Caro Ministro Enrico Giovannini, si occupi di infrastrutture e trasporti, ne abbiamo bisogno

Lettera aperta al nuovo Ministro delle Infrastrutture e Trasporti

Caro Enrico (Giovannini),

se penso ai tuoi predecessori al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, posso evidenziarti che uno viene ricordato per una marca di orologi, un altro per essersi tenuto nel cassetto le NTC per due anni prima di farle uscire mentre si interessava soprattutto di Jus Soli, un altro per essere passato in una galleria (Brennero) non ancora costruita e di volerne bloccare un'altra (Torino - Lione) da costruire, e infine una per i suoi rapporti con la Juve e il caso Suarez.

Non posso che augurarti per essere ricordato per qualcosa di più interessante e, in particolare, inerente al tuo mandato istituzionale.

ENRICO-GIOVANNINI---INGENIO-02.jpg

 

Al MIT avrai tante occasioni per poterlo fare, occupandosi per esempio di: digitalizzazione delle costruzioni, messa in sicurezza delle infrastrutture esistenti, semplificazione normativa, rinnovo dell'organizzazione della pubblica amministrazione, riduzione della vulnerabilità sismica del patrimonio immobiliare e storico nazionale, costruzione delle infrastrutture dove oggi mancano (asse su gomma Mestre-Roma, asse ferroviario tra Napoli e Bari, secondo binario in tanti assi primari e secondari), aumento della resilienza territoriale rispetto agli eventi climatici e idrogeologici, una legge per la qualità dell'architettura ... 

Noi, con Ingenio, non smetteremo mai di stimolarti con le nostre proposte, gli approfondimenti, i commenti alle norme e leggi e ... non mancheranno critiche o applausi quando ce ne saranno i motivi.

In bocca al lupo, 

Andrea Dari


Chi è Enrico Giovannini

Il prof. Enrico Giovannini è del 1957, e insegna Statistica economica all’università Tor Vergata di Roma nel corso di laurea in Analisi e politiche per lo sviluppo sostenibile e in Statistica.

E' un appassionato ed esperto di politiche per lo Sviluppo sostenibile, materia di cui è docente di Sviluppo sostenibile anche alla Luiss di Roma: ha fondato nel 2016 l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (Asvis) con l’obiettivo di far crescere e sviluppare anche in Italia una cultura della sostenibilità in vista degli obiettivi dell’Agenda 2030.

L’Asvis, di cui Giovannini è oggi portavoce, riunisce oltre 290 tra istituzioni, associazioni e gruppi della società civile, tra università, Terzo settore, fondazioni private. 

Presidente Istat

Giovannini è stato presidente dell’Istat dal 2009 al 2013, dando una importante spinta rinnovatrice all’Istituto, aprendolo ad una maggiore collaborazione con gli altri istituti europei e rendendolo uno dei più autorevoli istituti di statistica del mondo.

Ministro del Lavoro con Letta

Nel 2013 è stato chiamato dall’allora presidente del Consiglio Enrico Letta a guidare il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali (fino al 2014).

Precedentemente, nel 2011 era stato chiamato da Silvio Berlusconi a guidare il “Gruppo di lavoro Economia non osservata e flussi finanziari”.

Dal 2014 è Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica. Oggi, tra le altre cose, è presidente dell’European Statistical Governance Advisory Board, l’organismo che supervisiona gli istituti statistici europei.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su