presentato il NUOVO SAIE: COSTRUIRE MEGLIO IN CITTA' INTELLIGENTI

18/09/2013 2579

'Better building & Smart Cities', costruire meglio in città intelligenti.

E' questa l'oggetto centrale della 49/a edizione di Saie, il salone dell'innovazione edilizia, dal 16 al 19 ottobre alla Fiera di Bologna.

Tra le novità dell'edizione 2013, il Forum per il nuovo costruire che, dopo la sperimentazione 2012, diventa permanente e tre appuntamenti che si svolgeranno in contemporanea con Saie: la Smart City Exhibition, Ambiente & Lavoro ed Expotunnel.

In totale sono attesi oltre 800 espositori su una superficie che supererà 50mila mq. ''Con il nuovo Saie - ha detto il presidente di Bolognafiere, Duccio Campagnoli - abbiamo voluto realizzare una vera e propria piattaforma fieristica per il mondo del costruire italiano, per le imprese, i tecnici, gli esperti, i professionisti, i progettisti dei cantieri di edifici e infrastrutture, perché per far uscire il settore dalla crisi sono necessari un cambio di visione e un allargamento delle aree di impegno''.


Saie 2013 si inserisce in un momento tra i più difficili della storia dell'edilizia italiana: dall'inizio della crisi sono stati persi 446mila posti di lavoro, il numero di concessioni edili si è ridotto ad un quarto, le compravendite sono dimezzate e i livelli di produzione sono regrediti a quelli di 40 anni fa. L'obiettivo di Saie è quello di rilanciare il settore, proponendo un nuovo modo di costruire che passa da qualità energetica e sicurezza.

http://www.youtube.com/watch?v=9Rqo2FwrUiU&feature=share&list=PL085810A316068293

Sicurezza che, in Italia (e in Emilia-Romagna) è principalmente dal rischio sismico. Per questo, un'area di Saie sarà dedicata alla ricostruzione dell'Emilia in collaborazione con la Regione.

Dal punto di vista dell'approfondimento scientifico è stato reso permanente il Forum Saie con un comitato scientifico diretto da Marco Savoia e Andrea Dari.

Ogni giorno il forum da un General meeting al quale parteciperanno protagonisti del mondo istituzionale italiano ed europeo: 7 membri del governo (tra cui il ministro per le infrastrutture, Maurizio Lupi, il collega agli affari regionali, Graziano Delrio, e quello all'ambiente, Andrea Orlando), numerosi sindaci (dal presidente Anci e primo cittadino di Torino, Piero Fassino, ai colleghi di Milano, Verona e Bologna, Giuliano Pisapia, Flavio Tosi e Virginio Merola), rappresentanti delle regioni, dell'Ue e docenti universitari. Un programma che si intreccerà con quello delle altre tre manifestazioni in contemporanea con Saie: 'Smart city exhibition', seconda edizione dell'evento dedicato alle Smart Cities e al loro sviluppo, organizzato da Bolognafiere con il Forum PA; 'Ambiente Lavoro', mostra-convegno che tratta in modo approfondito i temi connessi alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; e, infine, 'Expotunnel' il primo Salone professionale dedicato alle tecnologie del sottosuolo.


Alla Conferenza Stampa sono intervenuti oltre al Presidente Duccio Campagnoli, GIancarlo Muzzarelli, assessore alle attività produttive Regione Emilia Romagna, Marco Savoia, direttore scientifico di SAIE, Norbert Lantschner, consulente di SAIE per il Green Habitat, Sergio Crippa, Presidente Federbeton, Johan Waldner, Amministratore di Lignius, Nino Leanza, organizzatore di Expo Tunnel e Carlo Mochi Sismondi, amministratore di Smarti City Exhibition.


Intervento di Duccio Campagnoli
Presidente Bologna Fiere

Bologna, 18 settembre 2013

PRONTO IL NUOVO SAIE 2013 “BETTER BUILDING & SMART CITIES”
insieme con
SMART CITY EXHIBITION, EXPOTUNNEL, AMBIENTE E LAVORO

È ormai pronto il nuovo SAIE 2013, dal 16 al 19 ottobre a BolognaFiere.
Con l’edizione dello scorso anno, dedicata a tutti i nuovi e grandi temi, divenuti ineludibili con il drammatico evento del sisma in Emilia e la grande crisi che attraversiamo, abbiamo chiamato a raccolta per un lavoro comune le Associazioni imprenditoriali e il Mondo della Ricerca e dei Professionisti, per la riqualificazione e il rilancio dell’industria delle costruzioni in Italia, costituendo un FORUM “RICOSTRUIRE L’ITALIA”. Forum che ha continuato a lavorare perché questo impegno proseguisse, come è accaduto.
Il nuovo SAIE 2013 è quindi un risultato che viene innanzitutto da questo lavoro comune di BolognaFiere, con ANCE e con i Consigli Nazionali dei Professionisti italiani (Ingegneri, Architetti, Geometri, Geologi) che ha visto l’impegno diretto dei loro Presidenti, che ringraziamo profondamente.
Il lavoro comune ha visto anche la collaborazione straordinaria dei Docenti e Ricercatori di quasi 50 università italiane e di oltre 20 fra Enti e Centri di Ricerca che si dedicano all’edilizia, che assieme hanno dato vita al nuovo Comitato Scientifico permanente di SAIE. Tutti questi protagonisti saranno a SAIE 2013 presentando le soluzioni tecnologiche innovative, dando vita ad un nuovo format di fiera, animando un FORUM che propone a tutti i professionisti di aggiornarsi iscrivendosi ai moduli di Lessons and Workshop e dei Laboratori dell’Innovazione che si svolgeranno durante il SAIE. Alle lezioni si aggiungeranno le dimostrazioni tecniche delle imprese, per fornire aggiornamenti pratici sulle innovazioni presenti in fiera, diventando occasioni di conoscenza e formazione sui temi scelti dal Comitato Scientifico di SAIE.
Il FORUM si aprirà ogni giorno con i General Meeting, dove si incontreranno i più autorevoli protagonisti istituzionali italiani, europei ed internazionali sui temi del Better Building e Smart Cities.
Con il nuovo SAIE, Bolognafiere ha voluto realizzare e offrire una vera nuova piattaforma fieristica per il mondo del costruire italiano, per le imprese, i tecnici, gli esperti, i professionisti, i progettisti dei cantieri di edifici e infrastrutture, perché per far uscire il settore dalla crisi sono necessari un cambio di visione e un allargamento delle aree di impegno.
Per questo motivo abbiamo voluto che il nuovo SAIE sia articolato in aree espositive tematiche specializzate: ‘SAIE costruire sicuro’, ‘SAIE costruire sostenibile’, ‘SAIE progettare innovativo’ e ‘SAIE cantiere’. Abbiamo pensato a una formula espositiva più grande che comprendesse il tema del costruire infrastrutture per il territorio, nel nuovo ambiente urbano che deve realizzarsi ed è già al centro di tutti i programmi di innovazione europei ed internazionali delle grandi reti per le città del futuro.

Con quest’ottica abbiamo deciso di realizzare in questa edizione, assieme al nuovo SAIE, le manifestazioni SMART CITY EXHIBITION, EXPOTUNNEL e AMBIENTE E LAVORO, creando un’unica grande piattaforma espositiva che non ha eguali in Italia, dedicata a tutti i temi che riguardano l’edilizia del futuro.
Cosi sarà anche per il grande SAIE del 2014, quando a queste si aggiungeranno altre manifestazioni anch’esse dedicate al nuovo costruire, come H2O, organizzata da BolognaFiere - dedicata all’industria idrica e alle sue applicazioni, che da Ferrara si trasferisce a Bologna - e come SAIE Sport and Technologies, in collaborazione con Lega Calcio Dilettanti per la nuova impiantistica sportiva.
Questa piattaforma fieristica innovativa che BolognaFiere realizza assume da quest’anno, e avrà in modo permanente, un nuovo grande tema di impegno, difficile ma affascinante e indispensabile: Better Building and Smart Cities. Un tema che riprendiamo dal nome che l’Amministrazione USA e il Presidente Barack Obama hanno dato al nuovo programma federale per il rilancio di una politica edilizia ecosostenibile. Siamo fieri che questo programma USA sarà presentato dagli esperti dell’amministrazione americana all’inaugurazione del nuovo SAIE 2013.


SAIE 2013 BETTER BUILDING & SMART CITIES

A BOLOGNAFIERE DAL 16 al 19 ottobre LA NUOVA EDILIZIA PER USCIREDALLA CRISI

Il Salone dell’Innovazione Edilizia torna in veste rinnovata nei padiglioni di Bologna Fiere, in contemporanea con Smart City Exhibition, Ambiente & Lavoro e ExpoTunnel, una nuova grande piattaforma fieristica per


SAIE, Il Salone dell’innovazione edilizia, dal 2013 presenta da quest’anno una formula innovativa di piattaforma fieristica che vedrà svolgersi in contemporanea con Smart City Exhibition, la manifestazione dedicata alle città intelligenti, organizzata da BolognaFiere in collaborazione con Forum PA, ExpoTunnel e Ambiente & Lavoro.

La situazione del settore non è facile , dall’inizio della crisi sono stati persi 446.000 posti di lavoro, il numero di concessioni edili si è ridotto ad un quarto, le compravendite sono dimezzate, i livelli di produzione sono regrediti a quelli di 40 anni . In questo contesto  SAIE 2013 vuole porre il tema del rilancio di una nuova grande politica per l’edilizia come parte fondamentale di una strategia economica e industriale di sviluppo del Paese.

 

La sfida di SAIE Salone dell’Innovazione dell’Edilizia giunta alla sua 49esima edizione, si riassume nella formula ‘BETTER BUILDING & SMART CITIES’: costruire meglio, in città intelligenti. Il cambio di rotta del comparto edilizio, si richiama al piano lanciato dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama per il rinnovamento dell’industria edilizia e la trasformazione degli edifici in chiave ecosostenibile) e si tradurrà durante SAIE in un’agenda fatta di contenuti e impegni precisi per tutti gli operatori del settore  il programma di riqualificazione e innovazione di tutto il patrimonio italiano: abitativo, infrastrutturale e di pubblica utilità.

L’impegno richiesto non deve solo liberare il settore delle costruzioni dalla morsa della crisi, ma preparare il nostro Paese ad affrontare con il dovuto anticipo la scadenza fissata dalla Comunità Europea: entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere a "energia quasi zero". Prescrizioni chiare che l'Europa impone agli Stati membri: fissare requisiti minimi di prestazione energetica per gli edifici nuovi ed esistenti, assicurare la certificazione energetica e disciplinare i controlli sugli impianti di climatizzazione. Puntare su efficienza e gestione intelligente, in una logica che consideri l’intero contesto urbano e non solo il singolo edificio, è una delle declinazioni del costruire meglio per città intelligenti.

SAIE affronta questa sfida rinnovando completamente la sua proposta di manifestazione non solo espositiva e rendendo permanente il FORUM per il nuovo Costruire lanciato già nel 2012.

 

LE AREE DI SAIE 2013

SAIE Costruire sicuro

È l’area in cui sono presenti i settori dei materiali da costruzione ad uso strutturale e le tecnologie riguardanti gli argomenti connessi: la sismica, la geotecnica, la manutenzione e il consolidamento.

Sono qui presenti con grandi spazi espositivi e di informazione Federbeton,”, Federazione Confindustria Ceramica e Laterizi, Conpaviper  con cui è stato realizzato “Saie Pav con le principali aziende di questi settori e un’importante presenza di espositori della filiera. Il programma degli eventi prevede seminari dedicati alla progettazione strutturale, energetica ed architettonica con questi materiali.

L’edizione di saie 2013 registra il rinnovato interesse per Saie di importanti settori dell’edilizia che tornano a Saie e che hanno stipulato con BolognaFiere accordi di collaborazioni pluriennali per le prossime edizioni. Per la prima volta al Saie Federbeton Federazione nazionale delle associazioni per la filiera del cemento per la prima volta porterà una rappresentanza delle aziende del settore che presenteranno le loro importanti innovazioni tecnologiche “volte - come afferma Sergio Cripppa presidente Federbeton “ a reinterpretare il cemento come materiale in grado di rispondere alle nuove esigenze dl costruire sostenibile con nuove performances innovative ed ecologiche”.  Anche il Consorzio Lignius il consorzio lignius che presenta il legno come materiale ecocompatibile e sicuro per le nuove costruzioni sarà protagonista con le sue aziende per la prima volta in Italia in una grande area espositiva di 2500 mq. Conpaviper il Consorzio Nazionale per le Pavimentazioni Continue daràvita al Saie PAV un nuovo salone specializzato sulle pavimentazioni. ANDIL Associazione Nazionale dei Produttori di Laterizi che sarà presente con le sue aziende in un’apposita area dedicata al laterizio antisismico e sostenibile e con il migliore confort termico.

Il tema della sismica sarà presente in due spazi attigui: SISMO e RICOSTRUIAMO L’EMILIA.

SISMO nasce dalla lunga esperienza di SAIE su queste tematiche, a cui si aggiunge l’acquisizione di “SISMO EXPO” che nella sua prima edizione si era tenuta a Ferrara. All'interno di SISMO si svolgeranno numerose iniziative tecniche.

Infine, conferma la sua presenza anche l’area SAIE STONE NEW AGE DESIGN, in collaborazione con Confindustria MarmoMacchine, che si rivolge ai progettisti e agli operatori specializzati come vero e proprio “High Competence Centre” e aggiornamento professionale di alta competenza per l’utilizzo di marmi, graniti e pietre naturali.

RICOSTRUIAMO L’EMILIA è l’area che SAIE realizza con la Regione Emilia Romagna per la ricostruzione post-sisma 2012. Torna al SAIE 2013 il format già sperimentato con successo a SAIE 2012: l’area offre ogni giorno incontri con i tecnici della pubblica amministrazione dei territori colpiti dal sisma e dei Comuni che hanno avviato  i progetti per la ricostruzione.

Sempre all’interno di COSTRUIRE SICURO gli spazi di SAIE GEOTECNICA&GEOLOGIA, dove saranno organizzati, con il Consiglio Nazionale dei Geologi e l’Associazione dei Geotecnici Italiani, eventi e convegni sulle tematiche di maggiore attualità (come la messa in sicurezza idrogeologica del territorio) e  corsi specialistici sulla geotecnica.

Nella piazza dedicata ai temi “Ristrutturazione e Consolidamento degli edifici” si svolgeranno workshop e seminari dedicati alle tecniche di ristrutturazione e consolidamento strutturale e non, con una grande attenzione agli aspetti applicativi.

SAIE Costruire sostenibile

È l’area in cui sono presenti i settori dei materiali, le tecnologie e le soluzioni riguardanti gli argomenti connessi: l’efficientamento energetico, l’isolamento termico ed acustico, la bioarchitettura.

Al centro dell’area c’è Green Habitat, il luogo di approfondimento delle tematiche del costruire sostenibile organizzato da Norbert Lantschner, consulente scientifico di SAIE. E il “Costruire in modo efficiente rispettando l’ambiente” è il punto di partenza dei convegni che si terranno all’interno dell’area ‘Costruire Sostenibile’  “L’obiettivo è quello di diffondere tra progettisti e imprese le nuove strategie dell’Unione Europea e in particolare la Direttiva 2010/31/UE per “edifici a consumo quasi zero” ha affermato Norbert Lantschner,  “e la recente direttiva 2102/27/UE che intende concretizzare l'obiettivo di migliorare la prestazione energetica degli edifici degli enti pubblici, anche attraverso l’utilizzo di strumenti finanziari e meccanismi di finanziamento innovativi; fare maturare la consapevolezza che questi sono i nuovi orizzonti di qualità rispetto al passato e che il mondo delle costruzione ha bisogno di un rinnovamento strategico per adeguarsi alle nuove normative. Anche il nostro Paese deve entrare nell’ottica che il mercato richiederà nel futuro edifici sicuri, efficienti e salutari.” Si vuole lanciare un messaggio forte e inequivocabile: il risparmio energetico passa attraverso un nuovo modo di progettare, ristrutturare e costruire gli edifici, ma non solo, va sostenuto il diritto di case più confortevoli e salutari, liberate dagli inquinamenti prodotti da solventi e onde elettromagnetiche inutili, in cui la domotica possa essere uno strumento di servizio per l’utente al fine di gestire in modo intelligente e senza perdite di tempo la tecnologia del proprio ufficio o dell’abitazione.

All’interno di SAIE GREEN HABITAT esporranno le imprese più note nel campo ‘green’ presenti al SAIE 2013 con laboratori e dimostrazioni che permetteranno ai visitatori di ‘toccare con mano’ le innovazioni e le modalità di impiego dei nuovi materiali, capaci di raggiungere migliori livelli di efficienza energetica e di ridurre gli sprechi di materiali e risorse.

Inoltre all’interno di COSTRUIRE SOSTENIBILE due grandi aree di settore: “Abitare domani” organizzata con il consorzio Lignius, i delle case in Legno che presenterà a Saie la più grande esposizione italiana di case prefabbricate,

SAIE Progettare innovativo

Saie vedrà anche in questa edizione SAIE BIT (Building Information Technology) che questanno presenta la grande novità del nuovo spazio SAIE BIM tutto dedicato al BIM (Building Information Modelling con una grande esposizione di strumenti tecnici e software all’avanguardia per il progettare innovativo saranno presentati nella consueta area, dove i professionisti potranno approfondire le tecnologie più avanzate del settore.  Il nuovo spazio, SAIE BIM (Building Information Modelling), prevede seminari e workshop su open data e GIS, certificazione IFC del software, modellistica 4D, uso delle stampanti 3D e integrazione tra la progettazione architettonica, strutturale e impiantistica.

All’interno di progettare innovativo sono presenti le più importanti software house internazionali e nazionali, confermando il ruolo guida che ha SAIE nei rapporti con il mondo della progettazione.

In questa area anche per il 2013 è previsto un importante convegno di AIST, l’associazione del Software Tecnico italiano, che è presente con tutte le aziende associate e che organizza anche una serie di incontri specifici nella propria piazza.

I centri di Ricerca

Al SAIE 2013 saranno presenti una ventina di Centri di Ricerca nel campo dell’edilizia e delle costruzioni operanti in tutta Italia, Laboratori Universitari, CNR, ENEA, reti di imprese.

I centri porteranno al SAIE oltre 40 aziende leader nel settore con le quali hanno svolto progetti di ricerca ed innovazione tecnologica nell’ultimo anno. Queste soluzioni tecnologiche, alcune delle quali da poco disponibili sul mercato ed altre ancora  in fase di sperimentazione, rappresenteranno “il meglio” di ciò che la ricerca nel campo delle costruzioni può fornire nel 2013. I prodotti sviluppati costituiranno una mostra di mock-up e prototipi, le cui caratteristiche saranno illustrate dai ricercatori e dai tecnici delle aziende che accompagneranno i visitatori in un’ideale viaggio in quanto di più nuovo il mercato è oggi in grado di offrire.

In contemporanea con SAIE:

SMART CITY EXHIBITION – La seconda edizione della manifestazione dedicata alle Smart Cities e al loro sviluppo, organizzata da Bologna Fiere con ForumPA. Con SAIE condivide l’organizzazione dei General Meeting del FORUM.

AMBIENTE LAVORO – Mostra-Convegno che tratta in modo approfondito, con sensibilità e attenzione, tutti i temi connessi alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Giunta alla sua tredicesima edizione, la manifestazione propone oltre 120 eventi per rispondere a ogni tipo di esigenza.

EXPOTUNNEL - Salone Professionale delle Tecnologie per il Sottosuolo, una nuova esposizione totalmente dedicata al mondo del tunnelling, della perforazione, dell’estrazione mineraria, delle costruzioni sotterranee e della ricerca scientifica.


DAL FORUM SAIE BETTER BUILDING & SMART CITIES L’APPELLO: “COSTRUIAMO LE CITTA’ DEL FUTURO PER RILANCIARE L’ECONOMIA”

I protagonisti della politica, delle istituzioni e delle associazioni di costruttori e professionisti del settore al centro dei 6 General Meetings dal 16 al 18 ottobre organizzati in collaborazione con Smart City Exhibition. Con le 16 Lessons & Workshop, i seminari di aggiornamento tecnico organizzati per i professionisti dal Comitato Scientifico del Forum.

Con Duccio Campagnoli, Carlo Mochi Sismondi, Walter Vitali, Marco Savoia, , Norbert Lantschner, Gaetano Manfredi, , Paolo Buzzetti,  Armando Zambrano, Leopoldo Freyire, Gianvito Graziano, Fausto Savoldi, Felice Monaco,Graziano Del Rio, Maurizio Lupi,, Giampiero D'Alia, Andrea Orlando, Carlo Trigilia, Gian Luca Galletti, Antonio Catricalà, Francesco Caio, Piero Fassino Virginio Merola, Giuliano Pisapia Flavio Tosi, Maino Benatti, , Massimo Cialente,, Andrea Gnassi, Vasco Errani, Giancarlo Muzzarelli, Alfredo Peri, Maurizio Marchesini, Roberto Moretti, Wladislaw Piskorz - Johannes Hahn,Manuel Sanromà, Joe Mitton; Franco Bassanini, Mauro Annunziato -, Leonardo Setti, Fabrice Roussel ,Juan Pablo Espinosa, Luca De Biase, Alessandro Balducci , Giovanni Vetritto -, Francesco Karrer -, Harris Mac Dowell, Luigi Nicolais.

 

Dopo il lavoro iniziato nel 2012 alla luce del sisma che ha colpito l’Emilia con il Forum Ricostruiamo l’Italia, SAIE ha creato un Forum permanente ponendo al centro le tematiche del “Better Building & Smart Cities”, a cui hanno aderito i protagonisiti del mondo dell’edilizia, le associazioni di categoria i Consigli Nazionali dei professionisti oltre 50 rappresentanti di università italiane.

Per rispondere al meglio alle sfide di una crescita innovativa e sostenibile che riguardi tutto il comparto delle costruzioni fin da quest’edizione 2013 e in quelle a seguire il SAIE ribattezza quindi la manifestazione all’insegna del motto Better Building & Smart Cities, coniugando le esigenze di rinnovamento dell’industria edilizia di cui è da sempre testimone.

Ripartendo proprio da una nuova concezione delle città, fulcro e motore economico e sociale del nostro Paese, in cui la crisi economica ha fatto emergere la necessità di rispondere alla domanda di sviluppo, soprattutto nell’edilizia, si pone necessario un nuovo modo di costruire che tenga conto di innovazione e tradizione, partendo proprio dalle politiche di innovazione necessarie sia nel riqualificare gli spazi urbani, sia nel trasformare le città in comunità intelligenti. Un obiettivo ambizioso che grazie alla nuova formula di SAIE offre per la prima volta in Italia un luogo unico di dibattitto sui temi più attuali. 

Il programma del FORUM SAIE 2013 Better Building & Smart Cities include:

6 General Meetings, ideati e organizzati in collaborazione tra il Comitato Scientifico del Forum Saie e Smart City Exhibition per lanciare l’appello ‘Costruiamo le città del futuro’. Numerose autorità delle più importanti istituzioni italiane ed europee discuteranno sui temi dell’agenda urbana e digitale, della ricostruzione dell’Emilia, della riqualificazione urbana e della semplificazione nella normativa edilizia e nella PA. Ai sei general meeting parteciperanno i principali protagonisti italiani e internazionali del dibattitto sul Better Building e sulle città intelligenti, tra cui membri del Governo Italiano, Commissari europei, numerosi sindaci, i Presidenti dei più importanti enti coinvolti e un qualificato numero di esperti italiani e internazionali, provenienti da tutto il mondo oltre ai rappresentanti delle associazioni professionali e dei Consigli nazionali dei professionisti dell’edilizia. Sarà il più importante evento dell’anno sulle politiche urbane e l’innovazione tecnologica per le città e l’industria delle costruzioni in cui per la prima volta, tecnici, esperti, professori universitari, esponenti governativi e professionisti discuteranno assieme i temi più caldi del settore, con l’obiettivo di far ripartire il Paese proprio dalle nostre città.

Oltre ai General Meeting il Forum prevede ben 16 Lessons & Workshop di aggiornamento tecnico, organizzati direttamente da SAIE in tre sale dedicate. Ognuna prevede la “key note” di un esperto, alcuni interventi di tecnici della materia, le presentazioni di soluzioni del mercato e un dibattito finale.

I temi di discussione e di confronto tra i protagonisti dell’edilizia e i docenti universitari che compongono il Comitato Scientifico, coordinati dal professor Marco Savoia, spaziano tra gli argomenti più di interesse per i professionisti dell’edilizia. Dai nuovi strumenti per progettare in modo innovativo alle tecniche per la ricostruzione sicura efficiente e ecosostenibile degli edifici.

All’interno del FORUM, nella giornata di giovedì 18 ottobre, SAIE sostiene la realizzazione della seconda edizione del Premio RI.U.SO – Rigenerazione Urbana sostenibile – promosso da CNAPPC, ANCE e Legambiente che assegna un riconoscimento ai migliori progetti e le realizzazioni più innovative nel campo della riqualificazione architettonica, ambientale, energetica e sociale delle città italiane.

Il Programma dei General Meeting

Gli spazi urbani concentrano oggi la maggior parte dei problemi ma anche le opportunità per risolverli Partendo quindi dalle politiche di innovazione necessarie sia nel costruire e ri-costruire le città, sia nel farle evolvere verso comunità intelligenti, SAIE e Smart City Exhibition presentano un calendario fatto di sei importanti eventi comuni o General Meetings che hanno come denominatore l’impegno all’incremento del benessere e della qualità della vita dei cittadini che può derivare da un ambiente urbano caratterizzato da una buona qualità del costruito, da una riqualificazione intelligente degli spazi, da una pianificazione rispettosa dell’ambiente e delle esigenze di vita degli abitanti, dall’uso pervasivo di tecnologie in grado di attivare la partecipazione, l’innovazione sociale, la sostenibilità e la facile fruibilità dei servizi e degli spazi.

Si parte il 16 ottobre mattina con il convegno inaugurale dedicato, sotto lo slogan scelto dal Forum SAIE  “Better Building & Smart City” all'edilizia sostenibile e alle smart cities come driver della ripresa economica in Italia dopo le politiche di austerità. All’incontro, aperto dai Presidenti di Bologna Fiere Duccio Campagnoli e di FORUM PA Carlo Mochi Sismondi, oltre  che dal Sindaco di Bologna Virginio Merola, parteciperà il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, che ha la delega per i “piani città” e che inaugurerà le due manifestazioni. I presidenti degli Ordini degli Ingegneri Armando Zambrano, del Consiglio Nazionale degli Architetti Leopoldo Freyre, dell’Ance Paolo Buzzetti, faranno il punto sulla necessario cambio di passo nelle politiche per l’edilizia sostenibile; il capo dell’Innovazione della città di Barcellona Manel Sanromà e il Presidente del CNR Nicolais  presenteranno il paradigma della “città intelligente”. Il senatore del Delaware Harris McDowell membro e fondatore del Consiglio della National Coalition of Environmental Legislators  presenterà il case history del Delaware uno degli stati americani in cui la riconversione dell’industria edilizia ha dato i migliori frutti nella creazione di posti di lavoro e strutture ecoefficienti grazie all’applicazione del piano federale Better Buildings del presidente Obama. 

Il pomeriggio del 16 ottobre si parlerà di “Agenda Urbana”. Al centro ci sarà l’impegno chiesto dall’Unione europea, in vista del nuovo ciclo di programmazione dei Fondi strutturali 2014-2020, a tutti gli Stati membri di dotarsi di “un’ambiziosa agenda urbana”, con almeno il 5 per cento delle risorse assegnate a livello nazionale. Il responsabile della programmazione e della coesione territoriale, Ministro Carlo Trigilia e il Presidente dell’Anci e sindaco di Torino Piero Fassino, saranno al centro dell’evento che sarà aperto dagli interventi del massimo livello della Commissione Europea nel campo dello sviluppo urbano, Wladyslaw Piskorz e dal prorettore del Politecnico di Milano Alessandro Balducci. Nel corso del convegno è previsto inoltre un intervento in video del Commissario europeo per la politica regionale Johannes Hahn.

Il 17 ottobre mattina è la volta delle tecnologie che possono accompagnare le nostre città ad essere comunità intelligenti ed inclusive. Il tema “Smart city nell’Agenda digitale” sarà trattato dal responsabile italiano della Agenda Digitale, Francesco Caio, dal Vice Ministro allo Sviluppo Economico che ha la delega per le reti di comunicazione, Antonio Catricalà, del Sottosegretario Gian Luca Galletti che ha la delega nell’ambito del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca per l’Agenda digitale, dal Presidente della Cassa Depositi e Prestiti Franco Bassanini, che esaminerà anche gli aspetti di fattibilità finanziaria e da una nutrita schiera di esperti italiani e stranieri. Durante il convegno, coordinato da Luca de Biase, è previsto un intervento in video di Neelie Kroes, Commissario europeo delegato per la Digital Agenda e l’innovazione.

Nel pomeriggio del 17 il Presidente di Bologna Fiere Duccio Campagnoli aprirà un Meeting, centrato sull’impegno delle istituzioni, del mondo scientifico e delle imprese per la ricostruzione dell’Emilia Romagna dopo il tragico sisma del maggio 2012. Nell’incontro, a cui parteciperanno anche i vertici della Regione Emilia-Romagna, si metteranno in luce anche le tecnologie per riqualificare il patrimonio immobiliare pubblico e per la prevenzione delle catastrofi naturali, coinvolgendo anche i Comuni vittime del sisma che presenteranno direttamente alle aziende i progetti e le opportunità per la ricostruzione post sisma dei propri territori.

Il 18 mattina il quinto appuntamento di questa collana di eventi sulle città del futuro, parla della trasformazione urbana, che è la grande sfida del nostro secolo, e che deve necessariamente assumere un approccio complessivo nell’affrontare i diversi temi.  Il criterio guida è la sostenibilità, alla base della strategia europea 2020 per il clima e l’ambiente e che è ha ispirato anche il lancio dell’iniziativa europea per le smart cities. Al convegno, a cui parteciperà il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, interverranno esperti italiani ed internazionali, tra cui il Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti Leopoldo Freyre, e Fabrice Roussel, responsabile delle politica ambientale di Nantes, giudicata la “città più verde d’Europa” per il 2013. Il convegno si concluderà con l’assegnazione della Seconda Edizione del Premio RI.US.O., l’iniziativa per la rigenerazione urbana sostenibile dell’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili (ANCE), il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) e Legambiente. L’ultima giornata di  questo ciclo di incontri ci riporta alla politica e in particolare alle condizioni abilitanti perché sia veramente possibile “costruire il futuro” partendo dalle città. Parleranno al mattino del 18 ottobre quindi di uno “Stato semplice” tra gli altri il Ministro per la PA e la semplificazione Gianpiero D’Alia e con il Presidente degli Ordini degli Ingegneri Armando Zambrano. Nel pomeriggio del 18 sarà la volta dello spinoso tema del riordino della governance locale, in un momento molto delicato in cui il disegno di legge governativo di riordino, con il suo bagaglio di novità per province, unioni di comuni e città metropolitane, è all’inizio del suo iter parlamentare. Ne discuteranno i sindaci dei principali Comuni italiani con il protagonista di questa politica, il Ministro Graziano Delrio. I Presidenti di Bologna Fiere Campagnoli e di FORUM PA Mochi Sismondi affiancheranno il Ministro Delrio concludendo il convegno e questo Forum e mettendone in evidenza i risultati, con uno sguardo al futuro.

LESSON & WORKSHOP del Forum SAIE Better Building & Smart Cities.

In successione cronologica con i General Meetings il ricco programma del Forum Saie Better Building & Smart Cities si arricchisce con le lessons & workshop, seminari di aggiornamento tecnico organizzati direttamente dal Comitato Scientifico del Forum SAIE Better Building & Smart Cities. Si tratta di veri e propri Laboratori dell’innovazione destinati ai protagonisti che potranno iscriversi gratuitamente ma in numero limitato alle lezioni dei principali protagonisti dell’industria edilizia. Alle lezioni che si svolgeranno nelle sale realizzate all’interno della propria area di riferimento, e divsi appunto per aree tematiche, Saie Costruire Sostenibile, Saie Costruire Sicuro e Saie Progettare Innovativo, si affiancheranno le dimostrazioni pratiche delle innovazioni tecnologiche presentate in fiera dalle aziende e dai centri di ricerca, e dedicati all’aggioramento pratico dei professionisti dell’edilizia.in tre sale dedicate appositamente per questi eventi. Ogni incontro Prevede la key note di un esperto, 2/3 interventi di tecnici della materia, presentazioni di soluzioni del mercato e un dibattito finale.

I temi di discussione e di confronto tra i protagonisti dell’edilizia e i docenti universitari che compongono il Comitato Scientifico, coordinati dal professor Marco Savoia, spaziano tra gli argomenti più di interesse per i professionisti dell’edilizia. Dai nuovi strumenti per progettare in modo innovativo alle tecniche per la ricostruzione sicura efficiente e ecosostenibile degli edifici.

Fanno parte delle Lessons and Workshop del Forum SAIE anche gli appuntamenti ospitati all’interno dell’area della regione Emilia Romagna che sotto il nome di

“Ricostruiamo l’Emilia” si sostanziano in una serie di incontri in cui gli amministratori dei comuni colpiti dal sisma incontreranno le aziende e i professionisti per presentare i progetti d recupero e messa in sicurezza che riguardano il loro territorio e le opportunità per partecipare alla ricostruzione

Gli altri incontri delle 4 grandi aree tematiche di SAIE, realizzato in collaborazione con le associazioni professionali e di categoria.

Oltre all’area del FORUM, SAIE presenta un vasto programma di eventi, suddiviso in 4 aree tematiche: ‘Costruire sicuro’, ‘Costruire sostenibile’, ‘Progettare innovativo’ e ‘Cantiere’.

In tutto, si tratta di oltre 50 eventi tra workshop, tavole rotonde, seminari e convegni sul tema dell’architettura, del cantiere, del costruire sicuro e sostenibile, dell’innovazione e del mercato, organizzati con altri soggetti partner di SAIE (Consiglio Nazionale Ingegneri, Consiglio Nazionale Geometri, BUILDING SMART Italia, ISI, AGI, FORMEDIL, FEDERBETON, LIGNIUS), sul tema del cantiere, della sicurezza nella progettazione, del monitoraggio del territorio.


Forum SAIE Better Building & Smart Cities  6 General Meeting, oltre 40 relatori, 7 membri del Governo, due Commissari Europei, numerosi sindaci, 50 docenti universitari, 16 laboratori, 50 convegni,  dal 16 al 18 ottobre.


Gli organizzatori: Duccio Campagnoli - Presidente di BolognaFiere, Carlo Mochi Sismondi - Presidente di Forum PA, Walter Vitali – Presidente Steering Committee Smart City Exhibition, Marco Savoia, Direttore CIRI e Presidente Comitato Scientifico SAIE, Norbert Lantschner, Presidente Fondazione Casa Clima e Consulente SAIE Green Habitat, Andrea Dari, Direttore Tecnico Saie e Ingenio, Gaetano Manfredi, presidente Re.Lu.I.S, Gianni Dominici, Direttore Smart City Exh.

In collaborazione con Consigli Nazionali e gli Ordini professionali e Associazioni: Paolo Buzzetti, Presidente ANCE,  Armando Zambrano - Presidente Consiglio nazionale degli ingegneri, Leopoldo Freyire - Presidente Consiglio Nazionale Architetti, Gianvito Graziano - Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi, Fausto Savoldi, presidente Consiglio Nazionale dei Geometri, Felice Monaco - Presidente Ordine degli ingegneri Emilia Romagna,

Membri del Governo: Graziano Delrio - Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Maurizio Lupi. Ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Giampiero D'Alia - Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, Andrea Orlando - Ministro Ambiente,Tutela del Territorio e del Mare, Carlo Trigilia - Ministro per la Coesione Territoriale, Gian Luca Galletti - Sottosegretario di Stato Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Antonio Catricalà, Viceministro Sviluppo Economico, Francesco Caio, Commissario Agenda Digitale.

I sindaci: Piero Fassino - Sindaco di Torino e Presidente ANCI, Virginio Merola - Sindaco di Bologna, Giuliano Pisapia - Sindaco di Milano, Flavio Tosi - Sindaco di Verona, Maino Benatti, Sindaco di Mirandola, Massimo Cialente, Sindaco dell'Aquila, Andrea Gnassi- Sindaco Rimini, Ignazio Marino, sindaco di Roma.

Le Regioni: Vasco Errani, Presidente della Regione Emilia Romagna e Commissario per la Ricostruzione, Giancarlo Muzzarelli, Assessore Attività Produttive Regione Emilia Romagna, Alfredo Peri - Assessore alle Infrastrutture della Regione Emilia-Romagna, Maurizio Marchesini, Presidente di Confindustria Emilia Romagna, Roberto Moretti, Regione Emilia Romagna.

L’Unione Europea;:  Wladislaw Piskorz - DG Regional Policy EU, Johannes Hahn – EU Commissioner for Regional Policy

Relatori: Manuel Sanromà Direttore Istituto Informatica dii Barcellona e City Protocol, Joe Mitton Senior Adv Mayor of London:; Franco Bassanini - Presidente Cassa Depositi e Prestiti e fondazione ATRID, Mauro Annunziato - Coordinatore Smart City ed Ecoindustria di Enea , Leonardo Setti - Dipartimento Chimica Industriale e dei Materiali Università di Bologna, Fabrice Roussel - Vice Président de Nantes Metropole, Juan Pablo Espinosa - Coordinatore della Conferenza Latinoamercana delle Città Digitali e Responsabile dell'Agenda Digitale di Quito, Luca De Biase, Editor Sole 24Ore e Nova 24 e Presidente della Fondazione Ahref, Alessandro Balducci - Politecnico di Milano, Giovanni Vetritto - Comitato Interministeriale per le Politiche Urbane Ministro per la Coesione Territoriale, Francesco Karrer - Ordinario di Urbanistica “La Sapienza” Roma, Harris Mac Dowell, Senatore USA, Luigi Nicolais, Presidente CNR, Ezio Arlati, Building Smart Italia.

 


I General Meeting di SAIE 2013 - Aula Magna, Centro Servizi

Il FORUM SAIE 2013, a cui hanno aderito i principali referenti del settore delle costruzioni, è dedicato alle tematiche del Better Building e delle Smart Cities, ampiamente sviluppate grazie al contributo del Comitato Scientifico di SAIE, composto da oltre 50 figure accademiche in rappresentanza di 30 università.
Il FORUM SAIE 2013, propone un ricco programma di Incontri, articolato in General Meeting e Lessons & Workshop dei Laboratori dell’Innovazione, un sistema coordinato di sessioni plenarie di carattere generale affiancate da workshop e seminari per la formazione dei professionisti e degli addetti ai lavori, sulle tematiche di maggiore interesse.

E' possibile registrarsi ai General Meetings del FORUM SAIE Better Building & Smart Cities accedendo al sito www.saie.bolognafiere.it/it/

La Partecipazione è gratuita.

Programma General Meetings

Mercoledì 16 ottobre 2013 - ore 10.30

Convegno inaugurale: Better Building & Smart Cities

L'edilizia sostenibile e le smart cities come driver della ripresa economica in Italia. E’ questo il tema centrale del nuovoSAIE 2013 che si tiene assieme a Smart City Exhibition e alle manifestazioni Expo Tunnel e Ambiente Lavoro. SAIE, Il Salone dell’innovazione edilizia, dal 2013 presenta una formula innovativa di piattaforma fieristica realizzata da BolognaFiere all'insegna del motto "Better Building e Smart Cities ". Better Building è il nome che l'Amministrazione Obama ha dato al programma per il rilancio dell'edilizia in Usa; anche noi dobbiamo puntare sul “costruire migliore” per valorizzare il patrimonio edilizio esistente, a fini energetici e di rigenerazione urbana, e per realizzare nuove costruzioni con le tecniche più innovative e rispettose dell’ambiente.  Il contesto naturale nel quale il Better Building può svilupparsi è quello delle "Smart City", definite come gli ambiti urbani con maggiori capacità di apprendimento e di innovazione: contesti cittadini costituiti sia dalle infrastrutture digitali (mobilità, reti energetiche, reti di telecomunicazioni, servizi pubblici e privati on-line, cultura, welfare e sanità, turismo) che dalla creatività delle loro comunità e delle loro istituzioni.

Programma e relatori

ore 10.30
Apertura
Duccio Campagnoli - Presidente di BolognaFiere

Virginio Merola – sindaco di Bologna

Scenari
Senatore Harris McDowell: il progetto di efficienza energetica del Delaware
Manel Sanromà - Direttore dell’Istituto di Informatica di Barcellona e City Protocol *

Tavola Rotonda
Maurizio Lupi - Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti
Carlo Mochi Sismondi - Presidente FORUM PA
Paolo Buzzetti – Presidente ANCE – Associazione Nazionale Costruttori Edili
Leopoldo Freyrie – Presidente CNAPPC
Gaetano Manfredi – Presidente ReLUIS e Consulente Scientifico SAIE
Armando Zambrano - Presidente CNI

Presentazione delle tre città vincitrici del bando del progetto per la sostenibilità energetica.
Luigi Nicolais – Presidente CNR *

* In attesa di conferma

Mercoledì 16 ottobre 2013 - ore 14.30: Agenda Urbana e Smart Cities

In vista del nuovo ciclo di programmazione dei Fondi strutturali 2014-2020 l’Unione Europea ha chiesto a tutti gli Stati membri di dotarsi di “un’ambiziosa agenda urbana”, con almeno il 5% delle risorse assegnate a livello nazionale.
L’Italia è orientata a presentare un PON (Programma Operativo Nazionale) specifico per le città metropolitane che sarà contenuto nell’Accordo di partenariato, il quale dovrà essere concluso entro il prossimo mese di settembre. Il Comitato Interministeriale per le Politiche Urbane (CIPU), nel documento approvato il 23 marzo scorso, si è dato l’obiettivo di elaborare un’Agenda Urbana nazionale intesa come “una nuova politica a carattere ordinario per le città” e ha individuato quattro macroaree (welfare locale e istruzione; mobilità; riqualificazione urbana, innovazione e turismo; finanza locale e governance). Le smart cities sono parte integrante di una politica nazionale per le città. Esse ne costituiscono la declinazione necessaria, poiché consentono l’applicazione delle tecnologie più innovative in tutti i campi, e le politiche urbane rappresentano la cornice indispensabile al loro sviluppo.

Coordina
Walter Vitali – Presidente Steering Committee Smart City Exhibition

Apertura
Duccio Campagnoli – Presidente di BolognaFiere

Keynote
Alessandro Balducci - Politecnico di Milano
Wladislaw Piskorz - DG Regional Policy EU

Intervengono
Giovanni Vetritto - Comitato Interministeriale per le Politiche Urbane Ministro per la Coesione Territoriale
Francesco Karrer - Ordinario di Urbanistica - Università “Sapienza” Roma
Virginio Merola - Sindaco di Bologna
Johannes Hahn – EU Commissioner for Regional Policy

Conclusioni

Piero Fassino - Sindaco di Torino e Presidente ANCI
Carlo Trigilia - Ministro per la Coesione Territoriale


Giovedi 17 ottobre 2013 - ore 10.00: Smart Cities nell'Agenda digitale

La recente decisione del Governo di rafforzare la governance dell’Agenda digitale italiana con la nomina di un Commissario di governo dimostra che si vuole dare la massima priorità al tema, destinando anche parte delle nuove potenzialità di investimento recentemente accordate all’Italia in sede europea a partire dal 2014.

Coordina
Luca De Biase, Editor Sole 24Ore e Nova 24 e Presidente della Fondazione Ahref

Keynote
Juan Pablo Espinosa - Coordinatore della Conferenza Latinoamercana delle Città Digitali e Responsabile dell'Agenda Digitale di Quito

Intervengono

Alfredo Peri - Assessore alle Infrastrutture della Regione Emilia-Romagna
Gian Luca Galletti - Sottosegretario di Stato Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Franco Bassanini - Presidente Cassa Depositi e Prestiti e fondazione ATRID

Joe Mitton - Senior Advisor to Deputy Mayor of London for Business and Enterprise of the Geater London Authority*
Luigi Zanella -Direttore Business development Sinergis
Paolo Cattolico - IM Marketing Manager, HP EMEA Hewlett Packard
Roberto Viola - Deputy Director - General DG CONNECT *
Francesco Caio - Commissario del Governo Italiano per l'Agenda Digitale
Natalia Kroes - Commissario UE per l'Agenda Digitale

Conclusioni

Antonio Catricalà - Viceministro dello Sviluppo Economico

* In attesa di conferma

Giovedì 17 ottobre 2013 - ore 14.30: RICOSTRUIAMO L'EMILIA - Le esigenze, i finanziamenti, i controlli

A più di un anno dal sisma che ha colpito l’Emilia e dopo i lavori del Forum Saie 2013 con i protagonisti istituzionali dei territori colpiti il punto sulla ricostruzione e sui progetti in cantiere.
Apertura
Duccio Campagnoli, Presidente BolognaFiere
Giancarlo Muzzarelli, Assessore Attività Produttive Regione Emilia Romagna
Maino Benatti, Sindaco di Mirandola *
Massimo Cialente, Sindaco Comune dell'Aquila *

Le esigenze del territorio
Maurizio Marchesini, Presidente di Confindustria Emilia Romagna *
Roberto Moretti, Regione Emilia Romagna *

Marco Savoia, Direttore CIRI e Presidente Comitato Scientifico SAIE
Norbert Lantschner, Presidente Fondazione Casa Clima e Consulente SAIE

I pareri delle professioni
Felice Monaco - Presidente Ordine degli ingegneri Emilia Romagna
Gianvito Graziano - Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi

Conclusioni
Vasco Errani, Presidente della Regione Emilia Romagna e Commissario per la Ricostruzione *

*in attesa di conferma

Venerdì 18 ottobre 2013 - ore 10.00: Riuso, rigenerazione urbana e sostenibilità energetica nelle città

La trasformazione urbana, che è la grande sfida del nostro secolo, deve necessariamente assumere un approccio complessivo nell’affrontare i diversi temi. C’è il problema del patrimonio edilizio esistente, in grande parte obsoleto e da rinnovare. C’è il problema dell’energia, che va risparmiata e prodotta sempre più da fonti rinnovabili. C’è la questione della gestione dell’acqua, dei rifiuti, dei materiali, ma anche della sicurezza sismica. E c’è la necessità di riqualificare interni comparti e spazi pubblici nelle città. Il criterio guida è la sostenibilità, alla base della strategia europea 2020 per il clima e l’ambiente e che è ha ispirato anche il lancio dell’iniziativa europea per le smart cities. Il convegno si concluderà con l’assegnazione della Seconda Edizione del Premio RI.US.O., l’iniziativa per la rigenerazione urbana sostenibile dell’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili (ANCE), il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) e Legambiente


Apertura Lavori
Duccio Campagnoli - Presidente BolognaFiere
Leopoldo Freyire - Presidente CNAPPC Scenari
Norbert Lantschner - Presidente Fondazione ClimAbita
Fabrice Roussel - Vice Président de Nantes Metropole

Intervengono

Mauro Annunziato - Coordinatore Smart City ed Ecoindustria Enea
Leonardo Setti - Dipartimento Chimica Industriale e dei Materiali Università di Bologna

Conclusioni

Andrea Orlando - Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare *

Premiazione Seconda Edizione Ri.US.O - Alessandro Marata Consigliere CNAPPC

Venerdì 18 ottobre 2013 - ore 14.30: Gli impegni per le città del Futuro. Una via più semplice per far ripartire il paese

Carlo Mochi Sismondi - Presidente di Forum PA
Duccio Campagnoli - Presidente di BolognaFiere

Intervengono
Armando Zambrano - Presidente Consiglio nazionale degli ingegneri
Giampiero D'Alia - Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione *

15.30 Politiche Urbane e Nuova Governance

Virginio Merola - Sindaco di Bologna

Giuliano Pisapia - Sindaco di Milano

Flavio Tosi - Sindaco di Verona

Conclusioni del Forum 2013 Smart Building e Better Building - Un impegno per la città

Graziano Delrio - Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie invitato

* In attesa di conferma

 

 

 

 

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su