Superbonus, nuovi dati ENEA: 3 miliardi anche ad aprile, ma solo il 15,7% sono interventi condominiali

In totale, il Superbonus 110% per l’efficientamento energetico ha consentito investimenti pari a 27,5 miliardi di euro. A fine aprile il numero degli interventi asseverati è salito a quota 155.543 contro i 139.029 di marzo.


Il Superbonus va. Poche ore dopo le parole del premier Draghi in merito (vi consigliamo di leggere il parere dell'Editore di Ingenio Andrea Dari sul tema), l'ENEA pubblica il solito report mensile che conferma la crescita costante di uno strumento che, allo stato attuale, 'vale' 3 miliardi di euro di investimenti mensili.

Il report è scaricabile in allegato in fondo alla news.

Superbonus, nuovi dati ENEA: 3 miliardi anche ad aprile, ma solo il 15,7% sono interventi condominiali

Superbonus: altri 3 miliardi di euro ad aprile

Il valore totale degli interventi ammessi a detrazione al 30 aprile 2022, infatti, è 27,5 miliardi di euro contro i 24,2 miliardi registrati al 31 marzo, cioè un +3.2 miliardi di euro (+ 2,9 a febbraio; + 3,1 a marzo).

A fine aprile il numero degli interventi asseverati è salito a quota 155.543 contro i 139.029 di marzo (+16.114 interventi nell'ultimo mese considerato).

Inoltre:

  • è di 19,2 miliardi il valore dei lavori agevolati tramite 110% arrivati al traguardo del fine cantiere (69,9%);
  • il valore delle detrazioni al termine dei lavori già asseverati, ovvero l'onere a carico dello Stato per sostenere i bonus, è salito a 30,2 miliardi.

Unifamiliari e condomini: la ripartizione dei lavori

I condomini, al momento, rappresentano solo il 15,7% degli interventi (24.263 interventi su un totale di 155.543) che hanno portato a beneficiare del Superbonus, mentre le case unifamiliari la fanno da padrone (52,7%, 81.973 interventi) assieme agli edifici funzionalmente indipendenti (31,7%, 49.303 interventi).

Va ancora una volta ricordato che, per queste ultime due tipologie (unifamiliari), il Governo nel recente DL Aiuti (ancora da pubblicare in Gazzetta Ufficiale) ha confermato la possibilità di terminare il 30% dei lavori (SAL 30%) al 30 settembre 2022 (in luogo dell'attuale 30 giugno), per beneficiare del Superbonus nell'anno corrente.

 

A livello territoriale

Per quel che riguarda la ripartizione territoriale degli interventi edilizi passibili di Superbonus, comandano la Lombardia con più di 23 mila cantieri per un valore di 4,6 miliardi di euro, il Veneto con circa 19 mila cantieri per 2,7 miliardi di euro, il Lazio con quasi 14 mila cantieri per 2,6 miliardi di euro e l’Emilia Romagna con oltre 12 mila cantieri per un valore di 2,2 miliardi di euro.


IL REPORT ENEA SUL SUPERBONUS MESE DI APRILE 2022 E' SCARICABILE IN FORMATO PDF PREVIA REGISTRAZIONE AL PORTALE


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su