Stereoplexia: immaginare strutture composte da elementi modellati in modo tale da incastrarsi a vicenda

Lo scorso 25-26 giugno 2020 si è tenuto il primo workoshop italiano dedicato ai Gusci e alle Strutture Spaziali, IWSS2020. Per conoscere più nel dettaglio alcuni degli argomenti trattati INGENIO in collaborazione con la Società Italiana di Scienza delle Costruzioni sta pubblicando alcuni abstract con la relativa presentazione VIDEO della memoria.

In questo contributo si presentano strutture composte da blocchi modellati in modo tale da incastrarsi a vicenda dalla cui analisi strutturale si apre la strada ad un nuovo modo di ripensare le strutture in pietra


interlooking-domes.JPG

La progettazione di strutture costituite da elementi modellati per incastrarsi a vicenda

Il titolo di questa presentazione è l’ambiziosa proposta di un neologismo, ottenuto modificando il termine “stereotomia” per suggerire che lo scopo del nostro studio non è tagliare pietre ma tesserle.

Vengono presentate alcune strutture non tradizionali, in quanto composte da blocchi modellati in modo tale da incastrarsi a vicenda e anche, in alcuni casi, perché includono un nuovo tipo di rinforzo in acciaio.

interlooking-domes-1.JPG

La progettazione geometrica di tali sistemi ha richiesto lo sviluppo di alcuni metodi presentati brevemente nel video. La loro analisi strutturale introduce un nuovo modo di pensare le strutture in pietra, in cui i blocchi, a causa del loro incastro, resistono a flessione. Conseguentemente, questi esempi aprono la strada per riscrivere le strutture in pietra superando lo schema tradizionale del funicolare inverso.

interlooking-domes-3.JPG


GUARDA IL VIDEO DELLA PRESENTAZIONE 

iwss2020-locandina.JPG

>>>Il report dell'evento IWSS2020, il primo workoshop italiano dedicato ai Gusci e alle Strutture Spaziali

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su