Atelier Tekuto: overdose di cemento per un edificio giapponese ad alta caratterizzazione

05/11/2015 4161

Su un terreno di soli 66 mq, Atelier Tekuto è stata incaricata di progettare un edificio di grande identità.

Ed ecco il risultato di questa casa monofamiliare.

Una rivisitazione dell'essenzialismo giapponese che si caratterizza per un uso integrale del cemento, per le strutture, per le facciate esterne, per le pareti interne, per le pavimentazioni.

Un gioco di angoli smussati, di finestre triangolari, di connessioni verticali, perchè questa è l'unica direzione che emerge internamente ed esternamente, al centro di Tokio, la casa è stata completata entro due anni e mezzo.

Angoli scolpiti nel cemento per caratterizzare paradossalmente la spaziosità degli interni.

L'edificio si compone di quattro piani, che non sono distinguibili dall'esterno. una scala a spirale che galleggia attraverso la casa e che collega tutti i livelli, nel frattempo le finestre geometriche scandiscono gli interni con un flusso costante di luce.

Il calcestruzzo utilizzato in tutta la struttura è riciclabile al 100%, e contiene 'shirasu'- un deposito dal flusso piroclastico di cenere vulcanica che si trova comunemente nelle regioni meridionali del Giappone, e garantisce al materiale una durabilità superiore a causa del comportamento pozzolanico, oltre a stabilizzare l'umidità interna.