Pavimentazioni di legno e parquet: pubblicata la UNI 11368

La norma definisce i criteri di valutazione della realizzazione di pavimentazioni di legno e parquet per uso interno e le relative metodologie da applicare, a posa ultimata e al momento della consegna.


 

I contenuti della UNI 11368

Dal 13 maggio è disponibile la norma UNI 11368:2021 “Pavimentazioni di legno e parquet. Posa in opera – Criteri e metodi di valutazione della realizzazione della pavimentazione ultimata e al momento della consegna”.

La norma riunisce in un unico documento le revisioni della parte 1 sulle pavimentazioni posate mediante incollaggio e della parte 2 sulle pavimentazioni flottanti e fornisce le nuove prescrizioni relative alle pavimentazioni posate mediante chiodatura/avvitatura.

La norma UNI 113681:2021 si applica alle pavimentazioni posate mediante:

su qualsiasi tipologia di supporto, impiegate negli edifici di nuova costruzione e/o esistenti.

La norma UNI 113681:2021 non si applica alle pavimentazioni per interni:

  • ad uso sportivo definite nella norma UNI EN 14904;
  • alle pavimentazioni esterne definite nella UNI 11538-1;
  • al rinnovamento e/o recupero di pavimentazioni di legno e parquet preesistenti.

Per quanto riguarda l’idoneità degli elementi di legno in relazione alla tipologia e alla geometria di posa è necessario fare riferimento alle specifiche norme di prodotto e alle istruzioni del fabbricante.

Per quanto riguarda l’idoneità della pavimentazione, devono essere assicurate la fruibilità della stessa e la sicurezza all’impiego per l’utilizzatore.

 

Pubblicata la nuova UNI 11368

 

Posa ultimata del parquet: documentazione e verifica finale del pavimento

Il documento definisce i criteri di valutazione della realizzazione di pavimentazioni di legno e parquet per uso interno e le relative metodologie da applicare, a posa ultimata e al momento della consegna della pavimentazione stessa, documentata mediante apposito verbale di consegna rilasciato dal posatore/installatore.

In caso di contestazioni che dovessero insorgere durante le fasi successive di utilizzo, le caratteristiche oggetto del contendere potranno essere misurate in accordo con i metodi indicati dalla norma, ma non valutate sulla base dei limiti prestazionali ivi indicati.

Come specificato in una nota al punto “Scopo e campo di applicazione”, trascorsi 5 giorni dalla consegna della pavimentazione possono intervenire fattori esterni alla pavimentazione stessa che ne modificano le caratteristiche prestazionali e rendono inapplicabili i limiti previsti (es. modalità di utilizzo della pavimentazione da parte dell’utente finale, presenza di un sistema radiante a pavimento di riscaldamento/raffrescamento ecc.).

 


Parquet e pavimenti in legno: ecco cosa è importante sapere

Sei interessato a sapere di più sui pavimenti in legno e parquet? 
CLICCA QUI ti proponiamo questo interessante articolo che ha come obiettivo quello di raccogliere diversi appunti tecnici pubblicati sul portale di INGENIO grazie al contributo di tecnici esperti.


 

La norma precisa ancora che qualora ciò non fosse possibile, a pavimentazione ultimata, l’appaltatore/posatore della pavimentazione provvede a inviare il committente o il suo rappresentante tecnico alla verifica finale della pavimentazione entro e non oltre 5 giorni dalla data di ricevimento dell’invito stesso (e in accordo con i principi della legislazione vigente).

La verifica finale della pavimentazione, come sopra riportato, deve effettuata in presenza del committente o del suo rappresentante tecnico e l’esame dovrà essere effettuato secondo le indicazioni della UNI CEN/TS 15717 ”Parquet – Linee guida generali per la posa in opera”, che prevede l’osservazione della pavimentazione in posizione eretta con luce naturale diffusa alle spalle dell’osservatore. Ai fini della valutazione o della localizzazione di difettosità presenti sulla superficie della pavimentazione non devono essere utilizzate sorgenti di luce artificiale o che insistono direttamente sulla pavimentazione.

Le principali verifiche richieste alla pavimentazione posata mediante incollaggio riguardano:

  • incollaggio;
  • planarità;
  • l’allineamento tra i singoli elementi sulla base della geometria di posa
  • l’accostamento tra i singoli elementi;
  • la complanarità tra pavimentazioni attigue o con inserti di materiali diversi;
  • i giunti di dilatazione;
  • l’eventuale stuccatura nel caso di pavimentazioni finite in opera;
  • la levigatura e la finitura superficiale.

Per le pavimentazioni flottanti le pavimentazioni posate mediante chiodatura/avvitatura le verifiche previste comprendono:

  • la planarità;
  • la deformazione elastica;
  • l’accostamento tra i singoli elementi;
  • la complanarità tra pavimentazioni attigue;
  • giunti di dilatazione;
  • la finitura per pavimentazioni fuori opera.

"Scricchiolio" del pavimento in legno: cosa dice la norma?

Per le pavimentazioni flottanti e le pavimentazioni posate mediante chiodatura/avvitatura, la norma introduce il concetto di "scricchiolio", specificando che deve essere considerato come caratteristica peculiare di tali tipologie di pavimentazioni e pertanto non può essere oggetto di verifica e relativa valutazione.


 

Riferimenti normativi contenuti nella UNI 11368:2021

All’interno della UNI 11368 sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  1. UNI 11265 Pavimentazioni e rivestimenti di legno e/o a base di legno - Posa in opera - Competenze, responsabilità e indicazioni contrattuali;
  2. UNI 11516 Indicazioni di posa in opera dei sistemi di pavimentazione galleggiante per l'isolamento acustico;
  3. UNI 11538-1 Pavimentazioni di legno per esterni - Parte 1: Elementi di legno – Requisiti;
  4. UNI EN 13756 Pavimentazioni di legno e parquet – Terminologia;
  5. UNI EN 14904 Superfici per aree sportive - Superfici multi-sport per interni – Specifiche;
  6. UNI CEN/TS 15717 Parquet - Linee guida generali per la posa in opera.

 

Informazioni per l’acquisto

UNI 11368:2021 Pavimentazioni di legno e parquet - Posa in opera - Criteri e metodi di valutazione della realizzazione della pavimentazione, a posa ultimata e al momento della consegna
Euro 72,00 + iva (in lingua italiana)