Progetto e verifiche edificio-impianto: nuova versione del software EC701. Incluse le verifiche CAM

Nuova versione del modulo EC701 Progetto e verifiche edificio impianto

Le novita dell'ultima versione. Incluse le verifiche CAM (Criteri Ambientali Minimi - DM 11.10.2017)

Il modulo EC701 Progetto e verifiche edificio-impianto nato per rispondere alle esigenze dei progettisti termotecnici, che hanno la necessità di effettuare:

  • le verifiche di legge richieste dal DM 26.06.15 Requisiti minimi (comprese le verifiche per gli edifici nZEB) e dal DPR 02.04.2009, n. 59 (per richieste di titoli edilizi antecedenti il 1.10.2015) e di redigere la relazione tecnica da depositare in comune ai sensi della Legge 10/91;
  • le verifiche richieste dal DLgs n. 28/2011 che prevedono l’utilizzo di fonti rinnovabili per la copertura dei consumi;
  • le verifiche dei Criteri ambientali Minimi (CAM) richieste dal DM 11.10.2017; 
  • la redazione dell’attestato di qualificazione energetica secondo il DM 26.06.2015;
  • la stampa dei dati da inserire sul portale informatico on-line dell’ENEA, ai fini della richiesta di detrazione fiscale per le spese di riqualificazione energetica degli edifici esistenti. 

È possibile infine valutare l’idoneità di una struttura opaca ai fini termoigrometrici, verificando la possibile formazione di condensa superficiale ed interstiziale.

EC701 funziona solo in abbinamento al modulo base EC700 per la valutazione delle prestazioni energetiche degli edifici (sia invernali che estive) in conformità alle Specifiche Tecniche UNI/TS 11300.

software-ec-701-ver-12.jpg

Verifiche di legge e relazione tecnica

Dopo aver terminato la caratterizzazione dell’involucro edilizio e dell’impianto termico nel programma EC700 Calcolo prestazioni energetiche degli edifici, attraverso il modulo EC701 è possibile effettuare le verifiche dei requisiti minimi imposti dal DM 26.06.15 che include la modellazione ed il calcolo dell’edificio di riferimento per definire i limiti prestazionali dell’edificio.

Premendo il pulsante “Verifiche di Legge” è possibile effettuare automaticamente il calcolo di tutti i parametri richiesti in funzione del tipo di intervento selezionato.

Il programma esegue le verifiche previste dal DLgs 03.03.2011, n. 28 che pone vincoli sulla copertura da fonti rinnovabili dei consumi per riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria.

Nella compilazione della Relazione Tecnica alcuni dati sono calcolati automaticamente dal programma EC700, altri devono essere compilati a cura del professionista. 

I dati richiesti al professionista possono essere inseriti in modo semplice e rapido utilizzando archivi di descrizioni standard già precaricate.

Il programma, infine, compila e stampa la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, richiesta ai sensi della Legge di conversione n. 90 del 3.08.2013 e del DPR n. 445 del 28.12.2000.

Verifica Criteri Minimi Ambientali (CAM) secondo DM 11.10.2017

Con il modulo EC701 è possibile effettuare le verifiche dei requisiti previsti dal DM 11.10.2017 dedicato ai “Criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.” In particolare è possibile effettuare il calcolo dei seguenti criteri: 

  • 2.3.2 Prestazione energetica: verifica dei requisiti previsti dal DM 26.06.15 Requisiti minimi, della capacità areica interna periodica (Cip) delle strutture opache delimitanti l’involucro esterno (secondo UNI EN ISO 13786) oppure della temperatura operante estiva con riferimento al giorno più caldo della stagione estiva e per gli ambienti ritenuti più sfavorevoli (calcolo orario secondo UNI EN ISO 52016-1).
  • 2.3.3 Approvvigionamento energetico: verifica che il fabbisogno energetico complessivo dell’edificio sia soddisfatto da impianti a fonti rinnovabili secondo le indicazioni dell’Allegato 3 al DLgs n. 28/2011 (valor minimo di copertura incrementato del 10%).
  • 2.3.5.1 Illuminazione naturale: verifica del fattore medio di luce diurna da effettuarsi nei locali regolarmente occupati. Il calcolo è svolto secondo UNI 10840 per destinazioni d’uso residenziali e scuole mentre, per le destinazioni d’uso non residenziali, viene fatto riferimento alla UNI EN 15193-1:2017 e UNI EN 15193-2:2017. Il fattore medio di luce diurna viene valutato leggendo le geometrie degli ambienti all’interno dell’input grafico e grazie all’utilizzo del calcolo automatico degli ombreggiamenti.   
  • 2.3.5.2 Areazione naturale e ventilazione meccanica controllata: verifica del Rapporto Aerante (R.A.), finalizzata a garantire l’aerazione naturale diretta in tutti i locali in cui sia prevista una possibile occupazione di persone.
  • 2.3.5.3 Dispositivi di protezione solare: verifica del fattore di trasmissione solare (ggl,sh) al fine di controllare l’immissione nell’ambiente interno della radiazione solare diretta; la verifica viene effettuata nei giorni 21 dicembre (solstizio invernale) e 21 giugno (solstizio estivo) dalle ore 10 alle ore 16.
  • 2.3.5.7 Comfort termo-igrometrico: verifica dell’assenza di condense superficiali ed interstiziali e della formazione di muffa nei ponti termici (secondo DM 26.06.15 ed UNI EN ISO 13788), verifica del PMV - Voto medio previsto e del PPD - Percentuale prevista di insoddisfatti (secondo la UNI 7730) e determinazione della categoria di comfort termico secondo UNI EN 15251.
  • 2.4.1.1 Disassemblabilità: verifica della percentuale (in peso) dei componenti edilizi e degli elementi prefabbricati sottoponibile, a fine vita, a demolizione selettiva per il riciclo o riutilizzo.
  • 2.4.1.2 Materia recuperata o riciclata: verifica della percentuale (in peso) di materia recuperata o riciclata nei materiali utilizzati per la costruzione dell’edificio.

Dati di calcolo per la richiesta di detrazione previsti dalla Legge Finanziaria  

Il programma consente di stampare i parametri calcolati da EC700 ed utili alla compilazione dell’attestato di qualificazione energetica ai sensi dell’Allegato A al DM 10.02.2017 (“Decreto edifici”). Tali parametri devono essere inseriti nel portale informatico ENEA (sezione “Scheda descrittive degli interventi”), ai fini della richiesta di detrazione fiscale per le spese di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, previsti dalla Legge 296/06 (“Legge Finanziaria”).


FORMAZIONE - Webinar 16 ottobre

Per conoscere ulteriori dettagli iscriviti al webinar gratuito del 16 ottobre, oppure vai visita il sito di Edilclima.