Autopsia di un ponte collassato: una lezione d'ingegneria

Giuseppe Andrea Ferro, ordinario di Scienze delle Costruzioni al Politecnico di Torino e Direttore DISEG, riassume lo studio presentato alla prima conferenza di Eurostruct - European Association on Quality Control of Bridges and Structures, svoltasi a Padova dal 29 agosto al 1° settembre 2021. 

Il lavoro di ricerca ha riguardato l'analisi delle cause che hanno portato al crollo di una campata del viadotto "La Reale" in Piemonte.


Collasso determinato dal deterioramento dei cavi di precompressione

In seguito ad eventi recenti, la vulnerabilità del sistema infrastrutturale italiano è diventato un argomento di forte interesse da un punto di vista scientifico. La ricerca consiste nell’analizzare le cause che hanno portato al collasso di una campata del viadotto "La Reale" situato in Piemonte (Italia).

Il collasso è stato determinato dal deterioramento dei cavi di precompressione a causa di uno stato avanzato di corrosione, che ha ridotto l’azione di precompressione portando al collasso fragile dell’impalcato. Questo significativo stato di deterioramento a cui era soggetto il ponte non è stato evidenziato durante le varie ispezioni avvenute dagli operatori, poiché i fenomeni di degrado superficiali presenti sul calcestruzzo erano di difficile attribuzione al tipo di fenomeno che si stava sviluppando.

I risultati presentati con tale studio permettono di trovare una correlazione tra sintomi presenti nella struttura con il collasso che è avvenuto, proponendo due nuovi voci da aggiungere alle schede di difettosità per la valutazione del degrado di questa tipologia di strutture.

 

 A QUESTO LINK LE ALTRE MEMORIE PRESENTATE A EUROSTRUCT