Superbonus: cessione credito e sconto in fattura da comunicare entro il 29 aprile! Il Fisco aggiorna i software

La scadenza per la comunicazione per l’esercizio delle opzioni di sconto sul corrispettivo o di cessione del credito in luogo delle detrazioni fiscali è fissata al 29 aprile 2022.


Sappiamo che il Decreto Sostegni-Ter (4/2022, convertito in legge 25/2022) ha posticipato al 29 aprile 2022 il termine (originariamente previsto al 16 marzo, poi prorogato al 7 aprile) per trasmettere all’Agenzia delle Entrate le comunicazioni per l’esercizio delle opzioni di sconto sul corrispettivo o di cessione del credito in luogo delle detrazioni fiscali spettanti per gli interventi - sia sulle unità immobiliari sia sulle parti comuni degli edifici - di:

In tal senso, è molto importante sapere che l'Agenzia delle Entrate ha appena pubblicato sul suo sito le specifiche tecniche e i software di compilazione e controllo, in linea con la nuova scadenza.

Superbonus: cessione credito e sconto in fattura da comunicare entro il 29 aprile! Il Fisco aggiorna i software

Il riferimento annuale è il 2021

Importante: l'opzione, per lo sconto in fattura o la cessione del credito d’imposta, si riferisce alle spese sostenute nel 2021 e alle rate non ancora fruite relative alle spese del 2020.

 

I dati e la dichiarazione dei redditi

I dati che saranno inseriti nella comunicazione confluiranno nella dichiarazione dei redditi precompilata 2022.

Per questo motivo il comma 2 dell’articolo 10-quater ha spostato in avanti anche il termine a partire dal quale le dichiarazioni precompilate saranno rese disponibili online dal Fisco: per il 2022, infatti, saranno visionate dal 23 maggio 2022, anziché dall’ordinario 30 aprile (art. 1 comma 1 d.lgs. 175/2014).


Superbonus e altri bonus: come funzionano le tre cessioni del credito. Solo la prima è “libera"

La legge di conversione del DL Sostegni Ter, che ha inglobato le misure del DL Antifrodi 2, conferma la possibilità delle tre cessioni del credito totali: solo la prima è libera, le due successive devono sottostare a limiti precisi (solo banche e assicurazioni).

Leggi il riepilogo sulle regole attuali!


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su