Una “scossa” per l’edilizia italiana

30/10/2020 1929

G&P Intech sponsor di un importante convegno tenutosi il 16 ottobre 2020 al SAIE, Salone delle costruzioni di Bologna. Il convegno dal titolo "RIPARTI ITALIA Ricostruzione e prevenzione sismica Sismabonus Superbonus110 condomini" è stato promosso dall’Ordine degli Ingegneri di Bologna e dall’Ordine degli Architetti di Bologna, in collaborazione con G&P Intech, Enel x, Enea. Alla giornalista Deborah Annolino il compito di moderare il convegno.

gp-intech_-convegno-saie-riparti-italia_-ad-communication.jpg

Ricostruzione post sisma: Riparti Italia, il coraggio di dare una "scossa" al settore non manca

"Sulla ricostruzione post sisma e sulla necessità di ricorrere agli strumenti di prevenzione in un paese come l’Italia, altamente sismico, l’attenzione è posta da tutti gli operatori dell’edilizia, delle imprese e delle costruzioni. Oltre una centinaia i partecipanti al convegno di venerdì 16 ottobre organizzato al SAIE dal titolo “Riparti Italia”. Il coraggio di dare una “scossa” al settore non manca e tra le domande ce n’è una che si leva a gran voce: a che punto siamo in Italia con il processo di ricostruzione? - scrive Deborah Annolino, che poi prosegue - Dal primo degli eventi sismici del 2016 ad oggi sono trascorsi 4 anni senza che si siano visti grandi risultati. Tante polemiche, fiumi di ordinanze ed una burocrazia che in Italia è il primo vero limite alla ripresa. Alle sfide della Ricostruzione e della Prevenzione sismica dovremo rispondere con rapidità da qui ai prossimi anni. In un quadro normativo che finalmente sembra evolversi grazie all’impegno di uomini di Governo e Dipartimenti istituiti ad hoc, quali Casa Italia, svolgono un ruolo determinante gli incentivi fiscali, sismaecobonus per agevolare e in alcuni casi sbloccare una “lentezza burocratica che non è più sostenibile” come ha affermato l’Avv. Giovanni Legnini, Commissario Straordinario alla ricostruzione in Centro Italia". 

“Riparti Italia” è l’augurio condiviso da tutti in un momento storico segnato dalla pandemia, acuito dall’incertezza per il futuro e dalla fragilità di un patrimonio immobiliare anagraficamente datato.

Il primo segnale positivo è la partecipazione massiccia al convegno, svoltosi nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza della Fiera. Presenti ingegneri, architetti, esperti di sismica e di tutta la filiera dell’edilizia provenienti da Bologna e da altri centri principali della Regione. Evidente è la volontà unitaria di “rialzarsi”, mettendo in rete saperi, competenze e tecnologie innovative, costituendo una base comune.

"Non dimentichiamo che l’Italia è un paese di eccellenze; è qui che grazie alla ricerca e allo sviluppo sono nate tecnologie moderne senza precedenti: ad esempio l’isolamento sismico come ci spiega l’ingegnere e dirigente ENEA Paolo Clemente e presidente ASSISI (Anti-Seismic Systems International Society) poi adottato e applicato in larga parte in Giappone e in molti paesi d’Europa -  precisa Deborah Annolino - Illuminato l’intervento dell’Ing. Fabrizio Curcio, ex capo della Protezione Civile e oggi alla guida del Dipartimento Casa Italia, che da remoto ha illustrato alla platea i limiti ma anche le opportunità di cui beneficiare sul tema della ricostruzione post sisma nell’Aquila, in Emilia-Romagna, nelle regioni del centro Italia colpite duramente dal terremoto."

L’ipotesi di un coordinamento nazionale, con una conseguente omogeneizzazione dei percorsi potrebbe certamente aiutare a snellire da una parte e fare chiarezza agli enti locali dall’altro.

Durante il convegno l’Ing. Curcio ha ribadito inoltre l’importanza di un testo unico specificando che: “non sarà il ‘libro magico’ o l’enciclopedia che aiuterà a risolvere tutto, ma deve essere un testo che ci consente di affrontare nelle diversità le varie ricostruzioni”.

>>> Leggi il comunicato completo

G&P INTECH: il brand che investe in sicurezza ecosostenibile

AD Communications ha ringraziato pubblicamente il gruppo industriale vicentino G&P Intech, leader nelle tecnologie antisismiche attivo sulle scene nazionali e internazionali, nella persona dell’Amministratore Delegato dell’Ing. Giorgio Giacomin per aver avuto l’idea e la capacità di mettere a sistema, in un momento così complesso, le diverse parti di una filiera che mostra le energie giuste per affrontare la crisi.

>>> Visita il sito di G&P Intech