Quali sono le fasi e gli strumenti di lavoro del progetto BIM?

Un excursus nei vari Paesi per cui abbiamo sviluppato il software MagiCAD e un approfondimento dei principali strumenti digitali di progettazione MEP.


Adozione del BIM nei vari Paesi europei

La storia dell’adozione del BIM è diversa nei vari Paesi europei, come mostra l’immagine seguente.

La maggior parte dei Paesi hanno dato una definizione alle fasi di lavoro del progetto BIM. 

Tali definizioni possono essere molto differenti da un posto all’altro, sia in termini di obiettivi che di contenuti.

Adozione del BIM in Europa
Noi utilizzeremo qui un modello generalizzato che si riferirà alle seguenti fasi: 

  1. Progettazione preliminare, 
  2. progettazione concettuale, 
  3. progettazione schematica, 
  4. progettazione di dettaglio e costruzione.

Alcuni Paesi vanno oltre la costruzione e hanno quindi un numero maggiore rispetto alle cinque fasi di lavoro menzionate.

Le diverse fasi di progettazione BIM, Paese per Paese

Quali sono gli strumenti digitali per la progettazione MEP?

Il lavoro di progettazione MEP viene svolto principalmente durante la fase di dettaglio e, in questa fase, bisogna ammettere che ci sono pochi strumenti a disposizione dei progettisti. 

Gli strumenti di progettazione digitale odierni consentono ai progettisti MEP di essere coinvolti in modo più semplice ed efficace soprattutto durante la fase di costruzione, a partire dalla definizione dei requisiti e delle linee guida MEP durante la pianificazione iniziale del progetto, fino a garantire successivamente una gestione fluida dei sistemi installati durante la costruzione.

 

Impianti in BIM, parliamo di progettazione MEP

 

Ma come raggiungere alcuni degli obiettivi in ambito MEP comuni a ciascuna fase di lavoro con strumenti e flussi di lavoro in MagiCAD per aiutare i progettisti MEP?

Poiché le definizioni esatte dei requisiti di progetto sono diverse tra i vari paesi, abbiamo descritto gli elementi comuni alla maggior parte dei sistemi MEP.

Le diverse fasi della progettazione BIM MEP

Il progetto concettuale MEP

Quali strumenti per il progetto concettuale?

In questa fase concettuale viene identificato un primo layout del progetto dell’edifico insieme alle sue diverse aree e pertinenze. Ciò generalmente include la definizione di vani e di zone (identificati con colori differenti) per i diversi servizi MEP e un primo sviluppo della loro rete. Includendo in questo modello iniziale, i dati che riguardano i locali e i carichi di progetto stimati, viene consentita anche l’esecuzione di una prima stima energetica.

 

Contenuti comuni richiesti dal progetto MEP

Distribuzione iniziale dei sistemi MEP

Al fine di supportare la progettazione dei locali del modello architettonico, vengono analizzate le possibili soluzioni da adottare per i sistemi MEP. In questa fase si può pensare allo sviluppo delle varie reti dei sistemi MEP da installare nell’edificio per facilitare le decisioni e la comparazione di soluzioni alternative nei vari ambiti progettuali.

I sistemi MEP includono:

  • la ventilazione; 
  • l’idraulico;
  • l’elettrico;
  • la prevenzione incendi;
  • i sistemi per l’automazione dell’edificio.

Anche schemi di massima dei sistemi proposti possono essere preparati per illustrarne i requisiti e la logica di funzionamento. 

Il sistema di identificazione di oggetti e dispositivi 

Un sistema di identificazione viene sviluppato per classificare i vari dispositivi e gli elementi dei sistemi MEP che saranno installati nell’edificio. l sistemi di identificazione possono essere basati su codifiche e nomenclature specificate dall’utente e agevoleranno i vari partecipanti al progetto, provenienti da discipline differenti, nelle fasi di lavoro successive. 

Tipi di locali e vani 

La creazione di tipi di locali e vani per categorie ricorrenti in un progetto permette una migliore stima, valutazione e visualizzazione delle zone MEP. Stime illuminotecniche e sui requisiti di climatizzazione possono essere eseguite in base ai tipi di vano assegnati. 

Vani tecnici e aperture 

Vengono scelte le posizioni per i principali locali tecnici e per gli impianti. Inoltre, vengono definite le principali aperture e forometrie, incluse quelle per le dorsali principali degli impianti MEP i cui percorsi sono definiti a livello preliminare.

 

Gli strumenti MagiCAD selezionati per la fase concettuale

Scambio di informazioni con fogli di lavoro e schede tecniche 

Crea planimetrie colorate per diverse strategie progettuali, per vari livelli di illuminazione, per differenti fasi e potenze elettriche e per altre scelte preliminari adottate per gli impianti MEP. 

Crea schede tecniche con i carichi stimati dei locali per la progettazione degli impianti MEP. 

Collegare i vani ai quadri elettrici

Collega i carichi elettrici stimati e assegnati ai vani con i quadri elettrici per una stima della distribuzione elettrica dei carichi e delle fasi. 

→ Schemi dei collegamenti elettrici 

Aggiunge i circuiti proposti e la modalità di collegamento delle utenze ai quadri elettrici senza necessità di modellare. I circuiti proposti in questa fase potranno essere collegati a quelli adottati nella fase di progettazione successiva.

 

La progettazione degli impianti può essere fatta in BIM? 

CLICCA QUI e scopri di più grazie al supporto della Guida BIM per progettisti MEP. 

magicad-focus-bim.jpg

 


Cos'è MagiCAD

magicad-logo-300.jpg

MagiCAD è una soluzione BIM per la progettazione meccanica, elettrica e idraulica (MEP), usata da migliaia di società in oltre 80 paesi. MagiCAD fornisce potenza di modellazione e calcolo per ogni disciplina MEP e permette di creare modelli BIM complessi in modo più semplice e accurato, flessibile e veloce. MagiCAD è integrato nelle piattaforme Revit e AutoCAD di Autodesk. MagiCAD è completo del più grande Cloud di prodotti MEP, con oltre un milione di modelli BIM verificati da oltre 300 produttori leader del settore.

CLICCA QUI - Scopri di più su MagiCAD



Info su MagiCAD Group 

MagiCAD Group è specializzato nello sviluppo di software e servizi per il BIM. Il nostro team di specialisti offre ai clienti soluzioni intelligenti che rendono la progettazione ed il lavoro quotidiano più semplice, veloce e redditizio. I nostri prodotti vengono usati da migliaia di aziende in tutto il mondo. La sede principale di MagiCAD si trova a Turku in Finlandia. MagiCAD fa parte del gruppo Glodon Group.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su