INGEGNAMOCI PER LA CITTA': i professionisti al servizio della cittadinanza

Dal 21 Aprile, ogni terzo giovedì del mese dalle 17 alle 19 presso la Sala Rossini del Caffè Pedrocchi – Padova, si tengono 𝟔 𝐓𝐚𝐥𝐤 GRATUITI aperti a tutti previa prenotazione, con rinomati ospiti per affrontare importanti temi sociali e di attualità! Gli incontri saranno disponibili in streaming.

In questa intervista, il Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Padova Riccardo Schvarcz ci dà qualche informazione in più sull'evento "INGEGNAMOCI PER LA CITTA'" e sul ruolo degli professionisti per la collettività.


L'obiettivo dell'iniziativa è riavvicinare gli ingegneri alla cittadinanza

Come nasce l'idea di questa serie di eventi? E qual è la loro finalità?

Riccardo Schvarcz

L’idea nasce a dicembre 2021, poco dopo l’insediamento del nuovo Consiglio dell’Ordine di Padova, voluto dallo stesso per avvicinare la società all’ingegneria e alla figura professionale dell’ingegnere. La mission è quella di tornare al centro della sostenibilità sociale, di spiegare al cittadino che l’Ordine non è un Ente astratto, distante dalla società, ma in primis ha l’obbligo di tutelare i cittadini.

La scelta del Caffè Pedrocchi quale location per il nostro format ha una duplice importanza, quella di luogo centrale storico se pensiamo alla sua nascita nel 1816 e alla sua posizione tra Palazzo Moroni, sede politica del Comune di Padova, e l’antica università padovana, il Bo’, luogo dell’insegnamento e del sapere, e quella di luogo d’incontro nel passato frequentato da intellettuali, studenti, accademici e uomini politici, ed oggi un punto di riferimento per i padovani ma anche per i turisti e gli uomini d’affari.

 

Su quali basi avete scelto i sei temi principali? Perchè la figura dell'ingegnere è determinante in tutti questi ambiti?

Riccardo Schvarcz

Sono stati individuati temi di attualità affini all’ingegneria e di interesse comune. Il ruolo dell'ingegnere è sempre più dentro la società civile ed è determinante per lo sviluppo del Paese. Non è possibile fare una distinzione tra la comunità sociale e quella professionale, esse sono elementi stessi della struttura sociale.

L’ingegnere assume un ruolo strategico nel contesto sociale sotto tutti gli aspetti. La professione di ingegnere, che copre l’aspetto tecnico-scientifico, la ricerca, l’innovazione, la pianificazione progettuale, l’uso delle risorse e la tutela dell’ambiente é fondamentale per la crescita e lo sviluppo sostenibile.

L’Ordine professionale, istituito come ente pubblico non economico che opera sotto la vigilanza dello Stato per scopi di pubblico interesse, tutela non i propri iscritti ma i cittadini, principalmente sotto due aspetti principali: la competenza professionale e la correttezza del comportamento.

 

INGEGNAMOCI PER LA CITTA’: il ruolo degli ingegneri per la collettività

Riccardo SCHVARCZ (Presidente Ordine Ingegneri di Padova)

 

L'attività dell'ingegnere non può essere slegata ai bisogni sociali

Cosa può fare l’ingegnere nel concreto per la propria città?

Riccardo Schvarcz

Questa è una domanda che difficilmente permette una risposta sintetica. Fare l’ingegnere significa assumere un obbligo, mantenere una promessa, investire energie per ottenere un risultato concreto: una scommessa con la società civile finalizzata al benessere collettivo.

L'attività dell'ingegnere non può essere slegata ai bisogni sociali attuali e del futuro, è quindi necessario che si instauri un connubio tra richieste sociali e capacità tecniche, quest'ultime indispensabili per soddisfare al meglio le varie esigenze.

L’ingegnere può intervenire in maniera efficace ed efficiente in ogni contesto, da quello ambientale a quello industriale, infrastrutturale, impiantistico, nell’ambito medico o nella ricerca; l’ingegnere di fatto è presente e attivo in ogni processo ed è la figura cardine per lo sviluppo e il progresso.

La città è una società interconnessa, se pensiamo alla mobilità, alla sanità, al verde, ecc, che per produrre benessere sociale ed eliminare le disuguaglianza ha necessità di una visione d’insieme, quasi uno sguardo dall’alto, e proiettare le scelte e le progettualità nel futuro lontano. 

 

Come si svolgono questi incontri?

Riccardo Schvarcz

Si tratta di un format di 6 Talk, con la presenza di ospiti di spicco e moderatori eccezionali, ognuno dei quali porterà il proprio contributo e darà l’impronta al singolo evento. 

I Talks si tengono ogni terzo giovedì del mese a partire dal 21 aprile dalle ore 17 alle 19 presso la Sala Rossini del  Caffè Pedrocchi di Padova e si potrà partecipare sia in presenza che in diretta streaming nazionale. Ci tengo a precisare che i Talk sono ad ingresso libero e aperti a tutta la cittadinanza.

L’idea è quella di informare le persone attraverso un dibattito, domande/risposte, per cui viene dato ampio spazio ai quesiti provenienti dal pubblico presente in sala e quelle collegate in diretta streaming. 

 

Lo scorso 21 aprile si tenuto il primo di questi talk, può raccontarci cosa è emerso da questo primo incontro che ha avuto come tema INTERNET SOCIAL SICUREZZA INFORMATICA (fibra ottica e 5G)? 

Riccardo Schvarcz

Il primo Talk ha avuto un grande successo,  ospiti Marco Camisani Calzolari, professore della comunicazione di Londra, conosciuto anche per i Suoi speech in Striscia la Notizia che ci ha parlato di cyber security, comunicazione, attendibilità delle informazioni mediatiche, i social, internet, il loro uso e il loro futuro, Maria Piccolo, Responsabile del centro – sud Italia di Vodafone che ha proseguito sul tema delle infrastrutture delle telecomunicazioni, l’evoluzione degli ultimi anni fino alle straordinarie applicazioni del 5G.

Abbiamo compreso le opportunità che il 5G darà al futuro del Paese, alla crescita e lo sviluppo e alla contaminazione con altre tecnologie avanzate.  

Eccezionale Moderatore della serata Moreno Morello, inviato di Striscia la Notizia, che ha magistralmente gestito gli interventi anche attraverso il sorriso e il buon umore.

 

Quali saranno le azioni che potranno essere messe sul campo da parte dell’Ordine?

Riccardo Schvarcz

Come già precedentemente detto, l’Ordine professionale mantiene un efficace aggiornamento continuo delle conoscenze dei professionisti iscritti al fine di garantire ai cittadini la competenza e la qualità delle prestazioni dei professionisti; monitora attraverso l’applicazione del codici deontologici il comportamento sul campo al fine di garantire il cittadino la qualità morale del professionista stesso, in termini di responsabilità sociale.

 

Può dirci qualcosa in più su cosa ci si concentrerà nell'appuntamento del 19 maggio?

Riccardo Schvarcz

Certamente, qualche anticipazione!

Grazie alle lunghe esperienze professionali dei nostri ospiti, Toni Capuozzo, giornalista, scrittore e blogger, e Mauro d’Ubaldi, Comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, ci racconteranno come abbiano visto cambiare territori nazioni, persone a seguito di eventi bellici o disastri ambientali, aree depresse o sottosviluppate.

Comprendere quali siano le difficoltà per ricostruire un tessuto sociale, capire ed interpretare l’importanza di far crescere il tessuto imprenditoriale, il sostegno e l’aiuto di popoli e nazioni diverse.

 

Il programma: il prossimo appuntamento è per il 19 maggio

Importanti i temi che verranno trattati nelle singole date:

 

21 Aprile - INTERNET SOCIAL SICUREZZA INFORMATICA (fibra ottica e 5G)

  • Relatori ospiti: Marco CAMISANI CALZOLARI (University Adjunct Professor, Book writer, TV evangelist, advisor and Keynote speaker), Ing. Maria PICCOLO (Head of Mobile & Fixed NTW Deployment A.S. di Vodafone Italia SpA);

  • Partner: Galileo, Ingenio, Il Mattino di Padova, Radio Padova;
  • Modera l’evento: Moreno MORELLO (Inviato di Striscia la Notizia);
  • Salotto: Riccardo SCHVARCZ (Presidente Ordine Ingegneri di Padova), Valentina CHIGNOLI (Vice-Presidente Ordine Ingegneri di Padova).

 

19 Maggio - TECNOLOGIA E INGEGNERIA IN ZONE DISAGIATE

  • Relatori ospiti: Toni CAPUOZZO (Giornalista, scrittore, blogger e conduttore televisivo), Gen. D. Mauro D’UBALDI (C.te Scuola Applicazione Torino);

  • Partner: Galileo, Ingenio, Il Mattino di Padova, Radio Padova;
  • Modera l’evento: Moreno MORELLO (Inviato di Striscia la Notizia);
  • Salotto: Tiziano VIERO (Vice-Presidente Ordine Ingegneri di Padova), Massimo COCCATO (Consigliere Fondazione Ingegneri Padova).

 INGEGNAMOCI PER LA CITTA’: il ruolo degli ingegneri per la collettività

 

16 Giugno - SOSTENIBILITA’ SOCIALE

  • Relatori ospiti: Marco BORRONI (Presidente di ERMCO, l’Associazione Europea dei Produttori di Calcestruzzo Preconfezionato e Membro del Consiglio Generale ATECAP), Carlo PARIS (Presidente Comitato sostenibilità ENAV) e Lorenzo ORSENIGO (Presidente e Direttore Generale di ICMQ S.p.A. e Presidente Associazione Infrastrutture Sostenibili);

  • Partner: Galileo, Ingenio, Il Mattino di Padova, Radio Padova;
  • Modera l’evento: Andrea DARI (Direttore di Ingenio);
  • Salotto: Riccardo SCHVARCZ (Presidente Ordine degli Ingegneri di Padova) e Mauro TORTORELLI (Tesoriere Ordine degli Ingegneri di Padova).

 

21 Luglio - SALUTE – BIOETICA

  • Relatori ospiti: Rosario RIZZUTO (Professore Universitario e scienziato biomedico, già Rettore Università degli Studi di Padova dal 2015 fino ad ottobre 2021) Prof. Pier Luigi SACCO (Preside della Facoltà di Arti, Mercati e Patrimoni della Cultura e professore ordinario di economia della cultura presso l’Università IULM di Milano) e  Simone Del Favero, (Professor with the Bioengineering Group at the Department of Information Engineering,  University of Padova);

  • Partner: Galileo, Ingenio, Il Mattino di Padova, Radio Padova;
  • Modera l’evento: Fabrizio BRANCOLI (Direttore de Il Mattino di Padova).

 

15 Settembre - CULTURA, MUSEALITA’ E TECNOLOGIE INNOVATIVE

  • Relatori ospiti: Gilberto MURARO (Presidente Fondazione Cariparo) ed Enrico FERRARIS (Egittologo e curatore presso il Museo Egizio di Torino);

  • Partner: Galileo, Ingenio, Il Mattino di Padova, Radio Padova.

 

20 Ottobre - IL CAMBIAMENTO CLIMATICO NEL FUTURO DELLA CITTA’

  • Relatori ospiti: Luca MERCALLI (meteorologo, climatologo, divulgatore scientifico e accademico italiano, noto al pubblico televisivo italiano per la partecipazione alla popolare trasmissione “Che tempo che fa”), Prof. Michelangelo SAVINO (professore ordinario di Tecnica e Pianificazione Urbanistica) e Andrea Rubin  (Head of Water distribution networks and sewage presso ACEGASAPSAMGA S.P.A.); 
  • Partner: Galileo, Ingenio, Il Mattino di Padova, Radio Padova. 

 

Gli incontri prevedono il riconoscimento di CFP per gli Ingegneri e sono aperti anche alla Cittadinanza.

Per gli ingegneri: Per la partecipazione in streaming e in presenza iscriversi tramite il sito della Fondazione Ingegneri di Padova.

Per i cittadini privati: Per la partecipazione in streaming e in presenza inviare prenotazione a comunicazione@fondazioneingegneripadova.org