FINCO: oK per il TESTO delle NORME TECNICHE COSTRUZIONI ma occorre un nuovo sistema

22/12/2014 3151

Il 17 dicembre 2014 si è tenuto presso il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici un interesante convegno dedicato alla presentazione e analisi del testo delle NTC Norme Tecniche per le Costruzioni organizzato dal CNI e da FINCO.

Ha aperto i lavori il dott. Angelo Artale, Direttore Generale di FINCO, a nome del Presidente di FINCO, Carla Tomasi, di cui ha letto una lettera di saluto.

GUARDA il VIDEO: youtu.be/Pd8UqhV1KYk

Nel messaggio, il Presidente ha voluto evidenziare che Finco ha valutato positivamente l’opera di revisione delle Norme Tecniche per le Costruzioni: "il mondo delle costruzioni ha necessità di chiari punti di riferimento, ma anche di una normativa che si adatti rapidamente alle esigenze ed alla evoluzione della tecnica."

Ma proprio per questo ultimo concetto, la Tomasi si auspica "che le Norme Tecniche si concentrino sui principi essenziali della sicurezza nelle costruzioni, ma anche che tutte le parti della norma che sono maggiormente interessate dalla evoluzione tecnica siano demandate a fonti di natura secondaria (come potrebbe essere la normativa tecnica dell’Uni) che più facilmente si adattano al variare dello stato dell’arte."

La Tomasi, sempre tramite Artale, esprime l’auspicio che dopo una così unga gestazione non vi sia la necessità di una futura Circolare applicativa di mole pari al testo del Decreto che tecnicamente è stato licenziato nella citata riunione del CSLLPP (come accaduto con la versione delle NTC del 2008) perchè se una norma ha necessità di un chiarimento tanto corposo quanto il testo che si deve interpretare possono sorgere dubbi in merito alla sua reale capacità di regolare la materia per la quale è stata elaborata.

La lettera si conclude però con una nota critica verso il metodo partecipativo che, nel tempo, il CSLLPP ha “sviluppato”: "passando dalla convocazione formale ed aperta a tutte le componenti industriali e professionali interessate su tutti gli aspetti della norma [i lavori che portarono alla edizione 2008 delle Norme Tecniche delle Costruzioni vedevano, infatti, la formale e “corale” partecipazione delle componenti imprenditoriali. NdR ] ad una consultazione sempre più episodica e limitata a specifici capitoli delle NTC, per approdare, infine, ad una “non consultazione” sostituita dalla raccolta delle osservazione spontaneamente pervenute."

Dopo Artale hanno preso la parola anche: