I piccoli errori del progettista non sono punibili penalmente. Ma quali sono?

Cassazione: il piccolo errore del progettista sanzionato con 300 euro beneficia della "tenuità del fatto"

progettazione-digitale-ingegneria-700.jpg

Il progettista e direttore dei lavori che ha attestato falsamente la conformità di opere edilizie al progetto approvato può beneficiare della particolare tenuità del fatto se la multa è 'risibile' e le difformità riscontrate sono 'modeste'.

E' quanto si evince dalla sentenza 3461/2020 della Corte di Cassazione Penale, che ha accolto il ricorso di un professionista tecnico condannato in primo grado alla pena di 300 euro di multa in relazione al reato di cui agli artt. 481 cod. pen., 76 dpr 445/200, 23 e 29 del dpr 380/2001, ascrittogli per avere, quale progettista e DL, attestato, contrariamente al vero, la conformità di opere edilizie al progetto approvato e alle successive varianti.

Il progettista aveva chiesto, in appello, che gli fosse riconosciuta la particolare tenuità del fatto ma la Corte disattendeva la richiesta di esclusione della punibilità in considerazione del ruolo non meramente esecutivo ma, anche certificativo, del progettista e direttore dei lavori.

Per la Cassazione questa motivazione è illogica in quanto fondata sulla impropria valorizzazione di un elemento costitutivo della fattispecie, come tale di per sé inidoneo a consentire di escludere l'esiguità del danno o del pericolo derivato dalla condotta, e soprattutto, priva della necessaria considerazione globale della vicenda e della personalità dell'imputato, non essendo state considerate:

  • la modestia delle difformità riscontrate
  • il loro pressochè immediato accertamento da parte degli organi comunali;
  • l'assenza di precedenti condanne;
  • la considerazione di scarsa gravità del fatto compiuta dalla stessa Corte d'appello, che ha inflitto all'imputato la sola pena pecuniaria, tra l'altro in misura prossima al minimo.

In virtù di tutte queste considerazioni, la sentenza della Corte d'Appello - concludono gli ermellini - va annullata limitatamente alla causa di non punibilità ex art.131bis cod.pen.

LA SENTENZA INTEGRALE E' DISPONIBILE E SCARICABILE IN FORMATO PDF