Klimahouse 2022: il futuro dell’edilizia green a servizio dell'ambiente dal 18 al 21 maggio a Fiera Bolzano

Progettare edifici sostenibili significa rispondere consapevolmente e concretamente all’attuale emergenza climatica.

Klimahouse si pone quest’obiettivo da sempre, attraverso la divulgazione e l’aggiornamento professionale sulle più avanzate tecnologie e metodologie di costruzione, nel rispetto degli imprescindibili valori di sostenibilità sociale, ambientale ed economica. 

Una progettazione consapevole non può prescindere da una conoscenza approfondita, per questo Klimahouse propone un ricco e articolato programma di iniziative che si affiancano all'area espositiva.


Appuntamenti imperdibili: Klimahouse Congress, Klimahouse Tours, Klimahouse Wood Summit

Tra queste, l'immancabile l'appuntamento con il Klimahouse Congress che, in tre giornate, presenterà le prospettive più innovative e futuristiche del comparto tramite l’illustre voce di ospiti di prestigio internazionale.

Appuntamenti imperdibili: Klimahouse Congress, Klimahouse Tours, Klimahouse Wood Summit

I Klimahouse Tours, invece, sono visite tematiche per osservare da vicino i migliori esempi dell’architettura sostenibile dell'Alto Adige, connubio di efficienza, innovazione, design e comfort abitativo.

Le visite, 5 tour tematici con crediti formativi, sono rivolte al pubblico dei professionisti e organizzate in collaborazione con la Fondazione Architettura Alto Adige: esperienze formative attraverso l’esplorazione di edifici virtuosi come ville circondate da vigneti, chalet immersi nei boschi, edifici comunitari e condomini cittadini. 

Si comincia il 18 maggio con “Risanare l’esistente”, un approfondimento volto ad esplorare tramite i progetti dell’Hotel Castel Hörtenberg di Bolzano – sorto in quella che un tempo era un’antica residenza nobiliare - e il recupero dell’ex Ospedale dei poveri di Chiusa, le infinite declinazioni degli interventi per convertire edifici preesistenti, senza snaturarli e adattarli alle nuove esigenze.

Il 19 maggio il focus dei tour sarà “Abitare nel comfort” con un ricco percorso di tre tappe che parte dalla Villa P2 circondata dai vigneti di Appiano e prosegue con la visita a due condomini di Bolzano: due differenti interpretazioni di un unico concetto che vede al centro la sapiente combinazione tra risparmio energetico e qualità dell’abitare.

Sarà poi la volta di “Vivere la comunità” con gli esempi del Centro di protezione civile sull'altipiano di Renon e dell’area ricreativa “Santenwaldele” a San Pancrazio in Val D’Ultimo.

I Klimahouse Tours si dedicheranno nei giorni a seguire al “Costruire con il legno” per vedere, negli chalet immersi nei boschi di Maranza e in una casa unifamiliare presso una sorgente termale a San Vigilio di Marebbe, come il materiale per eccellenza della storia altoatesina abbia conosciuto una nuova fase di rilancio e a “La cura dell'ospite in Alto Adige”. Comune denominatore di quest’ultimo programma è sempre la sostenibilità ambientale e il risparmio energetico, espressamente rivolto al settore dell’Hospitality con esempi virtuosi che vanno da Villa Mayr a Varna, fino al Briol Hotel, passando per il Parkhotel Holzner sul Renon.



Focus sulle costruzioni in legno a KlimahouseArch. Andreas Gruber - ObomillaChalet, Maranza(BZ) - Photo © Gustav Willeit.

 

Il mondo del legno, da sempre materiale d’elezione nel mondo delle costruzioni e tra i più antichi e versatili, guadagna un’importanza particolare quest’anno e non saranno, infatti, solamente gli edifici dell'Alto Adige a mostrare il suo enorme potenziale, ma anche un intero evento: il Klimahouse Wood Summit che si terrà il 20 maggio. 

Obiettivo di questo evento, quello di approfondire le opportunità di un materiale che rappresenta la risorsa più promettente per un futuro urbano green, con la consapevolezza che, per garantire un impatto positivo sulla decarbonizzazione, occorre ripensare l'approccio del mercato dell'edilizia. Una sfida che Klimahouse raccoglie con entusiasmo, stimolando il coinvolgimento di tutti gli attori del settore, dalle amministrazioni pubbliche ai progettisti, fino alle maestranze e alle imprese.

Il palinsesto dell’evento punta ad approfondire la tematica con illustri esperti ed aziende di riferimento nel settore e, oltre ad esaminare le nuove tecnologie per la progettazione “a distanza”, dedicherà anche uno spazio a tematiche di grande attualità come il PNRR e il Superbonus, unendo in un dialogo proficuo esperienze sul territorio nazionale e internazionale. 

Tra i relatori, il Prof. Guido Callegari – Dipartimento di Architettura e Design Politecnico di Torino – che approfondirà l’utilizzo del legno come strategia europea per la decarbonizzazione al fine di rispondere alla sfida della neutralità climatica lanciata dall’Europa e l'Ing. Franco Piva di Ergodomus, che analizzerà alcune iniziative virtuose in ambito pubblico e privato a livello internazionale.

Scopri il programma dettagliato di Klimahouse

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su