Ecobonus per auto elettriche e ibride: decreto attuativo in Gazzetta. Ecco come ordinare e prenotare l'incentivo

Ecobonus veicoli a ridotte emissioni di Co2: si apre la fase che consentirà ai concessionari d’inserire sulla piattaforma dedicata agli Ecobonus, già operativa dal primo marzo, l'ordine e la prenotazione dell'incentivo. Dalla prenotazione si avranno poi fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo

Eco-mobilità: si parte con l'ecobonus

Arriva in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 20 marzo 2019, adottato di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dell'Economia e delle Finanze, che rende operativa la procedura di erogazione dell'Ecobonus. La misura prevede contributi per l'acquisito di veicoli a ridotte emissioni di CO2 (elettriche ed ibride), come previsto dalla Legge di Bilancio 2019.

Con questo provvedimento si apre la fase che consentirà ai concessionari d’inserire sulla piattaforma dedicata agli Ecobonus, già operativa dal primo marzo, l'ordine e la prenotazione dell'incentivo. Dalla prenotazione si avranno poi fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo.

E' quindi possibile effettuare la richiesta dell'Ecobonus sulla piattaforma aggiornata all’indirizzo https://ecobonus.mise.gov.it.

Ecobonus: i dettagli dell'incentivo 2019

Ecobonus è la misura promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico per l’acquisto di veicoli a ridotte emissioni, così come previsto dalla Legge di Bilancio 2019.

La misura si rivolge a chi acquista, anche in locazione finanziaria e immatricola in Italia:

  • Veicoli di categoria M1: destinati al trasporto di persone, con almeno 4 ruote e al massimo otto posti a sedere (oltre al sedile del conducente), con i seguenti requisiti:
    • nuovi di fabbrica;
    • producano emissioni di CO2 non superiori a 70 g/km;
    • siano stati acquistati ed immatricolati in Italia dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021;
    • il cui prezzo (da listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice) sia inferiore a 50mila euro compresi optional (IVA esclusa)
  • Veicoli di categoria L1 e L3: nel primo caso veicoli a due ruote con cilindrata inferiore o uguale a 50 cc e la cui velocità massima non superi i 45 km/h (L1); nel secondo caso veicoli a due ruote la cui cilindrata superi i 50 cc e la cui velocità massima superi i 45 km/h (L3). Gli stessi devono essere:
    • nuovi di fabbrica;
    • elettrici o ibridi;
    • di potenza inferiore o uguale a 11 kW;
    • acquistati ed immatricolati in Italia nell’anno 2019.

La procedura prevede due momenti:

  • apertura dello sportello (dedicata esclusivamente alla registrazione dei concessionari, che potranno iscriversi e caricare i propri dati identificativi)
  • inserimento dell’ordine e prenotazione dell’incentivo.

Dalla prenotazione si hanno fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo.