Alla Casa dell'Architettura di Roma una giornata-evento dedicata a “Dialoghi sul disagio abitativo”

habito_oar.jpg

Dialoghi sul disagio abitativo: confronto internazionale sulla situazione di Roma, definire nuovi modelli dell'abitare

Lectio magistralis di Anne Lacaton e proiezione del documentario “Habito”.

Accendere i riflettori su un tema di stringente attualità e definire nuovi modelli di abitare, come espressione delle esigenze dei cittadini coinvolti. E’ l’obiettivo di “Dialoghi sul disagio abitativo” la giornata-evento organizzata dall’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia e in programma il prossimo 29 marzo, dalle ore 14.30 alle ore 19, presso la Casa dell’Architettura

La città di Roma detiene il primato degli sfratti in Italia: sono 12.500 le famiglie presenti nella graduatoria per le case popolari, mentre le assegnazioni si fermano a quota 500 alloggi l’anno: cifra che rappresenta appena un terzo delle 1.500 nuove famiglie che perdono la casa nello stesso periodo. L’iniziativa sarà l’occasione per fare il punto sulla situazione nella Capitale e ragionare su nuovi possibili modelli, a partire dal confronto internazionale: ospiti d’eccezione dell’evento, Anne Lacaton & Jean Philippe Vassal, gli architetti che in Francia hanno affrontato con successo il tema dell’abitare, proponendo soluzioni sperimentali e innovative.

Durante la giornata, la proiezione di HABITO, documentario in tre puntate a cura dell’Ordine degli Architetti PPC di Roma, con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “S’illumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”. Un percorso per immagini, in cui alle voci degli esperti (sociologi, architetti, giuristi, economisti) si affiancano quelle degli abitanti che vivono quotidianamente la precarietà abitativa, e che mette a fuoco le criticità emerse, a livello normativo e pratico, e le buone pratiche replicabili.

I lavori saranno introdotti e moderati da Chiara Tonelli, Consigliere dell’Ordine degli Architetti PPC di Roma.

>>> Maggiori informazioni QUI