Sicurezza nei cantieri con Superbonus, Facciate 60% o Ristrutturazioni 50%: nuove FAQ ANCE-CNI

ANCE e CNI hanno condiviso un documento recante alcune FAQ ricorrenti, uno schema delle disposizioni di cui al capo I del Titolo IV e alcune definizioni utili per la lettura del documento.


Segnaliamo e alleghiamo il nuovo documento, redatto a '4 mani' da ANCE e CNI contenente alcune FAQ ricorrenti in materia di sicurezza nei cantieri interessati da lavori 'papabili' di Superbonus, Bonus Facciate o Bonus Ristrutturazioni.

Nel documento, denominato "Sicurezza nei cantieri che beneficiano di agevolazioni fiscali", inoltre, sono contenuti anche uno schema delle disposizioni di cui al capo I del Titolo IV e alcune definizioni utili per la lettura del documento.

Sicurezza nei cantieri con Superbonus, Facciate 60% o Ristrutturazioni 50%: nuove FAQ ANCE-CNI

Specifiche del documento

Il documento è stato elaborato nell’ambito del Protocollo di intesa in materia di sicurezza sul lavoro stipulato tra ANCE e CNI, rinnovato nel gennaio 2021.

Per Ance, hanno collaborato con la Direzione Relazioni Industriali, la Direzione Politiche Fiscali, la Direzione Edilizia, Ambiente e Territorio, l’ufficio Tecnologie, normative tecniche e qualità delle costruzioni.

Per CNI hanno partecipato alla stesura del testo l’ing. Gaetano Fede, componente del Consiglio Nazionale – responsabile area sicurezza e prevenzione incendi, l’ing. Stefano Bergagnin, e l’ing. Andrea Galli, entrambi componenti del GdL Sicurezza del Cni.

 

Sicurezza nei cantieri coi bonus edilizi: coordinate

Nell'introduzione si evidenzia che il cantiere temporaneo o mobile è definito come “qualunque luogo in cui si effettuano lavori edili o di ingegneria civile il cui elenco è riportato all’allegato X1 del D. Lgs. n. 81/08”.

Tale definizione è contenuta nel Titolo IV del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. (TU sicurezza).

Le disposizioni del capo I del Titolo IV si applicano nei cantieri temporanei o mobili che rientrano nella summenzionata definizione, pertanto anche nei cantieri che beneficiano di agevolazioni fiscali finalizzate al recupero o al restauro delle facciate esterne degli edifici esistenti (bonus facciate), nonché agli interventi di ristrutturazione edilizia (bonus ristrutturazioni o 110%).

Le recenti misure di incentivi fiscali per interventi di recupero edilizio hanno comportato un’intensificazione dell’attività in edilizia, imponendo una maggiore attenzione da parte di tutti i soggetti che operano a diverso titolo in cantiere per garantire il rispetto degli adempimenti in materia di tutela della salute e della sicurezza e collaborazione per la riduzione del fenomeno infortunistico nel settore.


IL DOCUMENTO ANCE-CNI INTEGRALE E' SCARICABILE IN ALLEGATO PREVIA REGISTRAZIONE GRATUITA AL PORTALE