Antincendio: presentato il progetto di riordino e aggiornamento delle norme di prevenzione incendi

14/04/2014 4697
Lo scorso 10 aprile, presso l'aula magna "Giorgio Mazzini" dell'Istituto Superiore Antincendi di Roma, è stato presentato il progetto di semplificazione della normativa di prevenzione incendi, alla presenza del Sottosegretario dell'Interno Bocci, del Capo Dipartimento Di Pace, del Capo del Corpo Pini e dei rappresentanti degli ordini professionali e delle associazioni di categoria.
 
Dopo il saluto del Direttore dell'Istituto Boscaino, il Capo del Corpo e il Direttore Centrale della Prevenzione e Sicurezza Dattilo, hanno illustrato il progetto sviluppato da quest'ultima direzione con il contributo di 60 tecnici esperti dei Vigili del fuoco provenienti dal territorio.
 
 
L'obiettivo primario del lavoro è quello di rendere le regole tecniche sempre più semplici e  intellegibili.
Tra i diversi elementi innovativi presentati è stato previsto un nuovo approccio di tipo prestazionale, proporzionato al livello di rischio e alla complessità dell'attività, che consentirà di personalizzare gli accorgimenti da adottare, coniugando le imprescindibili esigenze di sicurezza, con altri fattori quali la funzionalità, il rispetto di beni tutelati e l'inclusività.
Un esempio applicativo relativo a un edificio scolastico, con il confronto tra il vecchio e nuovo approccio normativo, è stato poi presentato dall’ing. Gissi, in rappresentanza del gruppo di tecnici dei Vigili del fuoco che hanno contribuito allo sviluppo del progetto.
Positivi sono stati i commenti del Sottosegretario e del Direttore Generale del Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione.

I rappresentanti degli ordini professionali e delle associazioni di categoria hanno sottolineato come questo progetto vada incontro alle loro aspettative di semplificazione, in una prospettiva di maggiore coinvolgimento delle figure professionali.

Fonte: Corpo Nazionale Vigili del Fuoco

 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su