Superbonus 110%: proroga a fine 2022 senza limiti per i condomini confermata dalla legge Fondo PNRR

La legge 101/2021, di conversione del decreto-legge per il Fondo complementare al PNRR, conferma tutte le proroghe agli interventi di Superbonus 110% realizzati da condomini e IACP, ma 'dimentica' le opzioni sconto in fattura e cessione del credito.


Superbonus 110%: le proroghe confermate dal Fondo complementare PNRR

Le proroghe del Fondo complementare al PNRR (Piano nazionale di ripresa e resilienza) sono ufficiali: lo si evince dalla pubblicazione, nella Gazzetta Ufficiale n.160 del 6 luglio, della legge n.101/2021 del 1° luglio, di conversione con modificazioni del DL 59/2021 (in allegato è scaricabile il testo coordinato tra decreto e legge di conversione, con evidenziate le modifiche).

In virtù di questa pubblicazione (ed immediata entrata in vigore), quindi, sono già valide le proroghe previste dal DL 59/2021 (Fondo complementare al PNRR) relative ai condomini e agli istituti autonomi case popolari (IACP), ovvero i due beneficiari di cui all'art. 119, comma 9, rispettivamente lettera a) e c) del Decreto Rilancio.

Nello specifico:

  • per i condomini c'è tempo fino al 31 dicembre 2022, senza l'obbligo si aver realizzato il 60% dei lavori (stato avanzamento lavori o SAL) entro il 30 giugno 2022;
  • per gli IACP (Istituti autonomi case popolari), la proroga è fino al 30 giugno 2023 con opzione fino al 31 dicembre 2023 se a fine giugno 2023 viene raggiunta quota 60% del SAL.

 

Niente opzioni alternative (per ora)

Nella legge di conversione non sono state inserite però le proroghe alle opzioni alternative previste per il 2022 (cioè sconto in fattura e cessione del credito) all'art. 121, comma 7-bis del Decreto Rilancio che attendono la conferma dell'Europa per essere considerate effettive.

Superbonus 110% e condomini: proroga al 2022 senza SAL confermata dalla legge Fondo PNRR

Le scadenze (ad oggi) del Superbonus 110%

Ad oggi, questa è la situazione:

  • persone fisiche (edifici unifamiliari): 31 dicembre 2021 (NB - con approvazione del Consiglio UE, questa data si sposterebbe al 30 giugno 2022);
  • persone fisiche con edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità: 31 dicembre 2022 con SAL al 60% entro il 30 giugno 2022, altrimenti 30 giugno 2022;
  • condomini: 31 dicembre 2022 (senza SAL);
  • IACP: 31 dicembre 2023 con SAL al 60% entro il 30 giugno 2023, altrimenti 30 giugno 2023;
  • altri fruitori: 31 dicembre 2021 (NB - con approvazione del Consiglio UE, questa data si sposterebbe al 30 giugno 2022).

IL DECRETO 59/2021, COSI' COME CONVERTITO IN LEGGE 101/2021, E' SCARICABILE IN FORMATO PDF