Illuminazione stradale. Selezione delle categorie illuminotecniche per un nuovo progetto di NORMA

Sino al 24 settembre 2016 il progetto U29000530 “Illuminazione stradale - Selezione delle categorie illuminotecniche”, di competenza della Commissione Luce e illuminazione, si trova nella fase di inchiesta pubblica finale.

La futura norma – che sostituisce la UNI 11248:2012 – individua le prestazioni illuminotecniche degli impianti di illuminazione fissi, atte a contribuire alla sicurezza degli utenti della strada, alle buone condizioni di visibilità durante i periodi di oscurità, al buon smaltimento del traffico e alla sicurezza pubblica, per quanto queste esigenze possano dipendere dall’illuminazione della strada.

A partire da dati associati al tipo di strada, il documento descrive/prescrive una metodologia progettuale con la quale pervenire dati che rappresentano i valori di ingresso per la procedura, alla o alle categorie illuminotecniche adeguate. Tale metodologia è basata su un procedimento sottrattivo che, a seguito di un’analisi dei rischi con la quale il progettista valuta i parametri di influenza, permette di individuare sia la categoria illuminotecnica di progetto sia quelle di esercizio.

La futura norma:

  • indica come classificare una zona esterna destinata al traffico (zona di studio) ai fini della determinazione della categoria illuminotecnica di ingresso
  • fornisce la procedura per la selezione delle categorie illuminotecniche di progetto e di esercizio che competono alla zona di studio classificata
  • identifica gli aspetti che condizionano l’illuminazione stradale e, attraverso la valutazione dei rischi, permette l’ottimizzazione dei consumi energetici con conseguente possibile riduzione dell’impatto ambientale e dell’inquinamento luminoso
  • introduce una corrispondenza tra varie serie di categorie illuminotecniche comparabili o alternative
  • fornisce, per l’illuminazione delle intersezioni stradali, prescrizioni sulla determinazione delle zone di studio e introduce griglie di calcolo integrative rispetto a quelle considerate in UNI EN 13201-3:2016.

Dallo scorso 14 luglio il progetto si trova nella fase dell'inchiesta pubblica finale: sino al 24 settembre 2016 è possibile inviare commenti utilizzando le apposite pagine online sul sito internet UNI.