Prestazioni energetiche degli edifici: emanato il Decreto-Legge 4 giugno 2013, n. 63

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 130 del 5 giugno 2013 il d.l. 4/6/13 n. 63 sul rendimento energetico degli edifici, provvedimento di interesse anche per il settore del calcestruzzo preconfezionato.

Si segnala la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo d.l. recante “Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell’edilizia per la definizione delle procedure d’infrazione avviate dalla Commissione europea, nonchè altre disposizioni in materia di coesione sociale”.
Il testo del nuovo provvedimento normativo contiene alcuni profili di interesse per il settore del calcestruzzo. In particolare:

  •  la definizione (all’art. 5 del d.l.) di un Piano di Azione del Governo per aumentare gli edifici a energia quasi zero entro il 31 dicembre 2014;
  •  gli obiettivi temporali descritti sempre nell'art. 5 per la realizzazione di tali edifici e gli strumenti finanziari che verranno messi a disposizione;
  •  il bonus per l’innalzamento dei livelli di efficienza energetica degli edifici (artt. 14, 15 e 16 del d.l.) che viene prorogato dalla fine di giugno al 31 dicembre 2013 e che sale dal 55% al 65% sia per i privati che per i condomìni, ma che varrà fino al 31 dicembre 2014 per i condomìni se gli interventi saranno "importanti".


Nel decreto sono previste detrazioni fiscali non solo per l’efficienza energetica, ma anche per interventi per il miglioramento e la messa in sicurezza degli edifici esistenti.
Il provvedimento pertanto, mirando ad incrementare i livelli di efficienza energetica e di sicurezza delle costruzioni, comprese quelle di nuova edificazione, incentiverà tutta una serie di interventi edilizi, fra cui quelli sull'involucro edilizio.