Bonfiglioli Evo, il progetto di fabbrica digitale ad elevata efficienza energetica

La scelta di affidarsi al calcestruzzo prefabbricato per rispondere alle esigenze di risparmio energetico e resistenza al fuoco che pochi altri materiali avrebbero garantito. E' il caso del progetto Bonfiglioli EVO, un edificio certificato NZEB, la cui progettazione e realizzazione delle strutture sono state affidate alla competenza di Truzzi SpA.


 

Aziende con standard qualitativi elevati come Bonfiglioli Riduttori sanno quanto importante sia garantire la sicurezza e il benessere dei propri dipendenti e salvaguardare il know-how aziendale. Questo ha portato la committenza a preferire una struttura prefabbricata in calcestruzzo e di affidarsi a Truzzi S.p.A. per la progettazione e realizzazione delle strutture prefabbricate del progetto Bonfiglioli EVO, edificio certificato NZEB (nearly zero energy building – edificio con consumi di energia quasi a zero).

 

Gli edifici NZEB e il rapporto sinergico con il calcestruzzo 

Il risparmio energetico è considerato uno degli obiettivi primari per uno sviluppo sostenibile del comparto delle costruzioni. Ad oggi, infatti, è possibile realizzare edifici industriali che garantiscono basse emissioni e ridotto dispendio energetico

Consideriamo che i principali consumi di un edificio sono imputabili a: 

  • riscaldamento
  • raffrescamento
  • produzione di acqua calda sanitaria
  • elettricità per illuminazione
  • dispositivi elettronici 
  • ventilazione meccanica

Come può la scelta del materiale costruttivo mitigare questi consumi?

Un edificio NZEB ha come obiettivo quello di mitigare i consumi sopra citati. Essendo realizzato secondo i principi della progettazione sostenibile e bioclimatica, l’edificio deve essere:

  • integrato nel contesto
  • correttamente orientato
  • in grado di sfruttare al meglio le risorse naturali come il sole e il vento
  • ben isolato
  • alimentato ad energia rinnovabile 
  • dotato di impianti ad efficienza energetica 

 

Diminuire i consumi grazie all’utilizzo del calcestruzzo

Le scelte progettuali sono quindi fondamentali nella realizzazione di un edificio ad elevata efficienza energetica, a partire dai materiali scelti. Per ottenere una diminuzione dei consumi, infatti, l’edificio ideale dovrebbe trattenere il più possibile il calore al suo interno durante l’inverno. Mentre in estate, l’entrata del calore all’interno dell’edificio dovrebbe essere ritardata il più possibile. L’edificio dovrebbe inoltre avere ventilazione naturale, raffrescamento passivo e ridurre al minimo le dispersioni.

Le strutture in calcestruzzo per loro natura hanno una massa considerevole che, oltre a contribuire ad abbattere il consumo energetico, offre condizioni climatiche più confortevoli per le Persone che lavorano all’interno degli edifici. In estate gli edifici in calcestruzzo rimangono freschi più a lungo nell’arco della giornata, grazie alla massa che fornisce un’elevata inerzia termica ritardando così il riscaldamento delle superfici interne e permettendo condizioni di maggior benessere nelle ore lavorative. 

In inverno un’adeguata coibentazione, possibile grazie alla progettazione di pannelli di tamponamento e sistemi di copertura, contribuisce ad abbattere il consumo di combustibile per il riscaldamento, diminuendo le dispersioni di calore.

 

La resistenza al fuoco delle strutture in calcestruzzo 

Un’esigenza che la committenza ha espresso fin dalle prime fasi del progetto era la necessità di avere un edificio che garantisse resistenze al fuoco elevate, valutando un materiale che, in caso di incendio, potesse salvaguardare la parziale integrità delle strutture e tutelare l'incolumità delle Persone. 

In caso di incendio, la presenza del calcestruzzo isola le armature in acciaio all’interno dei manufatti, proteggendoli e ritardando il collasso dei manufatti stessi. 

Il calcestruzzo non è combustibile e non alimenta quindi il carico di incendio. Inoltre, non rilascia, a differenza di altri materiali, sostanze nocive né per l’uomo né per l’ambiente quando soggetto ad elevate temperature. Qualità che, in caso di incendio portano a ridurre, o comunque posticipare, i rischi di collasso delle strutture in c.a., favorendo l’evacuazione degli occupanti e gli interventi di spegnimento.

A Truzzi S.p.A. è stata affidata la progettazione e la realizzazione di 20.000 metri quadrati di strutture prefabbricate, all’interno di un progetto che ne occupa più di 58 mila. Una fabbrica digitale che è diventata il più grande stabilimento in Italia di motoriduttori con una capacità produttiva impressionante, grazie al nuovo stabilimento il Gruppo Bonfiglioli potrà produrre oltre un milione di pezzi l’anno.

 

le strutture prefabbricate della Truzzi per il progetto della Bonfiglioli Evo

Photo credits: Andrea Brintazzoli

 

Bonfiglioli Evo, un progetto complesso che unisce innovazione e design

"Alla base dell’opera c’è l’intenzione di mettere a dialogo innovazione e qualità della vita, creando uno spazio che da un lato migliori i cicli produttivi, dall’altro sia un workspace in cui il personale possa sentirsi parte fondamentale dell’azienda, possa muoversi in un ambiente libero da barriere fra funzioni e ruoli differenti, in cui una visione orizzontale del lavoro restituisca a ogni singolo dipendente la centralità della propria attività." 

Le parole di Open Project responsabile della progettazione dell’intero progetto EVO, tra gli studi di progettazione più innovativi e conosciuti del panorama bolognese che conta numerosi progetti di rilievo a livello nazionale e internazionale. 

 

La centralità del capitale umano per le scelte progettuali

Al centro della smart factory il capitale umano, filo conduttore del nuovo mega – stabilimento. Lo confermano le scelte che hanno interessato le opere prefabbricate progettate e realizzate da Truzzi S.p.A. che si è occupata della realizzazione del nuovo stabilimento dedicato alla produzione e all’assemblaggio, incluse le aree destinate alla Ricerca e Sviluppo e alla ristorazione. 

La copertura del nuovo stabilimento dedicato alla produzione e all’assemblaggio, è realizzata con tegoli alari Ondal e serramenti Shed. La collaborazione dei due elementi contribuisce all’elevata efficienza energetica dell’edificio.

La ventilazione naturale favorita dagli Shed contribuisce al raggiungimento di un benessere interno ottimale. L’utilizzo di questo serramento, inoltre, favorisce l’ingresso della luce naturale, ideale in edifici di grandi dimensioni, dove una finestratura perimetrale non sarebbe sufficiente.

Tre aree specifiche della copertura sono state realizzate con tegoli TT a copertura piana, realizzate appositamente per posizionare gli impianti industriali realizzati da Ing. Ferrari S.p.A., leader nella progettazione e costruzione di impianti tecnologici ad alta efficienza. 

I pannelli di tamponamento del nuovo stabilimento dedicato alla produzione e all’assemblaggio sono stati realizzati ad hoc con una particolare sagomatura scalettata. In fase di definizione del progetto, il cliente aveva richiesto un layout che ricordasse la sagoma delle fabbriche manufatturiere “di una volta”.

 

le strutture prefabbricate della Truzzi per il progetto della Bonfiglioli Evo

Photo credits: Andrea Brintazzoli

 

L’edificio dedicato alla Ricerca e Sviluppo è situato nel lato sud – ovest del progetto EVO ed è stato realizzato con pannelli di tamponamento orizzontali e coperture con tegoli a solaio TT. 

Un ulteriore elemento che contribuisce a garantire il comfort degli ambienti di lavoro è il livello di incidenza dei raggi solari lasciati passare dalle superfici vetrate più esposte al sole (requisito progettuale Asol,est). Considerare questo aspetto nella progettazione di un edificio porta ad un maggior controllo degli apporti solari agli ambienti interni consentendo di ridurre i consumi di energia elettrica per il raffrescamento.

 

le strutture prefabbricate della Truzzi per il progetto della Bonfiglioli Evo

Photo credits: Andrea Brintazzoli

 

Bonfiglioli Evo, dove “Evo” sta per Evolution, è un progetto altamente evoluto, dove la tecnologia e l’innovazione, così come le architetture e il design, sono al servizio delle persone, pensate e progettate per offrire benessere oltre che funzionalità. Un ulteriore esempio di visione imprenditoriale in cui le persone sono il punto di partenza e il fine, e mai un mezzo. 

Scopri tutte le soluzioni prefabbricate di Truzzi SpA e affidati alla sua competenza