ENSER: la versatilità di applicare l’innovazione digitale nella progettazione di opere infrastrutturali

Tanti i partecipanti alla seconda edizione del Forum Ingegneria 4.0, organizzato da CSPFea, che ha visto oltre 600 iscritti. Un importante momento di confronto tra aziende, professionisti e addetti ai lavori sull'innovazione nel mondo delle Costruzioni.

Giuseppe Musinu (Direttore Tecnico e Commerciale ENSER) spiega i vantaggi che vi sono nell'utilizzo delle innovazioni digitali, in particolare della metodologia BIM, nel settore delle infrastrutture marittime, stradali e sotterranee.


ENSER: l'adozione del BIM dà notevoli vantaggi sia al professionista che al cliente

ENSER è un team di professionisti specializzati in Ingegneria Civile e Geologia che fornisce consulenza in diverse tipologie di progetti soprattutto quelli multidisciplinari. La varietà delle esperienze fatte ci permette di presentare casi studio molto diversi tra loro che abbiamo sviluppato grazie a nuovi strumenti digitali e relative procedure nei settori delle infrastrutture marittime, stradali e in sotterraneo.

Le infrastrutture stradali rappresentano per ENSER uno dei settori con maggiore potenzialità di sviluppo grazie all’adozione di tecnologie innovative, che stanno già portando un miglioramento qualitativo del progetto nelle fasi di ideazione, di validazione, di costruzione oltre che nella sua gestione. 

All’interno di ENSER sperimentiamo con soddisfazione le nuove metodologie di lavoro, innoviamo il processo produttivo, rendendo partecipi committenti e stakeholder.

Anche nelle opere marittime sappiamo distinguerci, abbiamo adottato la metodologia BIM in questo settore, verificandone i vantaggi sia a livello di progettazione (contenuti informativi del modello, generazione degli elaborati grafici e ambiente collaborativo) sia per il cliente (CDE, integrazione strutture con impianti) sia per l’impresa esecutrice (controllo di qualità, gestione delle revisioni e varianti). In particolare, in un recente progetto l’integrazione tra BIM strutturale e geotecnico ha consentito di semplificare la gestione dei dati in un contesto geologico particolarmente complesso.

Non ci fermiamo alla terra e all’acqua, i nostri progetti si spingono anche nel sotterraneo: facciamo riferimento ad alcuni progetti per la Metro di Parigi dove l’adozione di processi BIM è stata vantaggiosa per tutti gli stakeholder e in tutte le varie fasi d’intervento, dalla progettazione, alla costruzione sino all’hand-over. L’utilizzo di piattaforme di BIM Authoring permette di adattarsi velocemente alle inevitabili modifiche di cantiere, sempre presenti in contesti urbani densamente antropizzati. I nuovi flussi di lavoro che utilizziamo in ENSER sono il risultato di anni di esperienza e di numerosi progetti realizzati. 

Siamo sempre orientati alla condivisione di riflessioni sulle future linee di sviluppo dei processi organizzativi sia all’interno di ENSER che all’esterno per un ottimale impiego dei nuovi strumenti digitali a disposizione.

 

 


SCARICA L'INSTANT BOOK DEL FORUM INGEGNERIA 4.0


 

Forum Ingegneria 4.0: la parola ai protagonisti

 

 

Logo CSPFEA

CHI È CSPFea 

CSPFea è nata come società commerciale di software di calcolo strutturale per il settore AEC di alto livello. La mission aziendale è quella di assistere società di ingegneria, affiancando professionisti ed aziende impegnate nel vasto settore dell’ingegneria civile, dell’architettura e delle costruzioni (AEC), aiutandoli a migliorare processi e metodi, capacità di analisi e di progettazione mediante la simulazione. CSPFea vuole, inoltre, coinvolgere clienti, stakeholder e partner per creare una rete network e parlare di innovazione grazie a Forum Ingegneria 4.0, tramite un approccio di AEC System Integrator, che prevede l’affiancamento in ambito di digitalizzazione delle infrastrutture, sostenibilità delle costruzioni e innovazione nei processi aziendali in società d’ingegneria.