Petrungaro Federica

Ingegnere Edile

Contatti: LinkedIn

Curriculum

Ho cominciato la carriera universitaria l'anno 2013/2014 e terminato gli studi l'anno 2018/2019. Laureata in Ingegneria Edile con curriculum strutturale, presso Scuola Politecnica e delle Scienze di Base-Università degli Studi di Napoli Federico II” con voto 107/110. Specializzata nel settore delle strutture, gli esami scelti sono stati: analisi con gli elementi finiti, edifici in cemento armato, progetto di strutture in acciaio, strutture per edifici alti e grandi coperture, organizzazione del cantiere, modellazione avanzata. Ho avuto due esperienze lavorative nel mio campo: una presso il laboratorio di prove Tecnolab s.r.l. dove mi sono occupata di elaborazione e analisi dei dati di cantiere per l’autorizzazione dei prodotti da costruzione e l’erogazione di certificati conformi alla norma UNI EN ISO 9001 su edifici in cemento armato, acciaio e muratura; un'altra, attualmente in corso, presso G.M.N.Engineering, una società di ingegneria nella quale mi sto occupando di redazione di Piani indagini strutturali e geognostici su edifici esistenti e di calcoli strutturali di opere di sostegno, opere di fondazione e opere civili. Le capacità e le competenze tecniche acquisite in questi anni di Università e di lavoro sono: calcolo strutturale, progettazione, analisi economica (computo metrico; analisi dei prezzi; analisi dei costi; cronoprogramma), calcolo e dimensionamento di impianti di climatizzazione, calcolo e dimensionamento impianto di illuminazione, valutazioni energetiche, pianificazione indagini geognostiche e strutturali su edifici in cemento armato, acciaio, muratura. I programmi di calcolo che ho utilizzato sono SAP, NOLIAN (all-in-one), REVIT, MATLAB, FATA-E, STRUSEC, CDS mentre quelli impiantistici sono: TERMOLOG, DIALUX. I programmi generici usati sono: MS Office (Excel,Power point,Microsoft Word….), AUTOCAD, PPRIMUS.

 

Archivio

Come sono evolute le resistenze del calcestruzzo dagli anni 30 ad oggi

Nel presente lavoro viene esaminata l’evoluzione del calcestruzzo dagli anni 30 ad oggi attraverso la comparazione di valori teorici di resistenza a compressione, desunti dalla letteratura tecnica, con quelli reali di 45 casi studio costituititi da edifici esistenti in c.a. siti nella provincia di Napoli e Caserta, ottenuti dalle certificazioni di prove distruttive e non distruttive.

Leggi