I vantaggi dei giunti di dilatazione sui pavimenti finiti: attenzione però a scegliere quello giusto

Il giunto strutturale costituisce una soluzione di continuità nelle strutture, la quale inevitabilmente si ripercuote in vista sulle pavimentazioni.

Per evidenti ragioni estetiche e funzionali è indispensabile predisporre dispositivi che ricostituiscano la continuità superficiale delle pavimentazioni, compensando senza danni i movimenti reciproci delle diverse parti strutturali adiacenti. Questi dispositivi sono i sistemi di giunzione: ideati, calcolati e prodotti secondo specifiche fondamentali tra le quali: larghezza del giunto a riposo, movimento atteso, traffico sul pavimento, estetica, impermeabilità, resistenza al fuoco.

Giunti posati direttamente sul pavimento finito

k-floor-f-g50-sezione.jpg

L'installazione

In alcune situazioni può essere vincente la scelta di sistemi di giunzione progettati per essere posati direttamente sulla superficie finita del pavimento. In questo caso l’installazione è semplice e veloce, basterà infatti fissare meccanicamente le alette di ancoraggio direttamente sulla superficie finita, non sarà necessario stabilire quote e si avrà il vantaggio di mascherare eventuali imperfezioni degli spigoli. Un ulteriore punto di forza dei giunti di dilatazione per posa sul finito, è la facilità con cui possono essere smontati per ripristini o ispezioni, ad esempio nel caso di presenza di impermeabilizzazioni sottostanti.

k-floor-f-g50-installazione.jpg

Come accennato dunque, questo tipo di giunti per pavimenti, può essere utilizzato anche in presenza di sistemi impermeabili, basterà avere l’accortezza di chiedere al fornitore dei giunti, dei tasselli di una lunghezza tale che non possano raggiungere il manto impermeabile.

Le soluzioni di Tecno K Giunti

k-floor-f-g50-esempio-applicativo.jpgIn questo specifico ambito TECNO K GIUNTI propone all’interno della propria gamma produttiva le serie K FLOOR F e K WORK F .

La prima è costituita da profili portanti in alluminio ed elementi centrali in gomma, che compensano i movimenti attraverso la loro deformazione elastica.

La seconda, completamente in alluminio, ha un funzionamento prettamente meccanico ed il suo utilizzo è pressoché indispensabile nel caso di transito di veicoli dotati di ruote in materiale duro (es. Vulkollan o Poliammide) come muletti e transpallets.

Ad ogni modo è sempre buona regola confrontare le proprie specifiche esigenze con il servizio tecnico del fornitore, per essere informati e guidati verso la scelta migliore, che deve tenere conto di tutte le esigenze, sia tecniche che economiche.