Bonus monopattini e mobilità sostenibile: la quota è fruibile nella misura del 100%

L'Agenzia delle Entrate, con il provvedimento finale, conferma che la percentuale del credito d’imposta per l’acquisto di mezzi e servizi di mobilità sostenibili tiene conto del limite di spesa ammissibile e del totale delle istanze validamente presentate.


Chi ha presentato, entro lo scorso 13 maggio 2022, istanza per la richiesta del Bonus Monopattini (acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile), potrà prendere il 100 per cento della quota fruibile visto che non è stato superato il plafond di 5 milioni di euro.

Lo specifica l'Agenzia delle Entrate nel provvedimento prot. n. 2022/176217 del 23 maggio, dove si ricordano anche le 'coordinate' dell'agevolazione.

Bonus monopattini e mobilità sostenibile: la quota è fruibile nella misura del 100%

Bonus Mobilità sostenibili: cos'è

L'art.44 comma 1-septies del DL 34/2020 riconosce un credito d’imposta, nella misura massima di 750 euro, a favore delle persone fisiche che, dal 1° agosto al 31 dicembre 2020, hanno sostenuto spese per l’acquisto di biciclette, monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione (sharing) o sostenibile.

Per accedere all’agevolazione, nel limite complessivo di spesa di 5 milioni di euro, è necessario aver consegnato per la rottamazione, nello stesso periodo, contestualmente all’acquisto di un veicolo, anche usato, con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km, un secondo veicolo di categoria M1 rientrante tra quelli previsti dal Bilancio 2019 (articolo 1, comma 1032, legge n. 145/2018).

 

La quota spettante

Con provvedimento del direttore dell’Agenzia del 28 gennaio 2022 erano state definite le modalità operative per accedere al beneficio.

Il provvedimento ha stabilito l’invio delle istanze, da 13 aprile al 13 maggio 2022, e ha demandato, nel rispetto del limite complessivo di spesa pari a 5 milioni di euro, a un provvedimento dell’Agenzia, da pubblicare entro 10 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle istanze (dunque entro il 23 maggio 2022), la comunicazione della percentuale del credito d’imposta spettante a ciascun beneficiario.

Tale quota è ottenuta fra il rapporto del tetto di spesa stanziato e l’importo delle spese agevolabili indicate nelle istanze correttamente inviate.

Quindi, visto che le domande validamente presentate sono state 3.508 e che le spese agevolabili indicate sono meno di 1,6 milioni di euro (1.579.075 euro), la percentuale fruibile da ciascun beneficiario è pari al 100 per cento dell’importo risultante dall’ultima istanza validamente trasmessa all’Agenzia.

Il credito d'imposta è utilizzabile esclusivamente nella dichiarazione dei redditi in diminuzione delle imposte dovute e non oltre il periodo d’imposta 2022.


IL PROVVEDIMENTO DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 23 MAGGIO 2022 E' SCARICABILE IN FORMATO PDF PREVIA REGISTRAZIONE AL PORTALE