Prevenzione e contrasto al dissesto idrogeologico: si aprono i cantieri

16/03/2020 2314
I primi 1.2 miliardi per le 14 città metropolitane. Controlli e trasparenza totale su opere, gare e appalti. Domani a Palazzo Chigi firma protocollo d’intesa con Delrio, Galletti, Cantone e D'Angelis e un nuovo open data sui cantieri, accessibili a tutti i cittadini

Presidenza del Consiglio, Ministero delle Infrastrutture, Ministero dell'Ambiente e Autorità Nazionale Anticorruzione domani sigleranno un documento in cui si stabiliscono controlli adeguati e la massima trasparenza per le procedure di affidamento dei lavori delle opere necessarie a ridurre il rischio frane e alluvioni e presenteranno, insieme al Dipartimento della Protezione Civile, Ispra e Agid (Agenzia per l’Italia digitale) una nuova sezione del sito italiasicura.governo.it con tutte le informazioni sui cantieri contro frane e alluvioni e le informazioni sulle emergenze idrogeologiche in Italia. Per la prima volta in Europa dati accessibili a tutti i cittadini sul dissesto idrogeologico.
Domani, giovedì 21 maggio, alle ore 11.00 nella Sala stampa di Palazzo Chigi è prevista la firma del Protocollo d’intesa sul monitoraggio e la vigilanza sugli interventi e opere contro il dissesto idrogeologico. Alla firma saranno presenti il Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, il Ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, il Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone e il Coordinatore della Struttura di missione del governo #italiasicura contro il dissesto idrogeologico, Erasmo D’Angelis. All’incontro parteciperanno anche il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, Il Direttore dell’Agenzia per la coesione territoriale, Maria Ludovica Agrò, e il Presidente dell’ISPRA, Bernardo De Bernardinis, per la presentazione del nuovo portale web realizzato per offrire la massima trasparenza sul dissesto idrogeologico, sia per gli interventi per la prevenzione che per la gestione delle emergenze causate da frane e alluvioni.