Facciata ventilata: l’importanza di un sistema di ancoraggio durevole, flessibile e facile da montare

Aderma Srl ha realizzato un sistema di ancoraggio per facciate ventilate denominato "Sistema S" capace di garantire oltre che sicurezza e durabilità anche facilità di montaggio e semplicità di intervento in caso di manutenzione.

Il “Sistema S” è un sistema a telaio, composto da profili verticali in acciaio e angolari orizzontali in alluminio con fissaggio a scomparsa, utilizzabile con diversi tipi di materiale di rivestimento.


 

Le facciate ventilate sono molto apprezzate per la loro valenza estetica e per il positivo contributo all’efficienza energetica dell’edificio; per questo l’attenzione in fase progettuale si concentra molto sulla scelta del materiale di rivestimento e della texture, sul materiale isolante e sulla dimensione dell’intercapedine.

Il sistema di ancoraggio, invece, tende spesso a passare in secondo piano nonostante il suo ruolo sia fondamentale in termini di sicurezza e durabilità.

 

Sistema S: il sistema di ancoraggio per facciate ventilate di Aderma

In Aderma, dall’esperienza maturata in 20 anni di progettazione e realizzazione di facciate ventilate, è nato il “Sistema S”, che garantisce:

  • sicurezza e durabilità;
  • ampia versatilità in fase di progettazione;
  • facilità, precisione e velocità di montaggio;
  • possibilità di intervento in qualsiasi punto della facciata durante la vita dell’edificio, per lo smontaggio e rimontaggio delle singole lastre. 

Sistema S: il sistema di ancoraggio per facciate ventilate di Aderma

Il “Sistema S” è un sistema a telaio composto da profili verticali in acciaio e angolari orizzontali in alluminio con fissaggio a scomparsa.

Può essere utilizzato per realizzare facciate ventilate con diversi tipi di materiale di rivestimento: lastre lapidee, estrusi in ceramica, estrusi in cotto, ricomposti, ecc.

Il suo campo applicativo consente l’utilizzo di rivestimenti aventi spessore minimo pari a 16 mm e peso massimo di circa 100 kg/m2; la sua messa in opera necessita solo che il materiale di rivestimento sia lavorato con una fresatura continua inferiore e superiore, comunemente definita “kerf”, di soli 3 mm di spessore e 12 mm di profondità

Il sistema è stato brevettato nel 2008 e i suoi elementi sono prodotti in regime di qualità ISO9001:2008 e sono certificati CE (secondo la norma 1090).

Aderma offre costantemente ai progettisti supporto in fase di progettazione e di stesura dei capitolati tecnici; per gli studi che progettano in BIM, inoltre, è stato realizzato il  blocco BIM del sistema.

A disposizione un software ad hoc per la progettazione delle facciate ventilate

La volontà aziendale di fornire un servizio a 360° ha determinato la nascita di un nuovo software di calcolo per le facciate ventilate, realizzato in collaborazione con BeEngineered srl: al suo interno, il progettista può facilmente scegliere il “Sistema S” o gli altri sistemi commercializzati da Aderma, per essere guidato nella creazione automatica e parametrizzata di tutti i modelli di calcolo necessari per lo svolgimento delle verifiche di sicurezza della facciata.

Sistema S: il sistema di ancoraggio per facciate ventilate di Aderma

Serie S: gli elementi del sistema

Il Sistema S è composto da profili verticali a C tipo K2 in acciaio Inox o zincato profilati a freddo, asolati posteriormente a passo 50 mm e tagliati a misura in base al progetto. La scanalatura continua verticale dei montanti permette, tramite apposite piastre antislittamento, l’inserimento frontale e una regolazione millimetrica della posizione degli angolari reggilastra.

I profili verticali sono posizionati a passo prestabilito dal progetto e distaccati dalla muratura tramite apposite mensole  distanziatrici, dimensionate in funzione al peso del rivestimento. La sezione della mensola è studiata appositamente per ridurre il ponte termico puntuale dell’ancoraggio e realizzare un’intercapedine areata tra le lastre di rivestimento e l’isolamento del tamponamento in modo da mantenere asciutto ed efficiente l’isolamento termico sia in estate che in inverno.

gli elementi del sistema di ancoraggio serie S

Le mensole portanti sono fissate alla trave di bordo in cemento armato tramite appositi tasselli e permettono una regolazione di ±20 mm per la correzione del fuoripiombo dell’edificio. 

I profili verticali sono controventati al tamponamento tramite barre filettate e ancoranti adatti al tipo di supporto.

Gli angolari reggilastra tipo S1, in alluminio 6060 T6, sono realizzati per sostenere e trattenere la lastra su tutta la lunghezza creando un appoggio continuo a vantaggio della sicurezza e della velocità di posa del rivestimento. La controventatura del rivestimento avviene tramite l’inserimento del gancio a scatto, in acciaio inox AISI 304 HV240, nella fresata praticata sulle coste superiori delle lastre (kerf). Completano il sistema l’angolare di chiusura S2 e l’angolare di partenza S3.

L’accoppiamento tra profilo montante e angolare reggilastra è stato studiato per garantire massime flessibilità e velocità di posa; grazie alla piastra di connessione qualunque punto dell’angolare reggilastra può essere fissato su un qualsiasi punto del profilo montante.

 

I Vantaggi del sistema di ancoraggio "Sistema S"

Versatilità

La caratteristica principale dei sistemi a telaio è che la posizione dei profili verticali non è vincolata alla larghezza delle lastre, pertanto l’installazione può essere eseguita indipendentemente dal casellario del rivestimento.

Il sistema può essere utilizzato indistintamente per rivestimenti con texture a fughe verticali allineate o sfalsate, a correre o a mattoncino

aderma-facciata-ventilata-ancoraggi-4.JPGFlessibilità applicativa

L’installazione della sottostruttura e la posa delle lastre possono essere separate in due fasi distinte. Questo genera una serie di vantaggi quali ad esempio:

  • poter tralasciare la posa di una o più lastre giunte in cantiere con misure errate
  • saltare la posa delle lastre in corrispondenza dei ganci fissa ponteggio
  • posizionare il rivestimento dalla cima alla base dell’edificio in modo da procedere contemporaneamente allo smontaggio dei ponteggi

Riduzione dei ponti termici

Grazie alla struttura a telaio si ottiene una diminuzione dei fissaggi sulla muratura di tamponamento, riducendo i ponti termici localizzati nelle posizioni delle piastre portanti e di controvento.

Velocità di posa

Diversi elementi del sistema S contribuiscono ad assicurare una posa precisa e veloce, in virtù delle:

  • riduzione del numero di fissaggi a muro;
  • accoppiamento montante traverso in qualsiasi punto grazie alle piastre di connessione;
  • continuità di posa anche in caso di assenza del materiale di rivestimento e/o impossibilità a posare alcune lastre (per esempio in prossimità dei ganci fissa ponteggio).

Facilità di posa

Operare su sottostrutture realizzate con profili metallici agevola la fase di messa in piombo della sottostruttura per un’ottimale verticalità e orizzontalità del rivestimento. La possibilità di avere un angolare continuo orizzontale e delle piastre scorrevoli di fissaggio permette grosse tolleranze sulla posa della sottostruttura verticale. Il sistema di aggancio delle lastre a scatto è un’operazione molto semplice e con pochi margini di errore.

Sicurezza

La posa delle lastre con ganci presuppone che in questa fase non sia necessario l’utilizzo di chiavi o strumenti elettrici, evitando così la caduta dall’alto delle attrezzature di lavoro ed il rischio di folgorazione. L’eventuale caduta del singolo gancio, viste le piccole dimensioni, non è fonte di rischi.

Manutenzione

Il sistema garantisce lo smontaggio e il rimontaggio di ogni singola lastra, così da consentire qualsiasi manutenzione si renda necessaria durante la vita utile dell’edificio: sostituzione di lastre rotte o danneggiate, interventi su condotti impiantistici e pluviali posati dietro ai rivestimenti, ispezioni o interventi sul materiale isolante, ecc.

Tali interventi sono peraltro di semplice attuazione, rapidi e sicuri. Non necessitano il montaggio di ponteggi perché potranno essere effettuati tramite l’utilizzo di piattaforme mobili.

 

La sostituzione di una lastra

Il sistema S consente la sostituzione di ogni singola lastra in modo semplice. Occorre infatti eseguire le 3 seguenti fasi di lavoro.

Fase 1. Taglio dei fissaggi

Con una smerigliatrice angolare, si tagliano i gancetti superiori di fissaggio della lastra attraverso la fuga orizzontale.

La sostituzione di una lastra

 

Fase 2. Rimozione della lastra

Una volta tagliati i ganci di ritegno, la lastra è svincolata dal sistema di ancoraggio sul lato superiore ed è possibile ruotarla (freccia 1) facendo perno sull’angolare inferiore e, a questo punto, rimuoverla (freccia 2) dalla facciata.

La sostituzione di una lastra

Si rimuove quindi la parte dei ganci che rimane ancorata al corrente intervenendo con una pinza.

Fase 3. Posizionamento lastra nuova

Si posiziona una nuova lastra, inserendo dei nuovi ganci a scatto nel kerf superiore. Si spinge energicamente la lastra in posizione, premendo in corrispondenza dei ganci. Si procede premendo ogni singolo gancio affinché sia udibile con certezza il rumore di scatto del fissaggio all’interno del corrente in alluminio.

Per verificare che ogni singolo gancio sia stato fissato in maniera efficace, è sufficiente l’ausilio di una ventosa, tramite la quale si applica un tiro verso l’esterno agendo in prossimità della fuga superiore.

aderma-facciata-ventilata-ancoraggi-7.JPG

Referenze 


Vuoi conoscere tutti i dettagli del sistema di ancoraggio per facciate ventilate "Sistema S"?

Visita il sito di Aderma