Novità positive nel settore energia in Italia – Parla l’Ing. De Santoli, Presidente AICARR

13/07/2015 3414

Il Prof. Ing. De Santoli è intervenuto alla Prima Giornata dell’Energia il 19 giugno 2015 a Roma, mettendo in luce alcuni aspetti relativi alle novità nel settore energia in Italia. “Nell’ambito dell’energia” dice “ci sono molte notizie positive”. Secondo De Santoli, la prima notizia importante è data dall’aumento in Italia dell’energia prodotta da fonti rinnovabili. Ad oggi infatti il 40% dell’energia elettrica in Italia è rinnovabile. L’Italia sta peraltro cominciando a esportare energia all’estero, anche perché l’energia prodotta nella parte meridionale d’Italia è maggiore dell’energia effettivamente consumata. Ciò significa, secondo De Santoli, che la rete dell’energia elettrica si sta autoregolamentando e che è in atto una transizione; si stanno sviluppando e diffondendo strumenti come la diagnosi energetica e si sta puntando molto sul coinvolgimento del Paese, in particolar modo delle regioni, nella diagnosi energetica.
Un problema rilevante è tuttavia dato – ribadisce il presidente AICARR – dal non pieno funzionamento della comunicazione degli strumenti presenti nel settore energia. C’è ancora una differenza tra l’impatto che la certificazione energetica dovrebbe avere sul Paese e quello che effettivamente ha: la sua importanza deve crescere.
Nell’ambito dell’energia, inoltre – secondo De Santoli - ci sono ancora molte incongruenze, che devono essere risolte. Ad esempio, le responsabilità del professionista sono eccessive in questo settore. AICARR ritiene sia fondamentale la creazione di una “cabina di regia” tra i Ministeri e una serie di Istituzioni che operano nell’energia, per creare maggiori coordinamento e cooperazione ed eliminare la confusione. La “cabina di regia” dovrebbe essere quasi una “unità di missione”, per decidere come e in che modo organizzare gli interventi, effettuando una pianificazione organica a livello nazionale.

Vai al video

 


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su