Mobility Manager e PSCL: pubblicate le FAQ

13/12/2021 3109

Pubblicate dal Ministero per la Transizione Ecologica le FAQ riguardanti il Piano di spostamento casa-lavoro (PSCL) e la figura del mobility manager.

La normativa riguarda imprese e PA con più di 100 dipendenti situate in capoluogo di Regione, Città metropolitana, capoluogo di Provincia o un Comune con più di 50mila abitanti.

Il documento sarà aggiornato costantemente.


Il PSCL riguarda aziende con più di 100 dipendenti  e situate in Comuni con almeno 50mila abitanti

Il Ministero per la Transizione Ecologica ha pubblicato della FAQ sulla normativa e le prassi riguardanti il mobility manager e il Piano di spostamento casa-lavoro (PSLC)

La problematica della sostenibilità occupa un ruolo sempre più importante nello scenario economico e politico globale. In particolare le emissioni di Co2 prodotte dalle attività di produzione delle aziende e dagli spostamenti che avvengono con veicoli inquinanti stanno diventando un fenomeno da monitorare costantemente.

L'Unione Europea si è mossa in questa direzione con alcune direttive comunitarie e anche i governi dei singoli stati membri hanno iniziato a promuovere leggi a favore di ambiente ed ecosostenibilità. Il governo italiano, per contribuire a limitare l'impatto ambientale delle compagnie operanti all'interno della nazione, ha emanato un decreto interministeriale che introduce l’obbligo, per le aziende con più di 100 dipendenti, di nominare la nuova figura del Mobility Manager e di redigere il PSCL. Leggi qui le FAQ.

Il documento, che sarà costantemente aggiornato, riguarda le misure introdotte dai DL 34/2020, Decreto Interministeriale n. 179 del 12 maggio 2021 e dalle Linee guida per la redazione e l’implementazione dei piani degli spostamenti casa-lavoro (PSCL). 

La normativa riguarda imprese e PA con più di 100 dipendenti situate in capoluogo di Regione, Città metropolitana, capoluogo di Provincia o un Comune con più di 50mila abitanti.