Ingegneria Sismica: dopo 50 anni torna in Italia il Congresso Mondiale

Giovedì 14 ottobre 2021 a Roma si terrà l’evento celebrativo dei primi dieci anni dell’Associazione Ingegneria Sismica Italiana (ISI).

L'evento per il decennale sarà anche l’occasione per fare il punto su quanto ISI sta programmando in vista del 18° Congresso Mondiale di Ingegneria Sismica che si terrà nel 2024 a Milano.

 

La World Conference on Earthquake Engineering in Italia: un riconoscimento internazionale

La World Conference on Earthquake Engineering (WCEE): è l'evento internazionale più importante per fare il punto sulla sismica e non solo a livello scientifico.

Dopo dopo l’edizione di Roma del 1973, l'Italia ritrova il Congresso con un ruolo da protagonista nell'ambito della materia tecnica e scientifica.

L’evento, che si svolge ogni quattro anni, ha attrattività mondiale e richiama migliaia di ricercatori ed esponenti del mondo professionale e industriale del settore dell’ingegneria sismica.

 

L'Associazione ISI Ingegneria sismica italiana celebra il decennale

 

Un traguardo raggiunto grazie all'impegno congiunto delle realtà più rappresentative del settore che hanno saputo riportare in Italia l’evento scientifico internazionale più importante nell’ambito dell’ingegneria sismica.

Un importante lavoro di squadra il cui successo è stato determinato dalle sinergie tra le associazioni Anidis e ISI (Ingegneria Sismica Italiana) che rappresentano, rispettivamente, il mondo accademico e quello delle aziende e dei professionisti, insieme ad AIM Group International, società specializzata in congressi internazionali e Mico Milano Convention Centre.

È stato fondamentale inoltre il supporto della Fondazione Eucentre (Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica), così come il coinvolgimento delle Istituzioni e delle principali aziende attive nell’ambito dell’ingegneria sismica in Italia.

Un risultato ambito da tanti Paesi, ma che ha visto l'Italia primeggiare sulle candidature di diverse Nazioni come Francia, Canada, Nuova Zelanda e India.

«Il Congresso mondiale di Ingegneria Sismica torna in Italia dopo 51 anni e il riconoscimento ottenuto dall'International Association for Earthquake Engineering (IAEE) per noi è motivo di grande orgoglio - ha commentato Franco Daniele, vicepresidente e consigliere di ISI - grazie all'impegno sinergico con Anidis ed Eucentre, il nostro Paese ha battuto grandi competitor mondiali e tra pochi anni avremo modo di far conoscere il know-how italiano in materia di ingegneria antisismica. L'Italia è molto cresciuta in conoscenza e tecnologia legate agli eventi sismici».

 

Conosci ISI? Scopri di più sull'Associazione