Aeroporti: Mims, previsti 17 nuovi collegamenti e potenziamenti con le ferrovie

02/06/2022 3543

Il Ministro Giovannini: “La nostra strategia prevede il potenziamento dell’intermodalità e quindi investimenti ingenti sulle interconnessioni tra aeroporti e ferrovie per favorire collegamenti più rapidi e migliorare la qualità del servizio. Un piano che pone al centro le esigenze delle persone, la sostenibilità ambientale e il superamento delle disuguaglianze territoriali in termini di accessibilità alle diverse forme di trasporto, anche per favorire lo sviluppo del turismo nel nostro Paese”.


Investimento complessivo da oltre 1 mld di euro

Il Governo sta investendo per potenziare il trasporto aereo, anche grazie all’integrazione con quello ferroviario, così da migliorare il servizio offerto agli utenti e la sostenibilità del sistema complessivo. A tal fine il Contratto di Programma vigente tra Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) prevede interventi per il collegamento ferroviario con i principali aeroporti italiani per un investimento complessivo di oltre un miliardo di euro.

 

Aeroporti: Mims, previsti 17 nuovi collegamenti e potenziamenti con le ferrovie

 

Entro il 2031 saranno realizzati 17 nuovi collegamenti e potenziamenti (Alghero, Bari, Bergamo, Bolzano, Brindisi, Catania Fontanarossa, Fiumicino, Genova, Lamezia Terme, Malpensa, Olbia, Perugia, Pescara, Salerno, Trapani, Venezia, Verona), che si aggiungono ai sette collegamenti già esistenti di RFI (Trieste, Roma Fiumicino, Cagliari Elmas, Palermo Punta Raisi, Ancona Falconara, Reggio Calabria e Catania Fontanarossa) e ad altri sei da rete ferroviaria regionale o da altri sistemi di trasporto (Torino, Malpensa, Bologna, Pisa, Firenze e Bari). Inoltre, sono previsti investimenti con risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) per la sicurezza, la sostenibilità, la digitalizzazione dei sistemi di controllo del traffico aereo”. È quanto sottolinea il Ministro Enrico Giovannini intervenuto durante la conferenza stampa di Assaeroporti.

Puntiamo anche alla semplificazione e velocizzazione delle procedure per realizzare le infrastrutture e le opere dei piani di sviluppo aeroportuale, nell’ambito del nuovo Piano Nazionale degli Aeroporti in fase di preparazione con ENAC”, aggiunge il Ministro. “Come illustrato nel recente Allegato infrastrutture e Mobilità al Documento di economia e finanza, la pianificazione dell’intero sistema dei trasporti pone al centro le esigenze delle persone, delle imprese, nonché la sostenibilità ambientale e la riduzione delle disuguaglianze territoriali in termini di accessibilità alle diverse forme di trasporto. In tale quadro, consideriamo il sistema aeroportuale italiano strategico per la crescita economica e il benessere delle persone”.