Attività edilizia in Fase 2 Covid-19: il vademecum ANAC per la ripartenza di gare di progettazione e cantieri

L'Autorità Anticorruzione ha pubblicato un vademecum con le procedure semplificate già previste dal Codice Appalti, tra le quali l’omissione di uno o di entrambi i primi due livelli di progettazione per i servizi di ingegneria e architettura e la richiesta di pagare subito i lavori già realizzati

moodboard-design-project-700jpg.jpg

L'ANAC ha messo a disposizione delle stazioni appaltanti un documento - vademecum che illustra tutte le procedure semplificate cui si può fare ricorso in caso di crisi o urgenza, per velocizzare l’apertura dei cantieri edili nel rispetto del Codice Appalti.

Inoltre, l'Autorità Anac segnalato al Governo che, per dare sostegno alle imprese, sarebbe opportuno consentire alle Stazioni Appaltanti di pagare subito i lavori già conclusi, rientranti in appalti sospesi a causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19.

Riapertura cantieri e appalti veloci

  • è possibile il ricorso alla procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando per ragioni di estrema urgenza derivanti da eventi imprevedibili dall’amministrazione aggiudicatrice
  • in caso di urgenza, è prevista la possibilità di esaminare le offerte prima della verifica dei requisiti, anche per gli affidamenti nei settori ordinari;
  • è consentito il ricorso all’affidamento diretto ad un operatore economico preselezionato, se quest’ultimo risulta essere l’unico in grado di consegnare le forniture necessarie nel rispetto dei vincoli tecnici e temporali imposti dall’estrema urgenza;
  • quando, per motivi di urgenza, si procede all’affidamento con procedura negoziata senza bando o all’esecuzione diretta, i subappaltatori possono autocertificare il possesso dei requisiti;
  • il termine tra l’aggiudicazione e la stipula del contratto può essere abbreviato se è stata presentata una sola offerta, se l’appalto è basato su un accordo quadro, nel caso di appalti specifici basati su un sistema dinamico di acquisizione, per importi inferiori alla soglia comunitaria nel caso di acquisto effettuato attraverso il mercato elettronico;
  • in certi casi, si può dare avvio all’esecuzione del contratto in via di urgenza. La possibilità è riconosciuta per ovviare a situazioni di pericolo per persone, cose, animali, igiene e salute pubblica, patrimonio storico, artistico, culturale e nei casi in cui la mancata esecuzione immediata della prestazione determina un grave danno per l’interesse pubblico, compresa la perdita di finanziamenti comunitari;
  • il ruolo di supporto al RUP può essere svolto da professionisti esterni se non vi è adeguata professionalità all’interno.

Gare di progettazione

  • se, per motivi di urgenza, i termini per le varie procedure non possono essere rispettati, si può fare ricorso alla procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando;
  • è consentita inoltre l’omissione di uno o di entrambi i primi due livelli di progettazione, purché il livello successivo contenga tutti gli elementi previsti per quello omesso, salvaguardando la qualità della progettazione.

Pagamento immediato lavori già realizzati

Con un altro atto di segnalazione, inoltre, l'Anac ha sottolineato che la normativa vigente non prevede l’emissione di uno Stato avanzamento lavori (SAL) in corrispondenza della sospensione dell’attività. Secondo l’Anticorruzione, invece, una norma in tal senso aiuterebbe le imprese, che dopo il lockdown soffrono per la crisi di liquidità.

E' stato quindi chiesto di consentire alle Stazioni appaltanti di emettere lo Stato di avanzamento lavori, anche in deroga alle disposizioni della documentazione di gara e del contratto, limitatamente alle prestazioni eseguite sino alla data di sospensione dei lavori a causa dell’epidemia in corso.

IL VADEMECUM E L'ATTO DI SEGNALAZIONE SONO SCARICABILI IN FORMATO PDF


coronavirus-campagna-iorestoacasa.jpg

Ecco l'approfondimento di INGENIO con tutte le NEWS sul CORONAVIRUS, i LINK alle NORMATIVE e alle pagine più utili, e la modulistica da utilizzare.