Correlazione tra carico neve e vita utile per strutture tipo serre/tunnel

Nel presente articolo si riportano alcune considerazioni sulla stima del carico da neve per strutture tipo tunnel/serra regolamentate dalla norma UNI EN 13031, nella quale, il carico da neve viene definito in funzione della vita utile della struttura secondo i dettami dell’EC1-1-3. La riduzione del carico da neve in funzione del tempo di ritorno, però, è stata in auge fino all’approvazione delle NTC 2008, norma in cui è stata stralciata la parte inerente la correlazione tra carico di riferimento e tempo di ritorno. Dopo un excursus normativo sono stati presentati i risultati di un confronto in termini di carico, rapportandoli successivamente alle verifiche da eseguire. L’articolo conclude sottolineando la necessità, per una futura revisione delle NTC 2008, di reinserire una relazione di correlazione tra carico e tempo di ritorno con il fine di poter chiarire questo aspetto.

INTRODUZIONE
Negli ultimi anni si è assistito ad un aumento considerevole, nel territorio, di strutture metalliche leggere, meglio conosciute come apprestamenti agricoli oppure edifici per cicli produttivi agricoli (P. Pellegrini, M. Monti, 2007). Tali strutture risultano essere molto versatili e funzionali sia per la loro leggerezza - possono essere classificate come strutture leggere o tendostrutture - sia per la loro particolare facilità di montaggio Figura 1.



Figura 1. Tipico aprestamento agricolo tipo tunnel/serra (curtesy of Eurotunnel s.r.l.)

Tali peculiarità hanno permesso la loro diffusione non solo nelle pianure del nostro paese ma anche nell’ambito collinare o addirittura montano, ad esempio, per il ricovero temporaneo stagionale di foraggi.
Queste tipo di strutture vengono quasi sempre sottoposte ad analisi strutturale secondo i dettami della norma europea UNI EN 13031:2004 riportanti i criteri progettuali per realizzazione delle serre commerciali1. La particolarità di tale norma sta nel fatto di considerare i carichi variabili agenti sulla struttura (vento e neve) in funzione della vita utile della struttura con determinati coefficienti validati da ricerca scientifica (Scarascia Mugnozza G. et Al, 2001). I carichi così definiti vengono ridotti in funzione proprio con la vita utile della struttura. Se ad esempio la struttura viene classificata come B10 (§ 5.2.4 UNI EN 13031) i relativi carichi di vento e neve vengono determinati con un tempo di ritorno pari alla vita utile della struttura, in questo caso 10 anni. Si rammenta il fatto che tale assunzione risulta essere in accordo anche con la nota del C.S.L.P. del 23/06/1998 - precedente all’emanazione della norma Europea - recante alcune osservazioni sulla “possibilità di ridurre la velocità di riferimento del vento per strutture a tunnel e serra” e di cui si parlerà successivamente.
Sul carico da neve, però, esistono alcuni dubbi sulla corretta determinazione del valore da attribuire alla combinazione di carico, soprattutto per quanto riguarda la correlazione tra norma europea e normativa italiana. Infatti, la formulazione per stimare il carico in questione, in questi ultimi anni, ha subito diverse modifiche dettate soprattutto alla considerevole e continua variazione normativa italiana. Analizziamo quindi le differenze prescrittive.

1 A tal proposito si evidenzia come quanto asserito in (P. Pellegrini, M. Monti, 2007), “si considera non esserci alcuna sostanziale differenza fra una serra per la produzione commerciale e un qualunque altro fabbricato agricolo”

ALL'INTERNO DELL'ARTICOLO INTEGRALE SI APPROFONDISCONO:

  • QUADRO NORMATIVO
  • COMPARAZIONE
  • ESEMPI