Mobilità multimodale: una tecnologia innovativa di simulazione nel progetto di rigenerazione urbana di MIND

Systematica srl apre la strada alla simulazione della mobilità multimodale con tecnologia innovativa nel progetto di rigenerazione urbana dell'ex area di Expo di Milano, oggi meglio conosciuto come Milan Innovation District (MIND), accelerando i tempi di approvazione di 2 mesi.

systematica-mind-01.jpgOverhead view of the urban regeneration project on the former site of the Universal Exhibition Expo 2015 in Milan, Italy.

  • Systematica ha utilizzato CUBE per esplorare come un'area ad uso misto con oltre 60.000 abitanti possa essere efficacemente integrato con l'infrastruttura di trasporto di Milano attraverso un approccio multimodale più sostenibile
  • Volevano aiutare il distretto a modellare tutte le forme di mobilità per creare un punto di riferimento per la pianificazione e la progettazione del futuro sviluppo urbano, fornendo opzioni attraverso la macro-mobilità (auto tradizionali e trasporto di massa), i veicoli autonomi e la micro-mobilità (a piedi e in bicicletta)
  • Si stima che l'approvazione finale dell'intero piano generale da parte delle autorità pubbliche sia di sei mesi invece dei normali otto mesi
  • Il progetto sta creando un nuovo ed efficace dialogo con i fornitori di tecnologia e gli operatori della mobilità per esplorare e identificare le soluzioni più adatte non solo per questo distretto, ma per altre città che vanno avanti

Pianificazione e progettazione di un modello di trasporto multimodale a supporto della pianificazione generale del distretto

Il MIND (Milano Innovation District) è un progetto di rigenerazione urbana del sito che ha ospitato l'Esposizione Universale Expo 2015 a Milano, in Italia. Come parte del programma di realizzazione del complesso infrastrutturale, gli sviluppatori stanno creando un centro urbano all'interno della città, focalizzato a ridefinire la mobilità all'interno e all'esterno del complesso, utilizzando i tradizionali veicoli e il trasporto di massa alimentati a gas, al fine di ridurre la congestione del traffico e tentare di abbattere le emissioni di anidride carbonica. Il MIND è stato pensato come banco di prova per aprire la strada a tecnologie e soluzioni di mobilità, inclusi i modelli multimodali, in grado di replicare e valutare la percorribilità di un'area e l'attrattività di tutti i movimenti intorno al complesso.  

Systematica è stata incaricata di pianificare e progettare questo modello di trasporto multimodale integrato a supporto del programma generale e il progetto architettonico del quartiere. L'azienda è stata incaricata di effettuare una valutazione della mobilità per quella che sarà una nuova città di circa 60.000 abitanti, situata nella città di Milano, sviluppata su 1.575 chilometri quadrati e che conta già 3,2 milioni di abitanti. Il piano di mobilità del MIND gravita intorno ai principi dello sviluppo di percorribilità incentrato sull'utente ed è prende forma da un efficiente modello MaaS (Mobility as a Service). Questo modello include la fornitura di soluzioni di e-mobility e di guida senza pilota, sistemi a chiamata, infrastrutture cognitivo-intelligenti e mezzi di trasporto adattivi e correggibili. Tuttavia, Systematica avrebbe dovuto focalizzarsi sull'esperienza utente, fornire un'area pubblica orientata ai pedoni, fornire connessioni intermodali e creare collegamenti fluidi con il trasporto di massa, inclusa l'organizzazione dei trasporti intorno ai micro hub.  

La sfida

Systematica si è resa conto che, per convertire l'ex spazio espositivo pensato per i visitatori in un quartiere permanente per la comunità, era necessario esplorare e sperimentare un nuovo modo di pensare agli spostamenti in città, prendendo in considerazione diverse opzioni di mobilità e integrandole tra di loro. Il raggiungimento di questi obiettivi sarebbe stato difficile con i metodi tradizionali. Innanzitutto, Systematica avrebbe dovuto creare un livello di modellazione su scala metropolitana, una piattaforma di simulazione basata su GIS che comprendesse l'intera area metropolitana di Milano. In secondo luogo, il livello di modellazione doveva essere in grado di replicare e testare i modelli di mobilità previsti all'interno dell'innovativo complesso del MIND.  

Pertanto, per superare queste sfide, si era posta l'obiettivo di implementare la più recente tecnologia di simulazione della mobilità. La simulazione avrebbe dovuto considerare sia l'efficacia che l'attrattività delle diverse forme di mobilità. Il modello doveva inoltre contemplare l'affidabilità della distribuzione del movimento delle persone in tutta la fitta e permeabile rete pedonale del quartiere e rendere agevole l'accesso a tutte le diverse forme di mobilità che non prevedono auto. 

La nuova idea

Dopo un'attenta ricerca, Systematica ha scelto CUBE di Bentley per valutare i modelli di accessibilità e l'impatto della domanda di mobilità indotta su tutti i servizi e le infrastrutture di trasporto disponibili, nonché per modellare e simulare i modelli di mobilità previsti per i trasporti e i movimenti pedonali nell'intero complesso infrastrutturale.  

Sulla base del numero ipotizzato di 60.000 residenti, la simulazione di Systematica è stata specificamente aggiornata per valutare i modelli di accessibilità a livello macro e considerare l'impatto della domanda di mobilità indotta, stabilita in oltre 150.000 viaggi giornalieri in tutte le modalità, su tutti i servizi e le infrastrutture di trasporto disponibili. La simulazione comprendeva corridoi strategici a pedaggio e interscambi complessi, tutte le tipologie di collegamento ferroviario: dalla ferrovia ad alta velocità ai servizi suburbani, linee metropolitane e una fitta rete di autobus locali. Inoltre, Systematica ha integrato un'analisi del complesso innovativo al suo modello multimodale realizzato ad hoc, in grado di replicare e valutare la potenziale percorribilità all'interno del complesso, nonché la facilità d'uso di tutti gli innovativi servizi di mobilità e soluzioni di trasporto dell'ultimo miglio. Queste soluzioni comprendono servizi e-bus, una connessione con navetta a guida autonoma e soluzioni di micromobilità.   

Systematica ha preso in considerazione anche la mobilità senza conducente. Utilizzando CUBE, ha proposto un sistema GRT (Group Rapid Transit) altamente efficiente per il trasporto rapido di gruppo, gestito da navette a guida autonoma per collegare l'hub principale di Milano Rho Fiera, Porta Ovest, al MIND, Porta Est. Questo sistema GRT dovrebbe fornire collegamenti efficaci e comodi dell'ultimo miglio, oltre a facilitare un sistema di trasporto all'interno del quartiere MIND Park. Nel corso del tempo, il sistema avrà il potenziale di evolversi in un servizio di mobilità su richiesta point-to-point, gestito da robotaxi.  

Systematica ha inoltre analizzato la mobilità elettrica, includendo anche i punti di ricarica nei parcheggi pubblici e privati e le strutture per i servizi esterni degli e-bus. La mobilità elettrica rappresenta il concetto di mobilità generale del MIND, inclusi i servizi interni di trasporto pubblico, i servizi on demand, le soluzioni di micromobilità e i sistemi logistici dell'ultimo miglio. Inoltre, il modello di mobilità a emissioni zero di Systematica rafforza la graduale trasformazione dei servizi di trasporto pubblico tradizionali verso le soluzioni elettriche. 

"La suite di codici di simulazione dei trasporti forniti da CUBE ha migliorato [la nostra capacità] di modellare i complessi paradigmi nella Mobility-as-a-service (MaaS) basati sulla percorribilità, una dimensione cruciale per garantire l'effettiva sostenibilità di qualsiasi sviluppo urbano. La modellazione dei paradigmi MaaS è stata anche basata sulla risposta del pubblico ai modelli di mobilità attuali e futuri, consentendoci di offrire un ambiente di alta qualità, oggi come in futuro", ha dichiarato Diego Deponte, Partner e Managing Director di Systematica.

 

Risultato

Questo modello di trasporto multimodale integrato ha supportato la progettazione, la pianificazione e la progettazione architettonica e si prevede di accelerarne l'adozione anche per il programma generale. Per ora, utilizzando CUBE per convalidare l'efficacia e la sostenibilità delle strategie di mobilità del MIND, Systematica ha accelerato di sei mesi l'approvazione del piano generale. Inoltre, il suo modello ha favorito un nuovo ed efficace dialogo con i fornitori di tecnologia e gli operatori della mobilità, con l'obiettivo di esplorare e individuare le soluzioni più adeguate.   >>> CONTINUA LA LETTURA

systematica---mind-diagram-02.jpg
Simulation of pedestrian flow within the campus using CUBE.

Images courtesy of Systematica s.r.l.

>>> Per maggiori informazioni visita il sito di Bentley Systems

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su