Scan to BIM e Superbonus: i vantaggi delle moderne tecnologie Slam

Come ottenere automaticamente un modello BIM da una nuvola di punti e come fare progettazione architettonica, calcolo energetico e interventi agevolabili in modo più efficiente e veloce. Speech e case history alla Convention ACCA 2021.


Il rilievo: la prima cosa da fare quando si inizia un progetto

Oggi la maggior parte dei progetti nasce da una preesistenza. Soprattutto in un Paese come il nostro, con un importante patrimonio edilizio storico e con un’abbondante saturazione del fabbisogno edilizio e dell’occupazione del suolo.

In un’ottica di miglioramento dal punto di vista del risparmio energetico o della sostenibilità ambientale dell’esistente, sono stati pensati e posti in essere dal legislatore una serie di incentivi fiscali, culminati lo scorso anno nel Superbonus 110%.

Si tratta di una grande manovra, in un periodo storico veramente particolare, per rilanciare l’economia e promuovere la riqualificazione energetica e sismica del patrimonio immobiliare italiano.

Questa misura è pensata per ingenerare, al netto di eventuali distorsioni come l’aumento dei prezzi delle materie prime, un meccanismo virtuoso di mercato che offre benefici a tutti i soggetti coinvolti: il cittadino, che può ristrutturare l’abitazione a condizioni estremamente agevolate che possono arrivare anche al costo zero, e che può in questo modo ridurre il costo delle bollette e valorizzare il proprio patrimonio immobiliare; l’impresa, che può aumentare il proprio fatturato grazie al maggior volume di lavori; lo Stato può rendere più efficienti e più sicure le abitazioni e sostenere l’aumento dell’occupazione e del reddito.

La prima operazione da compiere quando si inizia un nuovo progetto è il rilievo; e, a maggior ragione per quanto fin qui espresso, il rilievo dell’esistente. Si tratta di un’operazione lunga e dispendiosa.

Quante volte ci è capitato che, ultimato il rilievo e la sua restituzione grafica salta fuori una misura non correttamente acquisita che può vanificare il lavoro?

Le tecniche per il rilievo si sono evolute, di pari passo con l’innovazione tecnologica; le tecnologie avanzate per il rilievo digitale sono ormai mature: tra esse la fotogrammetria, l’uso del drone, il laser scanner.

Scan to BIM e Superbonus: i vantaggi delle moderne tecnologie Slam

 

Tecniche di rilievo del patrimonio architettonico esistente per una gestione delle informazioni tramite il metodo BIM

Oggi è possibile effettuare il rilievo dell’ambiente costruito, oltre che con laser scanner e drone, anche con tecnologia Slam (Simultaneous Localisation And Mapping), che consente di acquisire facilmente i dati e ottenere nuvole di punti in tempi rapidissimi.

Il passo successivo è l’ottenimento in maniera assistita del modello BIM a partire dalla nuvola di punti che consente poi tutte le varie analisi.

Scan to BIM è il processo che cattura l’ambiente costruito utilizzando la tecnologia di scansione laser 3D e lo trasforma in un modello BIM integrato.

Il risultato del rilievo con Laser Scanner, opportunamente elaborato attraverso specifici software, costituisce una nuvola di punti (point cloud) ovvero un insieme di punti distribuiti in uno spazio tridimensionale. La point cloud può essere importata in un software di modellazione BIM ed utilizzata per ottenere un modello digitale dell’esistente.

 

Dalla nuvola di punti al modello BIM: guarda il video

 

 

Il modello BIM così ottenuto rispecchia fedelmente la realtà rilevata attraverso Laser Scanner ed è completo di informazioni grafiche, metriche, geospaziali e metadati. Lo Scan to BIM è quindi una scelta strategica rispetto alla traduzione di un classico rilievo in CAD: il processo è più veloce ed il risultato migliore.

Oggi sono sempre di più gli studi e le aziende che hanno scelto di adottare la metodologia BIM e con essa di adottare questa innovativa metodologia di rilievo. I vantaggi sono evidenti:

  • un modello BIM, completo e preciso, rappresentante lo stato di fatto al grado di dettaglio desiderato e utilizzabile immediatamente come base per la progettazione;
  • una nuvola di punti, testimonianza dello stato attuale del manufatto, sempre consultabile;
  • foto a 360° di interni ed esterni, per una facile navigazione dell’edificio a supporto delle attività di progettazione;
  • la certezza e sicurezza che le informazioni e i dati ricevuti sono affidabili, senza dover temere successive incongruenze in fase di realizzazione;
  • il pieno rispetto delle scadenze ed il tempo per dedicarsi ad altre attività, oggi prezioso;
  • tutti i vantaggi di una progettazione sviluppata secondo metodologia BIM.

 

Scan to BIM e SLAM al servizio del Superbonus alla Convention ACCA 2021

Alla Convention ACCA 2021 si parlerà delle nuove tecniche di rilievo e delle strumentazioni più efficaci per ottimizzare le procedure.

Dal 16 al 19 novembre, nel ricco panel di incontri e webinar della Convention, tre appuntamenti saranno dedicati proprio ai processi, metodi e strumenti per passare dal rilievo con nuvole di punti al modello BIM, con Speech con esperti del settore e case history di successo con relatori del mondo universitario.

Martedì 16 novembre doppio appuntamento. Alle ore 11 ed alle ore 16,30 verrà illustrato il processo BIM di digitalizzazione del costruito tramite tecnologia laser scanner, la creazione del gemello digitale e come fare progettazione architettonica, calcolo energetico e interventi agevolabili in modo più efficiente e veloce.

Sarà l’occasione per conoscere nuove soluzioni volte a semplificare il lavoro dei professionisti del settore delle costruzioni che, soprattutto in questo ultimo periodo, sono chiamati ad un impegno straordinario connesso all’erogazione del superbonus.

Con esperti del settore verrà mostrato il valore aggiunto del rilievo 3D e presentato un efficace e produttivo workflow di rilievo finalizzato alla redazione delle pratiche per il Superbonus 110%.

Giovedì 18 novembre alle ore 16 verrà presentato il caso studio dell'Università Mediterranea. 

 

banner-acca-convention.jpg

 


 SCOPRI IL PROGRAMMA DELLA CONVENTION ACCA


 ACCA.jpg

 

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su