Infrastrutture, edilizia scolastica, messa in sicurezza edifici: tutte le novità della Legge di Bilancio 2020

DDL Bilancio 2020 in dirittura d'arrivo: in materia di infrastrutture, è prevista una serie di misure finalizzate ad incrementare le risorse assegnate a comuni, province, città metropolitane e regioni per la realizzazione di opere pubbliche per la messa in sicurezza di edifici e territorio

distanza-tra-edifici4-700.jpg

La Legge di Bilancio 2020 - che fa parte, assieme al DL Fiscale, della cd. Manovra Finanziaria annuale - è ormai nella sua veste definitiva. Il testo trasmesso dal Senato alla Camera in data 17 dicembre 2019, cd. maxiemendamento 1.9000 interamente sostitutivo della prima sezione del DDL, con le modifiche approvate in 5a Commissione Bilancio, sarà esaminato dalla Camera per la votazione conclusiva, il 22 e 23 dicembre prossimi. Al 99% non ci dovrebbero essere ulteriori modifiche, visti i tempi ristretti.

Vediamo, in questo articolo, di concentrarci sulle misure di interesse per infrastrutture e trasporti, comprensive delle risorse destinate agli enti locali per lo sviluppo di opere edilizie di vario tipo.

Risorse destinate ai comuni per efficientamento energetico, messa in sicurezza, progettazione

  • si prevede, per gli anni dal 2020 al 2024, l'assegnazione ai comuni, nel limite complessivo di 500 milioni di euro annui, di contributi per investimenti destinati ad opere pubbliche in materia di efficientamento energetico (ivi compresi interventi volti all'efficientamento dell'illuminazione pubblica, al risparmio energetico degli edifici di proprietà pubblica e di edilizia residenziale pubblica, nonché all'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili) e sviluppo territoriale sostenibile (art. 1, commi 29-36);
  • si modifica la disciplina, già recata dalla legge di bilancio 2019, relativa alla concessione di contributi per la realizzazione di opere pubbliche per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio, al fine di incrementare (da 4,9 a 8,8 miliardi di euro) gli stanziamenti finalizzati alla concessione dei contributi ed includere tra le opere finanziabili anche quelle volte all'efficientamento energetico degli edifici (art. 1, comma 38);
  • si istituisce, nello stato di previsione del Ministero dell'Interno, un fondo con una dotazione di 400 milioni di euro, per investimenti nei comuni, per ciascuno degli anni dal 2025 al 2034, nei settori dell'edilizia pubblica, della manutenzione della rete viaria, del dissesto idrogeologico, della prevenzione del rischio sismico e della valorizzazione dei beni culturali e ambientali (art. 1, commi 44-46);
  • si prevede l'assegnazione (nel limite complessivo di 2,78 miliardi di euro per gli anni dal 2020 al 2034) di contributi destinati alla spesa di progettazione definitiva ed esecutiva per interventi di messa in sicurezza del territorio, di edifici pubblici e di strade, ponti e viadotti (art. 1, commi 51-58).

Risorse destinate a province e città metropolitane per efficientamento energetico, messa in sicurezza, progettazione

  • si prevede la concessione di contributi, per un importo complessivo di 6,1 miliardi di euro (aggiuntivi rispetto a quanto già previsto dalla legislazione vigente) per il periodo 2020-2034, per il finanziamento degli interventi relativi a programmi straordinari di manutenzione della rete viaria nonché degli interventi relativi ad opere pubbliche di messa in sicurezza delle strade e di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico delle scuole degli enti medesimi (art. 1, commi 62-64).

Risorse destinate alle regioni per efficientamento energetico, messa in sicurezza, progettazione

  • si incrementano di 2,4 miliardi di euro le risorse per la realizzazione di opere pubbliche per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio, nonché per interventi relativi alla viabilità, alla rigenerazione urbana, alla riconversione energetica e alle infrastrutture sociali (art. 1, comma 66);
  • si istituisce il Fondo per gli investimenti nelle isole minori, con una dotazione finanziaria complessiva per gli anni 2020, 2021 e 2022 pari a 56 milioni di euro, per il finanziamento di progetti di sviluppo infrastrutturale o di riqualificazione del territorio dei comuni delle isole minori (art. 1, comma 553).

Edilizia scolastica

  • istituzione, nello stato di previsione del Ministero dell'interno il fondo «Asili nido e Scuole dell'infanzia», con una dotazione di € 100 mln per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023 e di € 200 mln per ciascuno degli anni dal 2024 al 2034, per il finanziamento degli interventi relativi ad opere di messa in sicurezza, ristrutturazione, riqualificazione o costruzione di edifici di proprietà dei comuni destinati ad asili nido e scuole dell'infanzia (art. 1, co. 59-61);
  • possibilità di destinare eventuali economie derivanti da risorse INAIL alla costruzione di scuole innovative e di poli per l'infanzia (art. 1, co. 261-262);
  • destinazione di € 10 mln delle risorse provenienti dal Fondo per il finanziamento di investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese già assegnati al MIUR e non impegnati, alla messa in sicurezza degli edifici scolastici per l'annualità 202;
  • introduzione di semplificazioni per accelerare gli interventi di progettazione per il periodo 2020-2023, inclusa la previsione di un termine di 30 giorni per l'espressione dei pareri, decorsi i quali gli stessi si intendono acquisiti con esito positivo (art. 1, co. 259-260);
    definizione di un piano nazionale di interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico (art. 1, co. 263-264);

Finanziamenti connessi alla realizzazione di infrastrutture per eventi sportivi

  • 1 miliardo di euro per il periodo 2020-2026, per la realizzazione di interventi, nei territori delle Regioni Lombardia e Veneto, e delle province di Trento e Bolzano, e 15 milioni di euro per gli anni 2020-2021 per il completamento del polo metropolitano M1 – M5 di Cinisello - Monza Bettola, in connessione allo svolgimento delle Olimpiadi invernali 2026;
  • finanziamento di 50 milioni di euro per il periodo 2020-2022, per la realizzazione di interventi nel territorio della Regione Lazio, connessi allo svolgimento della Ryder Cup 2020 (art. 1, commi 18-23).

Trasporto pubblico locale

  • equiparazione dei monopattini elettrici che rientrino nei limiti di velocità previsti dal decreto ministeriale n.229 del 4 giugno 2019 ai velocipedi (art. 1, comma 75);
  • istituzione di un fondo per lo sviluppo delle reti ciclabili urbane con una dotazione finanziaria di 50 milioni € per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024, per finanziare il 50% degli interventi di realizzazione di nuove piste ciclabili urbane da parte di comuni e di unioni di Comuni (art. 1, commi 47-50);
  • riduzione di risorse per complessivi 51,6 mln nel 2020, 21,8 mln nel 2021 e 25,8 mln nel 2022 relativamente proprio agli interventi per le metropolitane (sul cap. 7400 relativo al completamento degli interventi per le metropolitane e sul cap. 7150 relativo all'ammodernamento tecnologico).