Costruzioni in zona sismica: cambiano le regole in Toscana. I dettagli

11/02/2021 2039

Il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza alcune modifiche alle leggi regionali sull’edificazione in zona sismica e sulla gestione dei rifiuti

ristrutturazioni-02-700.jpg

Novità importanti, in Toscana, per quanto riguarda le norme sulle costruzioni in zona sismica.

Il Consiglio regionale ha infatti approvato a maggioranza alcune modifiche alle leggi regionali sull’edificazione in zona sismica e sulla gestione dei rifiuti: ad illustrarle, in aula, ci ha pensato la presidente della commissione Territorio e ambiente, Lucia De Robertis (Pd).

Le modifiche alle norme sull’edificazione in zona sismica si sono rese necessarie in seguito alla sentenza della Corte costituzionale n. 2 del 2021, che ha dichiarato illegittime alcune disposizioni della legge regionale 9/2019. Nello specifico:

  • accertamento di conformità in sanatoria per gli interventi realizzati nelle zone a bassa sismicità: si prevede che in assenza di titolo abilitativo si debba produrre la certificazione di rispondenza delle opere alla normativa tecnica vigente, sia al momento della realizzazione, sia al momento di presentazione dell’istanza;
  • permesso di realizzazione degli interventi: si applica anche alle “varianti” e non più “solo a quelle che comportano mutamenti sostanziali alle strutture portanti”.