Fase 2 Covid-19: linee guida sul trasporto pubblico e documento INAIL sulla gestione del rientro al lavoro

Il MIT ha pubblicato le linee guida ufficiali sul trasporto pubblico già allegate al DPCM 26 aprile 2020, mentre la pubblicazione di Inail e Iss, illustra le misure contenitive per affrontare il problema della mobilità tutelando la sicurezza della popolazione, con la graduale ripresa delle attività produttive dal 4 maggio

treno-av-frecciarossa-ferrovia-700.jpg

La Fase 2 Coronavirus (quella che qualcuno ha ridenominato Fase 2-A, per separarla dalla Fase 2-B prevista dopo il 18 maggio 2020) che prenderà il via dal prossimo 4 maggio coinvolgerà tantissimi lavoratori, che si muoveranno anche coi mezzi pubblici.

In tal senso, il MIT ha realizzato le linee guida sul trasporto pubblico, che comunque erano già state allegate al DPCM 26 aprile 2020 assieme ad altri protocolli, mentre l'INAIL, in collaborazione con l'Istituto superiore di Sanità (ISS) ha elaborato un documento tecnico che fornisce un’ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive mirate a tutelare la sicurezza di milioni di persone che si muoveranno su treni, metro, bus e tram, per raggiungere i luoghi di lavoro, con l’emergenza sanitaria ancora in corso. Il documento è approvato dal Comitato Tecnico Scientifico istituito presso la Protezione Civile.

Le linee guida del MIT sul trasporto pubblico

Sono propedeutiche alle modalità di informazione agli utenti e alle misure organizzative per il contenimento della diffusione del Covid-19, con una scheda di sintesi dove si evidenziano le principali modalità di informazione agli utenti e le misure organizzative da adottare nell’esercizio del servizio di trasporto pubblico, fra i quali:

  • accessi contingentati
  • piani operativi differenziati a seconda delle varie tipologie di trasporto (aereo, ferroviario, TPL, trasporto non di linea, trasporto marittimo e portuale);
  • obbligo di utilizzo mascherine a seconda delle varie tipologie di trasporto;
  • obblighi di distanziamento;
  • sanificazione e igienizzazione;
  • installazione di dispenser;
  • misure per la gestione dei passeggeri;
  • vendita di biglietti online;
  • adozione di sistemi di informazione e divulgazione per il corretto uso dei dispositivi di protezione individuale nonché sui comportamenti da tenere negli spazi comuni e nei luoghi di transito dell’utenza.

Il documento Inail-ISS sul rientro al lavoro

Il documento tecnico:

  • spiega che, come già osservato nella classificazione Inail 2020, l’intero sistema di trasporto pubblico deve essere considerato un contesto a rischio di aggregazione medio-alto, con possibilità di rischio alto nelle ore di punta, soprattutto nelle aree metropolitane;
  • fornisce raccomandazioni differenziate per la gestione del trasporto ferroviario e locale, quali misure organizzative, di prevenzione e protezione, di sanificazione e igienizzazione. Tra queste, il controllo della temperatura corporea nelle stazioni ferroviarie, nuovi criteri di prenotazione dei biglietti e sospensione dei servizi di ristorazione a bordo;
  • avverte che le misure contenitive individuate e sottoposte all’attenzione del Governo devono andare di pari passo con la collaborazione attiva degli utenti dei mezzi di trasporto, ai quali è indirizzato, nella parte finale, un decalogo di semplici regole di comportamento da adottare.

LE LINEE GUIDA DEL MIT, LA SCHEDA DESCRITTIVA E IL DOCUMENTO INAIL-ISS SONO SCARICABILI IN FORMATO PDF