Salute e sicurezza dei lavoratori: linee guida aggiornate INAIL - Utilitalia

Il documento rappresenta un valido contributo per la riduzione di incidenti lavorativi e tecnopatie in un comparto produttivo di grande utilità sociale e non privo di rischi e pericoli

sicurezza-cantiere-ponteggio_700.jpg

Segnaliamo e alleghiamo il documento contenente le "Linee di indirizzo del Sistema di gestione della salute e della sicurezza dei lavoratori per le aziende dei servizi idrici, ambientali, energetici e funerari (Sgsl-U)", realizzato da INAIL e UTILITALIA e illustrato in un recente seminario online.

Utilitalia

Utilitalia è la federazione che riunisce le aziende operanti nei servizi idrici, ambientali, energetici e funerari. I soggetti associati, che comprendono società di capitali, consorzi, comuni, aziende speciali ed altri enti, sono oltre 500 per un totale di circa 95.000 addetti, rientranti in diversi contratti collettivi nazionali.

In particolare, gli associati a Utilitalia forniscono:

  • servizi idrici a circa l'80% della popolazione;
  • servizi ambientali a circa il 55% della popolazione;
  • servizi di distribuzione gas a oltre il 30% della popolazione;
  • servizi di energia elettrica a circa il 15% della popolazione;
  • servizi funerari a importanti città quali Roma, Bologna, Genova, Parma, Venezia, Torino.

A questo scopo, si legge nella premessa al documento - l’adozione dei sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) risulta di fondamentale importanza poiché la loro implementazione, attraverso meccanismi decisionali e organizzativi in cui sono definite chiaramente le attività e i corrispondenti ruoli e responsabilità, favorisce l’attuazione di processi, strumenti e metodologie che consentono il raggiungimento degli obiettivi di una politica condivisa e contestualizzata alla realtà organizzativa.

 

Il contenuto del documento

Le Linee di indirizzo SGSL–U sono conformi ai requisiti ISO per le norme sui sistemi di gestione. Questi requisiti comprendono una struttura di alto livello, testo principale identico e termini comuni con definizioni principali, funzionali alle organizzazioni che vogliano implementare sistemi di gestione, anche integrati.

l punti da 1 a 3 del presente documento definiscono lo scopo e il campo di applicazione, i riferimenti normativi e i termini e le definizioni applicati, mentre i punti da 4 a 10 contengono i requisiti e le modalità di corretta gestione degli specifici processi del sistema di gestione.

Le corrispondenze di tali processi con le Linee guida SGSL – UNI Inail 2001 e la norma UNI ISO 45001:2018 sono evidenziate nella tabella di correlazione riportata in allegato 2.

Al fine di facilitare la lettura delle Linee di indirizzo è stato adottato per ogni processo del sistema SGSL-U il medesimo schema espositivo in forma tabellare che prevede:

  • attività: attività necessarie per attuare il singolo processo;
  • ruoli e responsabilità: figure aziendali previste dal d.lgs. 81/08 alle quali sono state assegnate le responsabilità delle specifiche attività in sovrapposizione con gli obblighi, i compiti e le attribuzioni conferiti da tale decreto; oltre a tali figure è stato considerato il ruolo della persona incaricata che può essere stata incaricata dal Datore di lavoro come supporto per la conduzione delle attività necessarie al SGSL
  • procedure: elenco indicativo delle procedure utili per l’implementazione e il mantenimento del processo
  • supporto: elenco indicativo delle risorse umane, non definite in ruoli e responsabilità che possono essere coinvolte nell’attuazione del processo, e delle risorse strumentali (es.: documenti, data base, sistemi di rilevazione, ecc.) non definite in ruoli e responsabilità che possono essere coinvolte nell’attuazione del processo
  • documentazione di riferimento identificata come:
    • documentazione richiesta dal d.lgs. 81/08;
    • documentazione richiesta dalla norma UNI ISO 45001:2018;
    • ulteriore documentazione suggerita;
  • indicatori di prestazione: esempi di indicatori utilizzabili per valutare l’efficacia del processo.

Nelle tabelle, le attività di consultazione e partecipazione dei lavoratori sono state indicate in conformità alle previsioni specifiche della norma UNI ISO 45001:2018 per ogni processo, tenendo anche conto del ruolo attribuito dalla normativa italiana al responsabile del lavoratori per la sicurezza (RLS o RLST se territoriale).

In questo senso, nelle tabelle i ruoli e le responsabilità sono stati attribuiti in modo distinto a:

  • RLS (intendendo con tale termine anche la figura del RLST), se si tratta di attività specifiche previste dal d.lgs. 81/08 (p.es. partecipazione alla riunione periodica);
  • lavoratori, se si tratta di attività in capo ai singoli lavoratori (p.es. partecipazione ai corsi di formazione o segnalazione di quasi infortuni);
  • lavoratori/RLS, se si tratta di attività di consultazione o partecipazione che la norma UNI ISO 45001:2018 attribuisce ai lavoratori “anche” tramite gli RLS.

LE LINEE GUIDA INTEGRALI SONO SCARICABILI IN FORMATO PDF

 


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su