Modellazione al continuo della basilica di S. Quirino a Correggio (RE)

Introduzione
La simulazione del comportamento strutturale dinamico della Basilica di S. Quirino a Correggio (RE) è stata una singolare esperienza di modellazione al continuo di una edificio storico complesso, della quale da molto tempo l’Autore ha conoscenza, per avere valutato lavori di Altri (architetti M. Deganutti, G. Nicolini, M. Severi) oltre che dell’Autore stesso, eseguiti in concomitanza dell’azione dei sismi in anni lontani e recenti (1987, 1996, 2012).
 

Fondamentali alla modellazione sono stati il rilievo geometrico e del quadro fessurativo, oltre alla raccolta di rilevanti informazioni sulla storia della costruzione; sono state ottenute informazioni molto utili alla comprensione del quadro fessurativo presente oltre che delle singolarità locali nella geometria.
 
 
La modellazione è stata impostata per ottenere conferme ed estensioni nella conoscenza di aspetti e debolezze strutturali già note.
L’analisi dinamica lineare ha offerto la prima importante serie di risultati, inducendo a varie modifiche di elementi e vincolamento, per conseguire via via restituzioni di risultati coerenti al danno riconoscibile ed ai rilievi con sismometri eseguiti in varie posizioni della costruzione.
Le indicazioni ottenute dal modello sulle parti soggette a spostamenti più rilevanti, hanno indirizzato il posizionamento dei sismometri.
 
 
Il rilievo sperimentale con Tromino®
Al fine di caratterizzare sperimentalmente il comportamento dinamico della struttura e del sottosuolo e di evidenziare eventuali coincidenze di risonanza tra i due, sono state eseguite alcune misure di vibrazione sotto sollecitazione ambientale sul terreno naturale oltre che lungo 4 allineamenti verticali all’interno della struttura (basilica di S. Quirino: piano struttura e sottotetto) secondo il seguente schema:
 
Il calcolo delle frequenze restituito dall’analisi dinamica è stato poi comparato con i valori restituiti dalle misure strumentali.
 
Per l’acquisizione dei dati di microtremore sismico, è stato utilizzato uno strumento idoneo per l’acquisizione di dati in sismica passiva a stazione singola, sismometro TROMINO ® (MoHo srl).
 
Il dati acquisisti sono stati analizzati mediante il sofware Grilla (a corredo dello strumento). Tale software effettua analisi spettrali e per quanto concerne il suolo individua i modi di vibrare dello stesso secondo tecnica HVSR o H/V (Nakamura 1989).
 
PER CONTINUARE LA LETTURA SCARICA IL PDF


Per maggiori informazioni e altri numeri della rivista: www.structural-modeling.it/
Per scoprire la tecnologia di Tromino®: www.moho.world/
Per conoscere CSPFea: www.cspfea.net