Sicurezza e formazione, un’accoppiata vincente

Secondo le nuove statistiche pubblicate da INAIL, anche nel 2019 le cadute dall’alto si confermano la seconda causa di incidenti mortali sul luogo di lavoro in Italia, precedute solamente dagli incidenti stradali.

linee-vita_sicurpal---700.jpg

Cadute dall'alto: la principale causa degli incidenti sul lavoro nel settore edile

Le cadute dall’alto causano la maggior parte degli incidenti nel settore dell’edilizia, ma riguardano tutte le attività lavorative che vengono svolte ad una altezza superiore ai 2 metri rispetto ad un piano stabile, come per esempio la manutenzione di coperture, autobus, cisterne, silos, pozzi, PLE, ecc…

Come limitare tali infortuni?

Formazione specialistica per chi lavora in quota e negli spazi confinati

Come previsto dall’Accordo Stato-Regioni tutti i lavoratori devono svolgere corsi formativi generali e specialistici.

La formazione specialistica è obbligatoria per alcune attività lavorative rischiose, tra cui i lavori in quota e negli spazi confinati, che prevedono anche l’addestramento pratico a causa della complessità di tali attività.

meeting-progettisti-sicurpal-2019.jpg

Svolgere un addestramento efficace permette di simulare le condizioni di pericolo e apprendere le corrette procedure per lavorare in sicurezza. Per questo motivo è fondamentale rivolgersi a società di formazione specializzate - quale Sicurform Srl - in grado di offrire un’aula corsi ed una palestra attrezzate con docenti altamente qualificati.

La formazione obbligatoria deve essere affiancata a corsi tecnico specialistici volti a sensibilizzare e formare i professionisti sui sistemi di ancoraggio. Sicurform Srl propone corsi che spaziano dalla progettazione del sistema di ancoraggio, alla formazione dell’installatore e dell’addetto alla revisione e collaudo: un programma completo per i professionisti di domani.

Cosa cambia con i Decreti in materia di sicurezza per l’emergenza Coronavirus?

Al momento la formazione in aula non è permessa, mentre è possibile svolgere corsi di formazione online in modalità e-learning (corsi pre-registrati) o in videoconferenza (in diretta, unica modalità accettata per i corsi teorici del Dgls.81/2008); al momento sono sospese le formazioni pratiche.

Dal 15 giugno le linee guida pubblicate da alcune regioni verranno probabilmente integrate nel prossimo DPCM, permettendo la ripresa della formazione pratica, pur mantenendo le disposizioni di distanziamento e prassi igieniche per limitare la diffusione del contagio.

Sistemi anticaduta per la sicurezza del lavoro in quota

Oltre alla formazione, la tutela della sicurezza in quota si basa anche su altri fattori.
Errori e mancanze che possono portare ad infortuni sul lavoro sono, ad esempio:

  • Errata progettazione dovuta alla sottovalutazione di elementi di rischio;
  • Utilizzo di prodotti non certificati e di qualità scadente che non garantiscano la tenuta nel tempo o mostrano fragilità strutturali;
  • Installazione non a regola d’arte a cura di montatori inesperti;
  • Assenza di revisione periodica obbligatoria;
  • Documentazione mancante o incompleta.

Affidarsi a professionisti del settore come Sicurpal Srl permette di tutelare pienamente la vita degli operatori in quota.

Grazie alla nostra ventennale esperienza, è possibile curare tutte le fasi del lavoro in quota: dalla progettazione su misura, fornitura di materiale certificato, installazione a cura di tecnici interni altamente qualificati, alla revisione periodica e al recupero di sistemi già installati.

>>> Per maggiori informazioni visita il sito www.sicurpal.itwww.sicurform.com

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su