, non sò a quanti sia stato inviata ne perchè io l'abbia ricevuta, invece di darmi le date dell’elezioni, mi chiedeva una cosa particolare, di fornirgli il mio cellulare … "per creare un gruppo privato che servirà anche a fronteggiare gli attacchi vergognosi di chi punta solo ad arricchirsi alle spalle di Inarcassa, senza avere a cuore un grande bene comune per noi liberi professionisti: la previdenza.

comunicazione-santoro--inarcassa.jpg

La comunicazione di Santoro arrivata per Email

Il pericolo che INARCASSA vada in mano nelle mani di qualcuno che vuole arricchirsi con i nostri soldi esiste. Ma chi è ?

Santoro è candidato a Siracusa per gli Architetti. A chi sta pensando quindi ? il suo concorrente è uno solo, l'altro candidato. Si tratta dell’arch. PITINO VINCENZO, che essendo il suo antagonista diretto di fatto si sentirebbe dare di quello che non ha cuore la previdenza della professione, di quello che forse vuole arricchirsi con Inarcassa. Pittino, che ha già la missione quasi impossibile di competere con una persona che ha la foto nella Home page del sito di Inarcassa, il luogo dove uno si deve collegare per votare. Non credo che abbia queste mira delittuose.

Qualcuno mi ha scritto per mail - ma non mi pronuncio se abbia ragione o meno, ognuno decida da solo - se sia corretto che il Presidente in pectore, mentre è ancora in carica, vada a formare un gruppo riservato di persone, magari di delegati, tutto ciò mentre siamo ancora in fase di approvazione di bilancio, di funzionamento nell’ente, … ovvero mentre svolge ancora la sua funzione istituzionale. Credo che lo Statuto di Inarcassa e il regolamento delle elezioni non lo vieti e che sia legittimo

Qualcun altro mi ha scritto - ma anche in questo caso lascio al lettore la valutazione - che considerata la “visibilità istituzionale” di cui Giuseppe Santoro già gode, sarebbe stato il caso di non fare una campagna personale. E' anche vero che lo Statuto prevede che chi vuolo fare parte dei delegati Inarcassa deve ricandidarsi, quindi anche il collega Santoro ha diritto di farlo. 

Ma qui torno a una mia considerazione fatta in altri articoli: non sarebbe il caso di revedere in futuro che le cariche di controllo non siano ripetibili per più di un mandato. In questo modo si evideterebbe il problema. 

In ogni caso vorrei tornare alla sua accusa molto grave che lancia con il suo comunicato. Se c’è qualcuno che vuole arricchirsi con i nostri soldi ci dica chi è ! Lo scriva a chiare lettere. Per il ruolo che ricopre non può lanciare il sasso e poi ritirare la mano. Ci dica chi è. Io no, non sono candidato :-)

5.000 euro se il professionista muore per il CORONAVIRUS

L’attuale Consiglio di Amministrazione, che ricordo è formato da: Arch. Giuseppe SANTORO (Presidente), Ing. Franco FIETTA (Vice Presidente), Arch. Gianfranco AGOSTINETTO, Arch. Antonio Marco ALCARO, Ing. Nicola CACCAVALE, Ing. Silvia FAGIOLI,  Ing. Antonio FASULO, Arch. Filippo FRANCHETTI ROSADA, Ing. Claudio GUANETTI, Arch. Marina MARTINOTTI, Ing. Ester RUTILI ha deliberato i provvedimenti per sostenere i liberi professionisti in questa emergenza COVID-19

Ingenio ha pubblicato il testo integrale del provvedimento INARCASSA (consiglio la lettura integrale).

Li riepilogo in breve.

I provvedimenti deliberati da Inarcassa in sintesi

1. Sussidio una tantum per nucleo familiare agli iscritti e pensionati a seguito di positività a COVID-19, di uno o più componenti il nucleo (coniuge o figli aventi diritto alla pensione ai superstiti):

• € 5.000 per decesso;

• € 3.000 per ricovero;

• € 1.500 per positività senza ricovero.

2. Assistenza sanitaria: copertura da ricovero per COVID-19 Indennità giornaliera di 30 euro fino ad un massimo di 30 gg per gli iscritti in regola e per i pensionati in caso di ricovero per contrazione del coronavirus.

3. Fondo di garanzia con l’istituto di credito tesoriere Per chi non ha merito di credito è allo studio la costituzione di un fondo di garanzia specifico per sostenere gli iscritti che hanno difficoltà ad accedere ai finanziamenti.

4. Finanziamenti a interessi zero per gli iscritti di qualunque età Finanziamenti fino ad € 50.000 senza interessi, da restituire in 5 anni per tutti gli iscritti in regola con gli adempimenti. Come per i Prestiti d’onore Inarcassa si farà carico del 100% della quota interessi.

5. Rinvio dei termini di pagamento

a) Contributi minimi anno 2020 - b) Rateazione conguaglio 2018 SDD - c) Pagamenti ricompresi tra 1° marzo e il 30 giugno 2020:

• Sospesi tutti i pagamenti ricompresi tra il 1° marzo e il 30 giugno 2020 (rate di piani in corso, nuovi addebiti). La riscossione riprenderà a partire dal 31/7/2020. Si potrà pagare con i bollettini Mav già emessi entro la nuova scadenza senza interessi.

6. Sospensione delle azioni di riscossione e di accertamento

Sono sospese fino al (31/12/2020) tutte le nuove azioni di riscossione coattiva su importi scaduti relativi ad anni precedenti il 2020. Fanno eccezione le azioni di recupero già avviate mediante: ruoli affidati all’Agente di Riscossione (AdER) e azioni giudiziali. Sono altresì sospese le attività di accertamento contributivo.

7. Regolarità contributiva per debiti rateizzati presso AdER

Il certificato di regolarità contributiva viene rilasciato anche ai contribuenti (professionisti/società) che presentano debiti affidati ad AdER, per i quali è stato concesso dall’Agente di Riscossione un piano di rateazione regolarmente rispettato.

Un provvedimento con importi ben definiti: 5.000 euro se si muore, 30 euro al giorno di diaria per chi sta in ospedale.

Abbiamo fatto un sondaggio sulla nostra pagine Facebook su queste decisioni.

sontaggio-per-gradimento-inarcassa-coronavirus.jpg 

La base non ha gradito, 9 liberi professionisti su 10 non sono soddisfatti. Ma questi numeri non sono sufficienti a comprendere i commenti degli iscritti, che sono arrivati a decine.

Per leggerli è sufficiente andare in qualsiasi gruppo che sia legato a ingegneri e architetti.

Qualcuno ha postato i corrispettivi che prendono le figure elettive che dirigono INARCASSA, a cominciare dai 150.000 euro del collega Santoro. La rabbia dimostrata è stata tanta.

LUNEDI’ CI SONO LE ELEZIONI, CHE FARE ?

Avrei preferito, in questo momento non dover votare.

Avrei preferito in questo momento concentrami sulla mia attività, pensare a organizzare il lavoro di chi opera da casa, disporre i presidi che si sono aggiunti con il testo concordato tra governo, sindacati e confindustria, preoccuparmi del rapporto con i clienti ... con il magone della notte mal dormita per tutti i pensieri che il Coronavirus ci sta portando.

Ma questo Consiglio di Amministrazione di Inarcassa ha deciso. Non c'è opzione, dobbiamo votare.

E allora votiamo. Perchè nei prossimi quattro giorni si decideranno i nuovi amministratori del nostro futuro, delle nostre pensioni.

Il voto è digitale. E questo è un aiuto. Ma è abbastanza complesso. Abbiamo pubblicato un articolo visibile a questo LINK "Speciale Elezioni INARCASSA: pareri e istruzioni per l'uso"

dove trovare le informazioni e un video di istruzione semplificato.

Io voterò.

Buon voto a tutti e soprattuto un abbraccio a tutti colleghi perchè si possa - sperando di fare a meno dei ricchi sussidi e diarie di Inarcassa - di superare questo momento.

previdenza-inarcasssa-risparmio-sostenibilita.jpg