Pandemic Architecture: un concorso di idee per nuovi modi di abitare

Dal 17 novembre, giorno in cui è stato segnalato il primo caso di Covid-19 a Wuhan in Cina, al 11 marzo 2020, giorno in cui l'OMS ha dichiarato lo stato di Pandemia, la vita di milioni di persone è cambiata. La casa è ritornata ad essere il "rifugio" dell'uomo, il bunker che protegge un'umanità disarmata. "I tempi straordinari richiedono un design straordinario", è con questa consapevolezza che Archisearch.gr bandisce il concorso di idee Pandemic Architecture.

pandemic-architetecture---wuhan-costruzione-ospedale.jpg
Immagine "simbolo" della costruzione dell'ospedale Covid-19 di Wuhan, 1000 posti letto in solo 10 giorni

Architettura e salute: nuovi modi di abitare con e dopo la Pandemia

Cosa non mi soffisfa dello spazio della mia casa? Come sarà la mia città domani? In quanti ci siamo posti queste domande durante questa quarantena forzata a causa del diffondersi del Coronavirus nel mondo.

In risposta a come potrebbero essere i nuovi modi dell'abitare di domani, la piattaforma greca Archisearch.gr ha lanciato il concorso di idee Pandemic Architecture volto a raccogliere idee innovative sui nuovi modi di abitare sviluppati durante l'emergenza sanitaria.

I bisogni dei cittadini sono mutati, di conseguenza cambiano la nostre città e le nostre case. Quello che ci ha insegnato questa situazione è che il rapporto architettura e salute è forte.

Architettura pandemica: come sarà la casa e la città di domani?

Nel mondo in gran parte urbano e interconnesso di oggi, i focolai di malattie infettive e altre emergenze di salute pubblica rappresentano una vera minaccia per le grandi città.

Pandemic Architecture vuole indagare, attraverso lo strumento della progettazione, gli scenari di vita, di lavoro, di turismo e del tempo libero presenti e futuri dove le pandemie e i virus entreranno a far parte della quotidianità.

"Mentre il mondo affronta nuove minacce per la salute globalizzate, è necessario progettare la casa / la città di domani, vivendo in tempi in cui pandemie e virus faranno parte della nostra vita quotidiana"

In quest'ottica, gli architetti dovranno imparare a diventare garanti della salute pubblica di una comunità, riuscendo ad affrontare da un lato il numero sempre più elevato di malati e, dall'altro, mantenere la vita nelle città il più "normale" possibile.

Urbanisti, architetti, designer, studenti e artisti sono quindi invitati a presentare le loro idee sull'architettura pandemica, a livello territoriale o architettonico e d'interni, su di un sito a propria scelta, reale o immaginario.

La Giuria del concorso PANDEMIC ARCHITECTURE

  • Lydia Kallipoliti, New York, USA
  • Ora Ito, Paris, France
  • Roberto Palomba, Milan, Italy - Palomba Serafini Associati
  • Sophia Vyzoviti, Greece 
  • Tom Lindblom,London, UK -  Gensler 
  • Marianthi Tatari, Amsterdam, The Netherlands - UN Studio
  • Kyriakos Chatziparaskevas, London, UK - Heatherwick Studio

L'OpenCall resterà aperta fino al 20 maggio

>>> Scopri di più sul concorso di idee Pandemic Architecture


coronavirus-campagna-iorestoacasa.jpg

Ecco l'approfondimento di INGENIO con tutte le NEWS sul CORONAVIRUS, i LINK alle NORMATIVE e alle pagine più utili, e la modulistica da utilizzare.