Finanziamenti ISI 2012: conclusa la 2 fase. Entro il 24 aprile gli elenchi con i progetti finanziati

Si sono svolte regolarmente le operazioni di invio telematico delle domande per l’assegnazione dei 155 milioni di euro del finanziamento Isi. Dal 2010 al 2013 l’Istituto ha messo a disposizione del sistema produttivo oltre 750 milioni e l’interesse dimostrato dalle imprese conferma la fiducia nel messaggio che investire in sicurezza conviene

Tra le 16 e le 17 di oggi si è svolta regolarmente – anche in virtù dell’attivazione di interventi mirati di natura tecnologica e organizzativa – la seconda fase dell’operazione incentivi Inail, per l’assegnazione dei 155,35 milioni di euro a fondo perduto messi a disposizione dall’Istituto con il bando Isi 2012 per sostenere le imprese che investono in prevenzione attraverso progetti di ristrutturazione degli ambienti di lavoro, l’acquisto di macchinari e l’adozione di modelli organizzativi di gestione della sicurezza.

Un segnale importante per l’economia. Nei sessanta minuti di apertura dello sportello telematico, oltre l'80 per cento delle aziende che avevano inserito i propri progetti sul sito Inail nel corso della prima fase della procedura di assegnazione dei fondi si sono collegate nuovamente via web con l’Istituto per inviare il codice identificativo attribuito alla loro domanda. Nell’attuale grave congiuntura, un impegno finanziario così rilevante a favore del sistema produttivo del Paese – dal 2010 al 2013 l’Inail ha messo a disposizione oltre 750 milioni di euro – rappresenta un importante segnale per l'economia e il livello di partecipazione e interesse dimostrato dalle imprese conferma la fiducia nel messaggio che investire in sicurezza conviene.

Il contributo copre fino al 50% dei costi. I fondi stanziati saranno assegnati rispettando la priorità cronologica di arrivo del codice, fino alla copertura del budget previsto per ogni regione. Gli elenchi di tutte le domande inoltrate oggi attraverso lo sportello telematico, con l’indicazione di quelle collocate in posizione utile per l’accesso al contributo, che copre fino al 50% dei costi di ogni progetto fino a un massimo di 100mila euro, saranno pubblicati entro il 24 aprile sul sito Inail, nella sezione “incentivi alle imprese”.

Trenta giorni di tempo per trasmettere la documentazione. Le imprese ammesse al finanziamento avranno poi un mese di tempo per trasmettere all’Istituto, utilizzando la posta elettronica certificata, tutta la documentazione prevista e dovranno realizzare e rendicontare il progetto entro 12 mesi. Una volta concluse positivamente le verifiche, l’Inail procederà all’erogazione del contributo entro tre mesi dal ricevimento della rendicontazione. Per i progetti ai quali è stato assegnato un contributo superiore a 30mila euro, però, è possibile chiedere un anticipo pari al 50%.

I fondi ripartiti in budget regionali. I 155,35 milioni di euro messi complessivamente a disposizione dall’Istituto sono ripartiti in budget regionali e composti da 146,25 milioni di risorse Inail destinati a progetti di investimento strutturali, all'acquisto di macchinari e all'adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato, e da 9,1 milioni trasferiti dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per l'adozione di modelli organizzativi di gestione della sicurezza, in base a quanto stabilito dall'articolo 11 del Testo unico in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro. 

Fonte INAIL - www.inail.it