Sostenibilità, passione e gioco di squadra: i capisaldi Isolmant per un nuovo umanesimo imprenditoriale

Un nuovo umanesimo imprenditoriale, in quest’era caratterizzata da una continua innovazione tecnologica, trasformazioni digitali, crisi economiche e non da ultimo una pandemia, è la chiave per superare i momenti critici e difficili che il mondo produttivo italiano, e non solo, sta attraversando: ne è convinto Eugenio Canni Ferrari, alla guida dal 2002, in qualità di amministratore delegato, di Tecnasfalti Isolmant, azienda leader da oltre 40 anni nel settore dell’isolamento acustico.

tecnasfalti-isolmant_azienda.jpg

Il punto di vista di Eugenio Canni Ferrari, amministratore delegato di Tecnasfalti Isolmant

Figura lungimirante e innovatrice nel campo dell’acustica, Eugenio Canni Ferrari punta l’accento sulla necessità per il mondo imprenditoriale, non solo circoscritto al settore delle costruzioni, di «ritrovare e recuperare il valore dell’essere imprenditore e la vera missione di questo ruolo che non deve limitarsi alla creazione di ricchezza economica ma deve estendersi anche alla sfera sociale e culturale, per creare un tipo diverso di ricchezza. Essere immersi nel proprio contesto sociale per arricchire la società e il territorio in cui un’azienda è inserita è un aspetto fondamentale non solo per far crescere l’azienda stessa ma anche per affrontare i periodi di difficoltà come quello che stiamo vivendo».

Un imprenditore non deve, infatti, lasciarsi guidare solo dalle logiche di mercato e di business ma deve ampliare il proprio sguardo abbracciando un nuovo umanesimo sulla scia di quanto già fatto da grandi figure che hanno caratterizzato il panorama produttivo italiano tra gli anni Trenta e gli anni Settanta:

«Ho avuto la fortuna durante il mio percorso – spiega l’amministratore delegato di Isolmant – di studiare tante grandi personalità che rappresentano con il loro operato un esempio a cui l’imprenditoria di oggi deve guardare.

eugenio-canni-ferrari_preview.jpgUomini dotati di lungimiranza, in grado di sapere analizzare il futuro e cogliere i segnali dei cambiamenti in atto, peculiarità strettamente attuali e necessarie per interpretare le evoluzioni in corso e intervenire ad arginare le situazioni di crisi. Ciò che è mancato, a mio avviso, già a partire dalla fine degli anni Novanta, è stata la consapevolezza di quale fosse il vero ruolo dell’imprenditore. Un imprenditore negli anni scorsi e soprattutto in questo momento di pandemia doveva e deve essere colui che sa interpretare l’evoluzione della situazione e leggere il futuro per arginare le difficoltà e aprirsi a nuove possibilità e opportunità».

Un futuro in cui la sostenibilità avrà un ruolo sempre più importante e che rappresenta da sempre uno dei valori portanti di Isolmant che giorno dopo giorno lavora per ideare nuovi prodotti e migliorare quelli già esistenti affinché puntino al benessere delle persone e che siano adeguati alle esigenze del buon costruire.

Sostenibilità non deve però essere intesa solo nel suo significato di costruire in modo salubre e con un’attenzione alla dimensione naturale «ma nella moltitudine dei significati che questo termine racchiude. A mio parere sostenibilità, sia per quanto riguarda il mercato in generale sia più in particolare il settore delle costruzioni, significa costruire in maniera corretta e coerente non basandosi solo sul profitto ma soprattutto sulla qualità e sui risultati che una soluzione garantisce, sulla soddisfazione delle persone che acquisteranno ciò che si è costruito e sul benessere che tutto questo può portare. Un concetto che racchiude in sé tutte queste sfumature che sono di importanza fondamentale nel momento in cui si lancia un nuovo prodotto sul mercato. Sostenibilità è dunque costruire qualcosa in modo coerente e corretto, che non segua solo il profitto, che ne è una diretta conseguenza, ma che sia anche una modalità costruttiva sana e salubre, se parliamo di edilizia, mentre dal punto di vista sociale sostenibilità significa vedere il futuro in modo congiunto, attraverso l’unione di tutti gli attori del mercato per offrire un servizio, un prodotto o una struttura che sia garanzia di qualità assoluta», precisa Eugenio Canni Ferrari.

Ma quale può essere l’apporto e il contributo di un’azienda per rendere più sostenibile il mondo e l’economia in cui è immersa?

«Ragionando su questo aspetto – prosegue l’amministratore delegato – ho pensato immediatamente al concetto di sistema perché per introdurre qualcosa che abbia un significato qualitativo è necessario tener conto dell’insieme e del contesto in cui questo viene offerto. Sul fronte dell’edilizia, ad esempio, un prodotto non può prescindere dal resto del sistema costruttivo e degli elementi che lo compongono, per questo sono orientato a ragionare non in termini di vendita di singoli prodotti ma di proposta di soluzioni che tengano in considerazione l’applicazione nella sua globalità. Un ragionamento, il mio, che mi ha portato a confrontarmi con altre realtà produttive per valutare insieme come poter offrire al mercato una soluzione o un pacchetto di alta qualità, facendo così sistema, soprattutto a livello applicativo, per fornire una garanzia sui risultati finali dei prodotti. Grazie all’innovazione, oggi siamo in grado di fare cose impensabili prima, ma ciò comporta una responsabilità enorme che richiede un confronto con tutti gli altri attori del sistema per offrire all’utente finale, sia esso un progettista, un’impresa edile, un rivenditore o l’acquirente dell’appartamento interessato a sapere come è stato costruito l’immobile, la garanzia della qualità delle soluzioni utilizzate».

Un ragionamento questo che si è concretizzato nel “sistema pavimento” di Isolmant: il concetto di “sistema acustico”, uno dei capisaldi della divulgazione tecnica di Isolmant, negli anni ha preso forma anche nel concetto di “sistema pavimento”, nato per dare un’organizzazione logica e rigorosa alla complessità presente nel mondo delle strutture orizzontali.

isolmant_catalogo_sottopavimento_pagina_01.jpg

Una visione, questa, che incarna perfettamente lo spirito di Isolmant «un team affiatato che fa di Isolmant – conclude Canni Ferrari – un’azienda che punta a un continuo miglioramento del proprio lavoro arricchendo il mercato e facendo propri i concetti di imprenditorialità, sostenibilità e sistematicità».

>>> L’intervista completa a Eugenio Canni Ferrari è disponibile a questo link Youtube.


Chi è Tecnasfalti Isolmant

Presente da oltre 40 anni sul mercato dell’isolamento acustico e termico nelle costruzioni civili e industriali con il marchio Isolmant, Tecnasfalti ha da sempre come obiettivo il benessere e il comfort abitativo delle persone che negli edifici vivono e lavorano. Ricerca, qualità, tecnologia e innovazione sono i capisaldi di questa realtà in continua evoluzione per rispondere alle esigenze del mercato.

Esperienza e profonda conoscenza dei materiali hanno portato Tecnasfalti allo sviluppo di soluzioni all’avanguardia, come isolspace, il brand per la fonocorrezione di design, una problematica sempre più attuale e diffusa che l’azienda ha saputo anticipare e affrontare con prodotti altamente personalizzabili per interventi tailor made che uniscono design e funzionalità, elevate prestazioni acustiche e dimensione estetica.

Un’azienda con uno spirito innovativo e uno sguardo rivolto verso nuove frontiere, che non smette mai di accettare nuove sfide.

>>> Visita il sito di Isolmant