Una impostazione del rischio incendio nelle costruzioni storiche

L'analisi del rischio di incendio di costruzioni storico-artistiche risulta di difficile applicazione perché attualmente non è possibile l'utilizzo di formati probabilistici ben consolidati (es. analisi di fragilità).

Si devono, infatti, considerare i seguenti motivi: 

  1. in primo luogo, l'analisi del rischio di incendio è una questione complessa a causa degli aspetti peculiari dell’evento stesso (ad es. evento a bassa probabilità, dipendente dal comportamento umano e dalle contingenze, …): la ricerca è ancora in corso al fine di sviluppare schemi per la considerazione coerente in scenari a rischio multiplo;
  2. gli edifici del patrimonio culturale sono sistemi strutturali complessi dal punto di vista dell'analisi del rischio di incendio: la loro analisi può presentare problemi critici a causa di molti aspetti interagenti (ingegneria, architettura e contesto ambientale);
  3. gli edifici storici sono solitamente costruiti con materiali sensibili all’incendio (ad es. legno) o a bassa resistenza (ad esempio muratura storica);
  4. infine, l'espressione delle perdite indotte dai rischi nelle “metriche monetarie” comuni utilizzata nelle analisi dei rischi per le strutture moderne può essere priva di significato a causa del valore culturale non quantificabile sia dell'involucro che del contenuto dell'edificio.

notre-dame-brucia-interno-4.jpg
Nell'immagine l'incendio di Notre Dame a Parigi, 15-16 aprile 2019

Analisi del rischio incendio di un edificio storico-artistico: il caso studio del Duomo di Modena

Il presente contributo affronta i temi sopra menzionati e presenta un esempio di analisi del rischio di incendio con un caso studio relativo ad un edificio specifico, il Duomo di Modena. L'analisi del rischio incendio è condotta con il metodo dell'albero degli eventi, mentre il comportamento strutturale è studiato attraverso modelli avanzati non lineari agli elementi finiti per valutare le prestazioni dell'edificio in termini probabilistici. I risultati sono espressi in termini di curve di rischio relative a un periodo prestabilito, il che rende il risultato finale compatibile con i quadri comuni di analisi dei rischi comunemente accettati per altri eventi (ad es. terremoti). 

Questo lavoro e’ stato sviluppato con il support dei fondi PRIN 2015 MiCHe - Mitigating the Impacts of natural hazards on Cultural Heritage sites, structures and artefacts.

SCARICA L'ARTICOLO IN ALLEGATO